Incendio in un palazzo di via Candiani: quattro persone intossicate

| | ,

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Ancora nessuna valutazione)
Loading...
Advertisements

Paura, nella notte, in una palazzina di via Candiani, in zona Bovisa, a Milano. In un appartamento del secondo piano è scoppiato un incendio che ha letteralmente devastato l’abitazione lasciando diverse persone intossicate dal fumo. L’episodio si è verificato proprio nel corso della nottata ed ha reso necessario l’intervento dei vigili del fuoco del comando provinciale di Milano che hanno operato con due autopompe e l’autoscala carro soccorso per trarre in salvo eventuali persone rimaste imprigionate nell’appartamento. Sul posto in una manciata di minuti sono giunte anche diverse ambulanze ed un’automedica, oltre alla polizia di Stato e a diversi agenti della Polizia Locale per mettere in sicurezza l’intera zona antistante la palazzina.

Advertisements

I sanitari del 118 sono intervenuti per soccorrrere quattro persone rimaste intossicate dal fumo, ma fortunatamente nessuno ha riportato conseguenze tali da rendere necessario un ricovero e si sono rimessi completamente poche ore dopo. I pompieri sono riusciti a domare le fiamme fino a spegnere l’incendio, lavorando poi alla ricerca delle cause del rogo: stando ad una prima ipotesi potrebbe essere stato provocato da un malfunzionamento della lavatrice. E’ il secondo incendio in poche ore a Milano: ieri infatti un altro rogo è scoppiato in un palazzo di via Palmieri. (foto di repertorio)

Newsletter

Resta aggiornato sui migliori eventi in città. Vivi la tua #milanolife

Accetto il trattamento dati secondo i termini definiti da MailChimp ( ulteriori informazioni )

Dati utilizzati unicamente per erogare il servizio e non saranno utilizzati per altri fini ne ceduti a terzi. Puoi effettuare la cancellazione in qualsiasi momento

Previous

Milano: scooter finisce contro un palo, morto un 26enne

Grave incidente in moto nel Genovese: morta 35enne di Cormano

Next

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.