Milano in continua crescita grazie al Gruppo Unipol

Condividi su Facebook

I milanesi ma non solo se ne saranno certamente accorti: la città di Milano negli ultimi anni è in continua crescita, una crescita che non ha intenzione di fermarsi anche grazie al Gruppo Unipol che ha già pronti nel cassetto altri 5 progetti per far crescere ancora il capoluogo lombardo. Una crescita in altezza, visti i numerosi palazzi e grattacieli che stanno popolando la città metropolitana, ma anche in prestigio e popolarità.

Una mostra all’Urban Center

Con una mostra all’Urban Center in galleria Vittorio Emanuele, aperta dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 18 fino al 31 Gennaio, il Gruppo Unipol ha presentato 5 nuovi progetti di riqualificazione per tutta la città di Milano. Gli ultimi cento anni dell’architettura milanese, dal lontano 1925 fino al prossimo 2025, raccontati grazie all’ausilio di un biglietto da visita interattivo e tecnologico attraverso i palazzi più significativi della città: dai grattacieli di piazza Piemonte al piano periferie del Comune collocato indicativamente intorno al 2025. Nell’area appositamente dedicata alla realtà virtuale si possono addirittura visitare palazzi che ancora non sono stati costruiti e che vedranno la luce solo nei prossimi anni. Ecco quindi che si possono provare le brezza di affacciarsi all’ultimo piano del nuovo centro direzionale del Gruppo Unipol in piazza Gae Aulenti. Vertigini assicurate.

Un edificio firmato da Mario Cucinella

L’edificio curato da Mario Cucinella ha forma ellittica e conta 23 piani fuori terra più 3 piani interrati per un totale di 26. La superficie totale di 31 mila metri quadrati presenta una facciata in legno e vetro che rappresenta la struttura a rete che caratterizza tutte le nostre relazioni e la società contemporanea in generale. Questa struttura è rappresentata praticamente da una geometria a rete, appunto. In ottica di una perfetta sostenibilità, argomento sempre attualissimo al momento, il doppio “involucro” esterno isolerà l’edificio nei mesi più freddi dell’anno mentre eviterà il surriscaldamento in estate. La torre ospiterà una sala congressi da 228 posti totali, ovviamente gli uffici e all’ultimo piano un futuristico sky restaurant nella serra-giardino panoramica con ampi spazi per eventi pubblici e culturali.

La torre Galfa

Un altro importante intervento previsto riguarda la torre Galfa, diventata celebre nel Maggio del 2012 per l’occupazione del collettivo Macao. La torre è passata al Gruppo Unipol dal Gruppo Fonsai, fu progettata da Melchiorre Bega nel 1956 ed è ormai abbandonata dal 2001. Primo grattacielo con la facciata di vetro,  verrà ora restituita alla città di Milano nel 2019. Il restauro conservativo è firmato da Maurice Kanah e punterà, neanche a dirlo, alla sostenibilità ambientale restituendo ai cittadini anche le aree esterne. L’edificio resterà aperto 24 ore su 24 con una palestra e un ristorante panoramico. I primi 13 piani ospiteranno un business hotel del gruppo Melià. Più in alto troveranno posto alcune residenze.

Il rasoio

In tempi brevi verrà completato anche “il rasoio”, l’ex parcheggio del Gruppo Ligresti che andrà a completare la riqualificazione dell’Isola di Porta Nuova. L’edificio ospiterà la nuova sede di UnipolSai Assicurazioni. L’architetto Massimo Roj ha pensato una facciata prismatica per riflettere la luce donando un effetto cangiante. Anch’esso sarà costruito all’insegna della sostenibilità.

Gli altri progetti

Oltre a questi, in mostra anche gli altri 2 progetti del Gruppo Unipol: la riqualificazione di Cà Litta in via Pantano 26, e dell’ex residence di via De Cristoforis. Il primo prevede la realizzazione di residenze e uffici mentre il vecchi residence diventerà il nuovo flagship hotel del Gruppo Una Hotels-Atahotels.

 

Newsletter

Resta aggiornato sui migliori eventi in città. Vivi la tua #milanolife

Accetto il trattamento dati secondo i termini definiti da MailChimp ( ulteriori informazioni )

Dati utilizzati unicamente per erogare il servizio e non saranno utilizzati per altri fini ne ceduti a terzi. Puoi effettuare la cancellazione in qualsiasi momento

Condividi su Facebook

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato


*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.