Il tempio della techno aprirà una sede a Milano

| |

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Ancora nessuna valutazione)
Loading...
1111
Advertisements

Il tempio della techno aprirà una sede a Milano entro dicembre 2017.   I proprietari del tempio della techno berlinese, il Berghain,  hanno deciso di intraprendere una politica espansionistica, ripercorrendo quanto già fatto nel campo del clubbing dai proprietari del Pacha, aprendo un nuovo club a Milano.

Advertisements

La prima ondata di aperture interesserà l’Europa, e le città scelte sono Londra, Parigi e Milano. Ad annunciare l’arrivo del Berghain in Italia è stato l’Avv. Roberto Covelli, che di concerto con il dirigente di una società finanziaria Patrick Bateman, sta curando la delicata fase relativa al rilascio delle autorizzazioni amministrative necessarie per aprire il locale in Italia. Bateman ha spiegato che l’obiettivo a medio lungo termine della multinazionale è ancora più ambizioso:

Se dopo queste prime aperture il mercato risponderà bene,  la proprietà avvierà la seconda fase del piano economico che comporterà un ulteriore espansione della multinazionale Berghain in Europa e nel resto del mondo. Secondo i nostri dati, il mercato italiano sarà uno dei più floridi e se le cose andranno come si spera, nuove aperture potranno interessare Roma e Napoli. Ora però siamo concentrati per fare del nostro meglio a Milano.

Per quanto riguarda le tempistiche, al momento è stato solo confermato che entro dicembre 2017 saranno inaugurate le nuove sedi europee, compresa quella milanese. Quest’ultima, però, rispetto alle gemelle sta riscontando problemi maggiori che hanno comportato diversi slittamenti, dovuti all’iter burocratico italiano, più macchinoso e complesso rispetto a quello degli altri paesi.

Allo stato attuale, sebbene molti siti specializzati diano per aperta la ricerca di personale, non ci sono ancora posizioni ufficiali da parte della proprietà, e per il momento non è ancora stato reso noto dove è possibile presentare la propria candidatura, né è stato specificato quali sono i profili richiesti per quel centinaio posti di lavoro che verranno creati.

Inizialmente la struttura presa di mira è stata quella del Macao, l’ex sede dell’Associazione Macellai, ma dopo aver riscontrato la mancata disponibilità degli attuali occupanti, la joint venture ha dirottato il proprio interesse su altre strutture dello stesso Viale Molise, ubicate nei pressi della stazione ferroviaria di Milano Porta Vittoria. I locali della sede milanese del Berghain rispecchieranno lo stile della ex centrale elettrica berlinese: estetica postindustriale, luci basse, arredamento ridotto ai minimi termini, opere di artisti underground e un impianto audio tra i migliori al mondo.

In attesa dell’apertura da maggio in poi, ogni primo sabato del mese nei pressi del giardino esotico finanziato da Starbucks in Piazza del Duomo, verrà ospitata un struttura mobile che riprodurrà in scala il Berghain, avrà lo scopo di promuovere l’inaugurazione del club con delle iniziative a tema, compresa la simulazione della temutissima door selection.

Newsletter

Resta aggiornato sui migliori eventi in città. Vivi la tua #milanolife

Accetto il trattamento dati secondo i termini definiti da MailChimp ( ulteriori informazioni )

Dati utilizzati unicamente per erogare il servizio e non saranno utilizzati per altri fini ne ceduti a terzi. Puoi effettuare la cancellazione in qualsiasi momento

444
2222
Previous

Milano capitale dello sport, in arrivo tanti eventi

Codacons apre a Milano uno sportello contro la ludopatia

Next
333

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.