Connect with us

Notizie

Parco Biblioteca degli Alberi: il nuovo rapporto tra uomo e città

Pubblicato

il

A Milano c’è un nuovo parco innovativo, all’interno del quale vive il nuovo rapporto tra la natura e la città. Si parla di Parco Biblioteca degli Alberi, il cui primo lotto, in via Castilla, è stato inaugurato al pubblico nell’aprile 2017.

Milano Life ha voluto sintetizzare per voi tutte le caratteristiche di questo progetto, che permetterà di godere della presenza di un innovativo e meraviglioso parco in città.

Nel Parco Biblioteca degli Alberi e il nuovo rapporto tra uomo e città

Di pochi mesi fa è l’inaugurazione del primo lotto del futuro Parco Biblioteca Alberi. Ma già permette di comprendere quanto sarà incredibile la bellezza di questo nuovo polmone di verde in città. Parco Biblioteca degli Alberi non sarà un semplice parco, frutto della valorizzazione e della ristrutturazione di un vecchio parco. Sarà un’area immersa nel verde, perfettamente inserita in città, un’area nella quale si concretizzerà a pieno il rapporto contemporaneo tra uomo e natura e tra natura e città.

Scopriamo assieme il progetto.

Il progetto

Parco Biblioteca degli Alberi è frutto di un progetto voluto dal Comune di Milano per la ristrutturazione del giardino pubblico compreso tra via Castilla e Via Sassetti. Ad oggi è stato inaugurato, e aperto alla cittadinanza un solo lotto, attorno alla Fondazione Riccardo Catella e all’Incubatore per l’Arte. Il progetto per la realizzazione del Parco Biblioteca degli Alberi è un progetto di notevoli dimensioni, che mira alla creazione di un’ampia area di verde in città, all’interno della quale saranno presenti diverse tipologie di alberature, come già fatto nel primo lotto. Nello specifico saranno presenti Frassinus Excelsior, Populus Nigra Italica, Carpinus Betulus.

Ma il Parco Biblioteca degli Alberi non sarà solo verde, esso ospiterà diverse aree per il divertimento e il relax come campi di bocce, giochi d’acqua e parchi gioco innovativi. Ovviamente tutto sarà costruito al fine di eliminare qualsiasi tipo di barriera architettonica. Saranno presenti anche diversi Orti didattici, all’interno dei quali prenderà vita il programma di laboratori di orticoltura urbana. Saranno aperti alla cittadinanza con cadenza settimanale gestiti dalla Fondazione Riccardo Catella. L’ingresso principale del parco sarà da Via De Castillia, nell’angolo nord dell’area, in cui sono presenti gli edifici della Fondazione Catella.

Il Parco Biblioteca degli Alberi si inserirà perfettamente nello spazio urbano, a prova di ciò anche l’assenza di recinzioni. Ad eccezione di quelle previste per delimitare l’area di gioco per bambini e quelle dedicate alle attività per anziani.

Il Nuovo rapporto Città-Natura

Il Parco Biblioteca degli Alberi può essere definito come la maggiore manifestazione concreta del nuovo rapporto tra uomo e natura, e conseguentemente tra città e natura. In Parco Biblioteca degli Alberi si percepirà chiaramente che il verde è parte integrante degli spazi urbani che l’uomo vive quotidianamente. Viene finalmente meno la netta contrapposizione tra il verde e gli spazi cittadini. Le città non sono più concepibili come ammassi di grigio cemento ma devono e possono integrare al loro interno ampi spazi di verde. Il verde dunque è ritornato a essere parte integrante della vita dell’uomo in città. Deposito della biodiversità da tutelare, assieme all’identità del luogo abitato.

Le città verdi del futuro

Il futuro dell’uomo è quello di vivere in città verdi. Solo in questo modo è possibile tutelare il proprio benessere, la bellezza della natura e anche l’identità della città stessa. Negli ultimi anni Milano sembra aver preso proprio questa direzione: sono sempre di più gli spazi verdi in città. A questi poi si aggiungono i diversi lavori di rigenerazione urbana che stanno permettendo di dare nuova vita alle strade e alle piazze della città, facendo riaffiorare anche un patrimonio storico dimenticato.

Il Parco Biblioteca degli alberi svolgerà un ruolo strategico per il completamento del processo di rigenerazione urbana della città di Milano. Rappresenterà il primo concreto esempio di “infrastruttura verde” nell’ambito della quale vivrà un rinnovato e armonioso rapporto tra città e natura.

Per concepire e realizzare un’opera dalla simile portata, stanno lavorando assieme diversi studi di architettura. Il progetto è nel pieno della sua realizzazione, ad oggi è stato inaugurato il primo lotto di Via Castillo. Non ci resta che attendere il completamento dei lavori per la realizzazione di questo meraviglioso Parco in città.

Newsletter

Resta aggiornato sui migliori eventi in città. Vivi la tua #milanolife

Accetto il trattamento dati secondo i termini definiti da MailChimp ( ulteriori informazioni )

Dati utilizzati unicamente per erogare il servizio e non saranno utilizzati per altri fini ne ceduti a terzi. Puoi effettuare la cancellazione in qualsiasi momento

Continua a leggere
Advertisement
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Notizie

Un’installazione sorprendente in Galleria a Milano: i cuccioli gialli di Moncler

Pubblicato

il

Un’installazione che non passa inosservata. In Galleria Vittorio Emanuele a Milano hanno fatto la comparsa un branco di cuccioli gialli. Una trovata pubblicitaria per l’apertura del nuovo negozio Moncler. Tanti curiosi, tra cittadini e turisti, si sono soffermati per una foto con questa particolare e sorprendente installazione.

LEGGI ANCHE: Armani si aggiudica l’asta a Milano: un milione e 900mila euro per il negozio in Galleria

Un’installazione sorprendente in Galleria a Milano: i cuccioli gialli di Moncler

Il negozio della Moncler ha sostituito Urban Center. E per celebrare la nuova apertura ecco comparire in Galleria dei cuccioli di gomma tutti gialli. Il collegamento è la recente linea per cappotti per cani, lanciata dal marchio di abbigliamento francese. Gli spazi dove sorge il nuovo negozio sono stati aggiudicati tramite gara pubblica, per un canone annuo di 2,5 milioni di euro.

LEGGI ANCHE: Il negozio dei Fratelli Rossetti arriva in Galleria

Newsletter

Resta aggiornato sui migliori eventi in città. Vivi la tua #milanolife

Accetto il trattamento dati secondo i termini definiti da MailChimp ( ulteriori informazioni )

Dati utilizzati unicamente per erogare il servizio e non saranno utilizzati per altri fini ne ceduti a terzi. Puoi effettuare la cancellazione in qualsiasi momento

Continua a leggere

Trasporti

M3 sospesa tra Maciachini e Centrale a Milano

Pubblicato

il

Atm informa che la circolazione sulla linea gialla M3, tra le fermate di Centrale e Maciachini è momentaneamente sospesa.

M3 sospesa tra Maciachini e Centrale altra mattinata nera a Milano

Newsletter

Resta aggiornato sui migliori eventi in città. Vivi la tua #milanolife

Accetto il trattamento dati secondo i termini definiti da MailChimp ( ulteriori informazioni )

Dati utilizzati unicamente per erogare il servizio e non saranno utilizzati per altri fini ne ceduti a terzi. Puoi effettuare la cancellazione in qualsiasi momento

Continua a leggere

Notizie

Villaggio Sogno del Natale: apertura posticipata e rimborsi

Pubblicato

il

Di qualche giorno fa la notizia che il Villaggio Sogno del Natale era stato posto sotto sequestro. A far scattare l’allarme le impalcature non a norma dei tre edifici più importanti.  Il Villaggio doveva aprire il 22 novembre e sono molte le persone che, avendo già acquistato il biglietto, si chiedevano cosa fare.

Acquista QUI il tuo biglietto

Ecco quindi che la direzione comunica che l’apertura è semplicemente posticipata a venerdì 29 novembre 2019 alle ore 15.00. Questa settimana di ritardo verrà compensata dal prolungamento dell’apertura fino al 6 gennaio 2020.

LEGGI ANCHE: I PM sequestrano il Villaggio Sogno di Natale all’Ippodromo a Milano: apertura a rischio

Villaggio Sogno del Natale: apertura posticipata

Il controllo ha fatto emergere che il Villaggio più atteso, non solo perchè una novità in città ma anche perchè il più grande d’Italia, sia stato realizzato senza rispettare le regole di sicurezza e igiene nei luoghi di lavoro. Sembra che i ventinove operai, facenti parte di cinque  ditte distinte, siano stati trovati a lavorare su ponteggi montati male e con impianti non a norma.

“L’obiettivo è evitare che si verifichino gravi infortuni”, spiegano dalla procura.

LEGGI ANCHE: Sogno del Natale: Il villaggio di Natale più grande d’Italia all’Ippodromo Snai di Milano

Rimborsi

L’organizzazione specifica, in un comunicato ufficiale che «chi avesse acquistato in prevendita i biglietti nei giorni precedenti al 29 novembre, potrà chiedere lo spostamento della visita in un’altra data compresa tra il 29/11/2019 e il 06/01/2020 oppure il rimborso presso la piattaforma di vendita su cui è stato effettuato l’acquisto. Ci scusiamo e confermiamo che presto il sogno diventerà realtà».

Acquista QUI il tuo biglietto

 

Newsletter

Resta aggiornato sui migliori eventi in città. Vivi la tua #milanolife

Accetto il trattamento dati secondo i termini definiti da MailChimp ( ulteriori informazioni )

Dati utilizzati unicamente per erogare il servizio e non saranno utilizzati per altri fini ne ceduti a terzi. Puoi effettuare la cancellazione in qualsiasi momento

Continua a leggere
Advertisement In genere, la visualizzazione degli annunci sulla pagina richiede pochi minuti. Tuttavia, in alcuni casi potrebbe essere necessaria un'ora. Per ulteriori dettagli, consulta la nostra guida all'implementazione del codice.

Popolari