in

A Milano è boom di divorzi low cost

A Milano è boom di divorzi low cost dopo l’entrata in vigore della legge, nel dicembre 2014, sono più di 1.500 le coppie che hanno scelto la separazione o il cosiddetto divorzio facile. Da gennaio a novembre 2016 sono 978 gli accordi di divorzio e separazione in Comune: nel 2015 erano stati quasi la metà, 513.

Divorzio in Comune: la legge

Più di 500, invece, sono le coppie che hanno preferito la formula introdotta dalla legge 162/2014, ovvero la negoziazione assistita da avvocati: anche in questo caso non bisogna andare in tribunale, anche se i costi sono maggiori, visto che in Comune non è necessario avere accanto a sé un legale. Ed è forse proprio per i costi che questa scelta è in leggero calo: nel 2015 le coppie erano 304, quest’anno a novembre, 212.

I divorzi negli ultimi anni in città, sono aumentati, a prescindere dalla formula. Nel 2015 quelli consensuali sono stati 2.064 (più 1.258 giudiziali, quindi senza accordo tra le parti). L’anno prima c’era stato un boom: rispetto al 2013 il numero dei divorzi era aumentato del 52 per cento, passando da 1.516 a 2.315. Ci sono, poi, le separazioni: anche in questo caso quelle consensuali registrate nel 2015 sono state 2.571. Adesso, con i dati dell’Anagrafe, si può fare un bilancio dei primi due anni delle nuove formule di divorzio: quasi 700 quelli registrati quest’anno senza contare le sole separazioni, tra quelli che sanciscono la fine di un matrimonio civile (381) e in chiesa (315).

Divorzio in Comune: requisiti ed esclusioni

Questa possibilità però lo ricordiamo non è per tutti. Infatti lo scioglimento davanti all’ufficiale di stato civile è riservato solo a chi non ha figli minori o con handicap gravi o economicamente non autosufficienti, e soltanto se non ci sono patti di trasferimento di patrimonio. Questo serve a garantire la tutela di questi ultimi. A fronte del costo basso ci sono, però, tempi di attesa lunghi per ottenere un appuntamento. La media è di circa sei mesi: a quel punto, se la coppia risponde a tutti i requisiti per questo tipo di scioglimento, c’è una seconda chiamata, dopo un mese, per verificare che nel frattempo non ci siano stati ripensamenti. Soltanto a quel punto, e dopo aver pagato la tassa, parte la procedura di separazione o di divorzio, a seconda dei casi.

Divorzio in Comune: diritti di segreteria

La separazione veloce costa poco, solo 16 euro di diritti di segreteria e si fa negli uffici dell’Anagrafe di Milano, senza passare dalla sede del tribunale civile di via San Barnaba.

What do you think?

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

For security, use of Google's reCAPTCHA service is required which is subject to the Google Privacy Policy and Terms of Use.

I agree to these terms.

GIPHY App Key not set. Please check settings

2 Comments

Loading…

0
capodanno a milano

Capodanno a Milano, come mi muovo?

Natale e Capodanno a Milano- Orari metro e bus

Natale e Capodanno a Milano: Orari metro e bus