in

Mercati finanziari: non si arresta la corsa dell’inflazione, quali asset monitorare?


Il problema dell’aumento dei prezzi continua a tenere sotto scacco le economie internazionali, schiacciando sotto il suo peso imprese e consumatori: è recente, nella fattispecie, la notizia dell’ennesimo rialzo dei tassi da parte della Banca Centrale Argentina che ha portato il costo del denaro al 75%, per cercare di contenere l’escalation dell’inflazione, attestatasi nelle ultime rilevazioni su un drammatico +78%.

Naturalmente, anche gli investitori affrontano con turbamento l’attuale congiuntura, in quanto alla necessità di proteggere il potere di acquisto dei risparmi personali si aggiunge la difficoltà ad individuare asset class in grado di mantenere la barra dritta in un momento in cui i mercati finanziari soffrono terribilmente a livello intermarket.

Visto lo scenario attuale, risulta ancora più determinante rimanere costantemente aggiornati in merito a tutte le novità che interessano il panorama finanziario. A questo proposito, un aiuto può arrivare anche dalla consultazione di risorse online, come per esempio la guida ai mercati proposta da it.insider24.it, portale di approfondimento dedicato al mondo degli investimenti.

Asset da monitore e diversificazione multi-strategy

Attualmente, la maggior parte degli analisti identifica il comparto azionario come classe di investimento più resiliente negli scenari con inflazione strisciante o galoppante. Questo genere di statistiche, com’è facilmente intuibile, si basano su orizzonti temporali molto lunghi.

Nel breve termine fra i pochi sottostanti che valga la pena monitorare si possono citare le materie prime, in particolare quelle legate al settore energetico, i cui prezzi hanno beneficiato del quadro macro che ha fatto da sfondo ai mercati finanziari negli ultimi mesi; ciò non vuol dire che le commodities non siano state interessate comunque da improvvisi picchi di volatilità.

Il modo migliore per affrontare, nei panni di un investitore, situazioni di questo tipo è rappresentato dall’implementazione di una diversificazione multi-strategy: in sostanza, l’allocazione di portafoglio strategica, strutturata sulle varie asset class in base al personale profilo di rischio e calibrata su un orizzonte temporale congruo, deve essere coadiuvata da un’operatività tattica, in grado di coprire le immobilizzazioni durante le fasi di risk off ed eventualmente sfruttarle a proprio vantaggio, speculando su scansioni temporali ridotte.

È chiaro che la definizione di una siffatta pianificazione finanziaria richiede un’adegua infrastruttura tecnologica, in particolare per l’esecuzione delle strategie di breve termine: difatti per individuare spunti operativi nelle tendenze al ribasso dei mercati così come in quelle al rialzo è imprescindibile l’uso del meccanismo di short selling.

Allo stesso modo, per sfruttare le oscillazioni di prezzo di un asset su time frame veloci -e per coprire una parte del portafoglio più consistente del controvalore impiegato- è necessario servirsi della leva finanziaria. Il tool grafico, infine, rappresenta lo strumento essenziale per valutare i pattern di prezzo e disporre le operazioni di compravendita.

Tool di investimento e approccio multi-strategy

Nel mondo degli investimenti online è possibile sottoscrivere trading account, che prevedono il rilascio di una tecnologia con tutte le caratteristiche appena descritte e con un rapporto costo-qualità molto conveniente.

Vi sono, infatti, particolari intermediari autorizzati che, operando sulle piazze di scambio over the counter, offrono agli investitori un modello di servizi assolutamente gratuito: l’apertura e la gestione del conto, così come l’uso della piattaforma di negoziazione non implicano spese di alcun tipo, senza dimenticare che nell’offerta sono comprese risorse accessorie come ad esempio corsi di formazione o sistemi di supporto all’operatività –copy trading, provider di segnali– per la costruzione di una strategia di investimento in completa autonomia.

Per allocare la componente statica di portafoglio e utilizzare un tool di trading in un unico ambiente operativo, ci si può rivolgere a quei broker online che implementano sia la compravendita dei Contratti per Differenza sia l’acquisto di asset in Direct Market Access.

La prima opzione consente infatti di sfruttare lo short selling e la leva finanziaria nelle strategie di breve termine, mentre la seconda opzione permette di allocare risorse, immobilizzandole nel lungo periodo, senza dover sostenere costi per il rollover. Per testare l’effettiva validità di questo modello operativo, si può sottoscrivere un account demo e verificare le funzionalità dei tool con denaro virtuale.

What do you think?

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Loading…

0
Weekend Milano Settembre

Weekend Milano Settembre: cosa fare dal 23 al 25 settembre 2022