Non appena chiuderanno le mostre di Jean Michel Basquiat e Homo Sapiens, il Mudec aprirà i battenti ad una delle mostre più attese per questo 2017, la mostra Kandinskij, il Cavaliere Errante. In viaggio verso l’astrazione, dal 15 marzo al 9 luglio.

La mostra di Kandinskij a Milano è cura di Silvia Burini e Ada Masoero, la mostra è legata alla vocazione tipica del Mudec e fondata sul rapporto tra arte e scienze e sulla metafora del viaggio come avventura cognitiva.

Kandinskij, nato in una famiglia colta, segue studi classici e sin da bambino prende lezioni di piano, violoncello e disegno. All’università frequenta giurisprudenza, ma s’interessa con passione all’etnografia, in cerca delle radici profonde della propria cultura. Nel 1889 vive un’esperienza decisiva: passa più di un mese nel governatorato di Vologda, nel Nord della Russia, studiando le credenze e il diritto penale dei komi, e il popolo degli ziriani. Raccoglie e pubblica canzoni popolari, esegue disegni, appunta un Diario di viaggio.

In quei villaggi sperimenta una rivelazione: «Nelle loro isbe mi sono imbattuto per la prima volta in questo miracolo, che in seguito divenne uno degli elementi del mio lavoro. Qui ho imparato a non guardare al quadro generale dall’esterno, ma a ruotare intorno a esso, vivere in
esso. Quando sono entrato nella stanza, la pittura mi ha circondato, e sono entrato in essa».

La mostra Kandinskij a Milano, con le opere provenienti dai più importanti musei russi, alcune mai viste prima in Italia, abbraccia il lungo periodo della formazione dell’immaginario visivo dell’artista, fino al 1921, quando si trasferì in Germania per non tornare mai più in Russia.

I visitatori, anche con l’ausilio di specifici strumenti multimediali, possono comprendere l’origine e lo sviluppo del codice simbolico di Kandinskij, entrare nei suoi dipinti astratti e percorrerli. Proprio come voleva lui, che scrisse «per anni ho cercato di ottenere che gli spettatori passeggiassero nei miei quadri: volevo costringerli a dimenticarsi, a sparire addirittura lì dentro».

Orari Kandinskij a Milano

lunedì 14.30-19.30

martedì, mercoledì, venerdì e domenica 09.30-19.30

giovedì e sabato 09.30-22.30.

I biglietti interi (inclusa prevendita) costano 16 euro. Per info, 02 54917.


Leggi anche: Le mostre da non perdere a Milano nel 2017


 

 

Newsletter

Resta aggiornato sui migliori eventi in città. Vivi la tua #milanolife

Accetto il trattamento dati secondo i termini definiti da MailChimp ( ulteriori informazioni )

Dati utilizzati unicamente per erogare il servizio e non saranno utilizzati per altri fini ne ceduti a terzi. Puoi effettuare la cancellazione in qualsiasi momento

2 Trackbacks / Pingbacks

  1. Tutte le mostre da non perdere a Milano nel 2017 - Milano Life
  2. In 15.000 a Milano per la mostra di Kandinsky - Milano Life

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato


*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.