Una storia da record quella di Chiara Venditti che a soli 24 anni ha superato l’esame di avvocatura, completando un percorso di studi a dir poco brillante.

Ecco la sua storia…

Studentessa da record: Chiara diventa avvocata a 24 anni

Il percorso di studi per diventare avvocato è lungo e tortuoso, Chiara Venditti però rappresenta decisamente un’eccezione. La giovane studentessa, anzi ex-studentessa oramai, ha infatti coronato il suo sogno di divenire avvocato a soli 24 anni, subito dopo aver conseguito brillantemente la laurea in giurisprudenza in ben 3 anni e mezzo, invece che nei classici 5 anni.

Chi è Chiara Venditti

Chiara Venditti ha 24 anni ed è cresciuta ad Alghero, in Sardegna. Nella vita non ha sempre desiderato fare l’avvocato. Nel corso dei primi anni di liceo infatti, il suo sogno era quello di proseguire gli studi alla Normale di Pisa. Solo in prossimità del diploma ha capito che il suo vero desiderio era quello seguire le orme del suo mito Cicerone. E’ stato così che dopo aver conseguito la maturità classica,  Chiara ha deciso di frequentare la facoltà di Giurisprudenza a Sassari.

L’università e l’esame di Stato

Il percorso di studi di Chiara è stato a dir poco brillante, tanto da farle conseguire la laurea in soli 3 anni e mezzo, quando in media il percorso di studi di Giurisprudenza richiede un tempo minimo di 5 anni. Un’ulteriore conferma della passione che Chiara nutre per la giurisprudenza è stato dato dal superamento da record dell’esame di Stato. Subito dopo la Laurea in Giurisprudenza, Chiara si è trasferita a Londra per sei mesi. Qui, oltre a imparare l’inglese, ha continuato a studiare per l’esame di avvocatura. I risultati non hanno tardato ad arrivare: Chiara ha superato brillantemente l’esame di Stato a Milano con una votazione di 298/300, confermando a tutti gli effetti di essere una studentessa da record!

L’avvocato più giovane d’Italia

Con un percorso di studi di tale successo Chiara oggi può affermare di essere tra gli avvocati più giovani d’Italia. Oggi lavora in uno studio, ma sta già valutano la possibilità di continuare il suo percorso di studi per diventare magistrato.

Chiara nel tempo libero

Un percorso di studi brillante e la semplicità che solo una ragazza di 24 anni può avere: sono queste le caratteristiche che saltano subito all’occhio quando si conosce Chiara. Le sue passioni non si limitano al mondo della giurisprudenza, ma come tutti i suoi coetanei nutre diversi interessi che coltiva nel tempo libero, come la lettura, le serie TV e lo sport, anche se negli ultimi anni ha dovuto abbandonare il tennis.

Chiara si racconta

La semplicità e la determinazione di Chiara emergono subito non appena la si conosce, questo appare ben chiaro nelle sue stesse parole: «Tante volte ho avuto paura di fallire o di guardarmi indietro un giorno e scoprire di aver corso troppo. Arrivare a pensare che potevo rilassarmi di più o divertirmi come i miei coetanei. Rimango però sempre convinta che anche se la vetta è lontana e la strada è in salita non bisogna smettere di crederci».

Una studentessa da record

La determinazione di Chiara Venditti è stata fondaentale per il suo percorso di studi, nel quale sono stati diversi i successi che ha ottenuto: dalla maturità classica conseguita con 100/1oo e una media del 10, tanto da valerle il titolo di “Alfiere del Lavoro“, consegnatole dall’allora Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, alla laurea conquistata in tempi da record, passando per il concorso letterario durante il quale nel 2011 è stata premiata direttamente da Umberto Eco. 

L’amore

Chiara Venditti però non è solo una studentessa, è anche una ragazza di 24 anni e come per tutte le sue coetanee, anche per lei l’amore è importante. Chiara è fidanzata con Alessio, un consulente bancario. Si conoscono dai tempi del liceo, quando anche lui ricevette il titolo di Alfiere del Lavoro, ma l’amore è sbocciato solo nel 2016, quando si sono rincontrati a Milano. I due sono innamoratissimi ma per la convivenza pensano che sia bene aspettare: «Corriamo in tutto, ma almeno in questo vogliamo andarci piano. Stiamo facendo molto seriamente», come sostenuto da Chiara. L’obiettivo di Chiara oggi è quello di continuare a specializzarsi, anche all’estero ma costruire la sua vita privata e professionale in Italia: «Voglio andare all’estero per studiare, specializzarmi, ma la mia vita è qui. Tante donne hanno raggiunto il vertice di grandi studi legali conciliando vita privata e lavoro. Voglio farcela anche io. I miei genitori, entrambi medici, mi hanno dato il buon esempio».

Newsletter

Resta aggiornato sui migliori eventi in città. Vivi la tua #milanolife

Accetto il trattamento dati secondo i termini definiti da MailChimp ( ulteriori informazioni )

Dati utilizzati unicamente per erogare il servizio e non saranno utilizzati per altri fini ne ceduti a terzi. Puoi effettuare la cancellazione in qualsiasi momento

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato


*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.