in

Piazza Castello: un lungo viale alberato dal parco fino al Duomo

La sopraintendenza alle Belle Arti di Milano ha annunciato il progetto vincitore per la riqualificazione dell’aerea di Piazza Castello e Foro Bonaparte. Un lungo viale alberato che dalla piazza si estenderà fino al Duomo. Un nuovo aspetto per la piazza e per il lungo viale ridisegnati mettendo in risalto il verde in connessione con l’arredo urbano.

Il bando per la riqualificazione della Piazza

Nel 2016 sulla piattaforma digitale Concorrimi.it era stato lanciato il bando per la riqualificazione di piazza Castello e Foro Bonaparte. In tutto i progetti presentati sono stati 151. Dei 61 passati alla seconda fase 10 sono arrivati in finale. Finalmente lo scorso 29 aprile la Sovrintendenza di Milano ha reso noto il nome dei vincitori.

I vincitori

L’idea scelta è quella del team di architetti formato da Genuizzi, Strambio, Banal e Ragazzo. La squadra di architetti propone una nuova immagine per piazza Castello, via Beltrami e Largo Cairoli. I punti che hanno convinto la Sovrintendenza sono la semplificazione degli elementi d’arredo, l’economia dei materiali, la valorizzazione degli spazi verdi, del paesaggio e del centro città.

Le linee guida della Sovrintendenza

La Sovrintendenza aveva chiesto la diminuzione delle aree cementate in favore dell’uso del granito di Montorfano in via Beltrami e dell’ampliamento delle zone verdi. L’immagine è quella di una piazza che vista dall’esterno sembrerà il prolungamento del parco Sempione. L’obiettivo verrà raggiunto attraverso il rafforzamento dell’emiciclo arboreo, l’ampliamento delle aiuole e la piantumazione di nuovi alberi.

Il progetto che ridisegna la piazza

Il cuore dell’idea proposta dalla squadra di architetti è il nuovo assetto paesaggistico dell’area. Il progetto sposa il verde alla presente struttura urbana. Gli interventi proposti ridisegnano gli spazi verdi della zona. Prevista la piantumazione di nuovi alberi e una nuova distribuzione degli spazi, come chiesto dalla Sovrintendenza. L’obiettivo è quello di rendere tutta l’area maggiormente fruibile dai passanti in modo da creare una continuità con via Dante, una delle vie pedonali più frequentate della città, fino ad arrivare a piazza San Babila. La Sovrintendenza ha chiesto al team di lavorare su un progetto ancora più dettagliato in modo da poter iniziare il prima possibile per la sua realizzazione.

What do you think?

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

GIPHY App Key not set. Please check settings

One Comment

Loading…

0

I migliori chioschi a Milano: la classifica

I migliori ristoranti giapponesi tradizionali (senza sushi)