in

Moda e lifestyle: top 3 dei profumi da uomo più apprezzati

Tu chiamale se vuoi esalazioni. Il profumo è la prima arma di seduzione ma anche il miglior compagno della propria pelle. Insomma, è un oggetto potente. Per questo è importante sceglierlo bene. È lui che ti fa sentire a tuo agio o totalmente in imbarazzo, che consente a un uomo di essere ricordato, cercato, persino amato.

 

Ma come orientarsi? Un viaggio tra le fragranze di base può costituire un buon metodo di scelta. Le categorie si sprecano: agrumata, floreale, fresca, fruttata, legnosa, orientale o speziata.

 

Qualunque sia la vostra, vi raccomandiamo di non esagerare con le dosi: quantità eccessive produrranno l’effetto contrario. Un solo spruzzo in sei punti del corpo (collo, mascella, torace, polso, avambraccio e all’interno del gomito) e il profumo è servito. Sono questi, infatti, i punti più caldi del corpo e il calore naturale al contatto con la fragranza la aiuterà a diffondersi. Il classico metodo di strofinarsi i polsi, invece, è bandito: le note si “rompono” e il profumo svanisce.

 

Se poi proprio non sapete scegliere, tre profumi top ve li consigliamo noi. Due di loro appartengono a maison evergreen ma il numero uno è una novità di Montale Profumi.

 

1. Montale Black Aoud

Carattere e packaging deciso e di carattere, total black in tema con il nome, per la fragranza Montale Black Aoud, intenso ma non stucchevole. È uno dei prodotti di punta della maison francese. Più che un profumo, una suggestione di terre lontane che odorano di rosa, di legno di labdano di olio di oud dal potere mistico. Montale Black Aoud è, insomma, un viaggio olfattivo, che rievoca harem dai cuscini setati e aromi incensati difficili da dimenticare.

 

Anno di lancio: 2006

Note principali: rosa, legno di labdano, olio di oud, incenso

Categoria: legnoso floreale

 

2. Armani My Way

Creato da Carlos Benaim e Bruno Jovanovic, Armani My Way è l’eleganza fatta di profumo. Innovativa la confezione ricaricabile, caratterizzata da un tappo-talismano blu, un po’ il colore della maison ma anche il simbolo della Terra e quindi un legame profondo con il Pianeta. L’anello d’oro che lo circonda, su cui è inciso il nome Giorgio Armani, rappresenta invece gli incontri che arricchiscono il percorso di vita di ciascuno di noi.

 

Anno di lancio: 2020

Note principali: bergamotto di Calabria, fiori d’arancio d’Egitto

Categoria: agrumato

 

3. Chanel n. 5

Coco Chanel voleva un profumo da donna che sapesse di donna. Nasce così, a inizio del XX secolo, Chanel n. 5, una vera rivoluzione olfattiva del naso profumiere Ernest Beaux. Il nome, in realtà, è solo un codice e la confezione è un flacone da laboratorio. Da sempre sinonimo di rivoluzione ma anche di seduzione (Marilyn Monroe fu la prima inconsapevole sponsor del profumo) la maison parigina ha deciso di recente di affidare l’immagine di Chanel n. 5 a un uomo, Brad Pitt, per la prima volta nella storia.

 

Anno di lancio: 1921

Note principali: gelsomino, rosa

Categoria: floreale

 

What do you think?

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Loading…

0

Un viaggio a Roma, consigli per divertirsi

Milano mostre Luglio 2022

Milano mostre Luglio 2022: tutte le mostre da non perdere