in

Milano Design Film Festival, inaugurazione e programmazione

Milano Design Film Festival, inaugurazione ed eventi
Milano Design Film Festival, inaugurazione ed eventi

E’ tutto pronto per Milano Design Film Festival, inaugurazione e programmazione per la quarta edizione del festival che vede partecipare oltre sessanta film provenienti da tutto il mondo, due première mondiali, dibattiti, ospiti internazionali e diversi workshop dedicati al mondo dei film.

L’inaugurazione delle quattro giornate avverrà tramite l’Opening Night Party di mercoledì 5 ottobre dalle 22.30 alla Triennale di Milano, con dj-set a cura di Radio Monte Carlo. Dalle ore 18.00 di giovedì 6 ottobre si entrerà nel vivo del Milano Design Film Festival con la programmazione. Tra le pellicole più attese quelle dedicate a Rem Koolhaas (REM di Tomas Koolhaas, 2016) e ai fratelli Campana (The Campana Brothers di Fernando e Humberto di Gabriela Bernd, 2016). La prima è un’inedita confessione fatta al figlio dall’architetto e teorico olandese (Pritzker Prize 2000); la seconda una narrazione poetica filtrata dallo sguardo dei designer brasiliani che racconta un Brasile sconosciuto. Presenti in sala i designer e la filmmaker. Ad Alessandro Mendini un omaggio dovuto: Volevo essere Walt Disney, un racconto della sua poetica raccolto da Francesca Molteni.

The Destruction of Memory diretto da Tim Slade e basato sul libro omonimo dello scrittore e giornalista inglese Robert Bevan, affronta un tema di scottante attualità: la guerra dichiarata all’architettura. La pellicola che apre con la distruzione di Palmira in Siria evidenzia come il genocidio dell’arte, dei simboli culturali e architettonici sia una precisa volontà politica mirata alla cancellazione della memoria dei popoli. Introduce la pellicola Andrea Kerbaker, scrittore e docente di Istituzioni e Politiche Culturali all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano.

Non mancanno omaggi ai protagonisti del presente e del passato anche con pellicole italiane, tra i molti Jean Nouvel, Piero Fornasetti, Alvaro Siza, Andrea Branzi, Børge Mogensen, Eero Saarinen e il fashion designer Yohji Yamamoto, che guida il pubblico per le strade della sua Tokyo svelandoci l’inizio della sua storia, il rapporto con la madre e con la sua idea di creatività.

Filter. Spazi delle immagini in movimento è il titolo della sezione curata da Davide Giannella dedicata al Cinema d’Artista. Le pellicole selezionate, raccontano le diverse scale e dimensioni del progetto attraverso lo sguardo di differenti artisti visivi. Sei panel discussion e un workshop aperti a tutti affrontano i molteplici aspetti del progetto e dell’audiovisivo nella contemporaneità. Il primo panel Design through video. Tendenze, Creatività, Media, approfondisce attraverso le testimonianze di ospiti internazionali, le potenzialità del video nella comunicazione e promozione aziendale; nel secondo L’anarchitetto e il cinema, il curatore Davide Giannella introduce la produzione artistica dell’architetto-artista Gordon Matta-Clark, mentre il terzo Design through awareness esplora gli orizzonti del fare e agire consapevole. Il quarto panel Gli orti sui tetti. Verde in città presenta alcune best practice internazionali legate al verde nelle città, con particolare attenzione all’utilizzo dei tetti; il quinto Come cambia il design tra storytelling e nuovi media presenta il lavoro di ricerca e di selezione dei designer presenti alla prossima edizione di Operae, Independent Design Festivaldi Torino, attraverso il racconto di Annalisa Rosso, neo curatrice della manifestazione torinese. Il sesto panel rinnova l’appuntamento con Filmare l’architettura, il workshop promosso da Accademia di Architettura di Mendrisio – Università della Svizzera Italiana: in programma la proiezione dei  6 corti concepiti e girati dagli studenti.

Biglietti: si può scegliere tra proiezioni singole (5 euro), abbonamento Daily (15 euro) o abbonamento Full per tutte le proiezioni (40 euro). L’ingresso è gratuito per gli studenti, fino a esaurimento posti. Viene applicata una riduzione del 30% sugli abbonamenti per gli over 65 e per chi sottoscrive o è in possesso della Card Amici di MDFF (abbonamento Smart 28 euro). Per l’ingresso in sala – anche per i possessori degli abbonamenti – è comunque necessario ritirare il biglietto all’Anteo spazioCinema, prima della proiezione.

La partecipazione ai workshop è gratuita fino ad esaurimento posti (è consigliata l’iscrizione attraverso la compilazione del form online sul sito di Milano Design Film Festival).

Scarica il programma completo del Milano Design Film Festival 2016.

What do you think?

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

For security, use of Google's reCAPTCHA service is required which is subject to the Google Privacy Policy and Terms of Use.

I agree to these terms.

GIPHY App Key not set. Please check settings

Loading…

0
Il padiglione Coca Cola si trasforma in campo da basket

Il padiglione Coca Cola si trasforma in campo da basket

Mostra Real Bodies Milano

Mostra Real Bodies Milano