Gli i-Days cambiano casa, edizione 2018 all’Area Expo Experience

Condividi su Facebook
i-Days

E’ arrivata anche l’ufficialità. L’edizione 2018 dell’i-Days Festival abbandonerà l’Autodromo di Monza per trasferirsi a Rho nella nuova Area Expo Experience. Dal 21 al 24 Giugno 4 giorni di grande rock. Grande attesa per le line up che verranno annunciate nei prossimi giorni.

L’amarezza del Sindaco di Monza Dario Allevi

La causa del “trasloco” degli i-Days è il mancato accordo tra Live Nations e Sias, la società che gestisce l’autodromo brianzolo. Una sconfitta per la città di Monza e il Sindaco Dario Allevi non riesce a nascondere la delusione per la decisione presa: “Ho sperato fino all’ultimo che le due società trovassero un accordo per confermare anche nel 2018 i grandi concerti a Monza. Mi dispiace che l’intesa non sia stata raggiunta: ora serve lavorare per trovare presto un palinsesto alternativo. Mi auguro che nel futuro si possa riportare in città il Festival che ha richiamato fan e amanti della musica da tutto il mondo. Monza ha tutte le carte in regola per ospitare eventi di questa portata che è doveroso quindi recuperare. Non è compito del Comune organizzare grandi eventi e auspica che vengano presto individuati nuovi partner idonei a progettare un palinsesto musicale di valore anche per il 2018”.

Due edizioni con 260 mila spettatori

Gli i-Days salutano quindi il Parco di Monza ma tutti i cittadini sperano che questo non sia un addio ma soltanto un arrivederci. Nelle due edizioni nel verde del parco si sono contata ben 260 mila presenze tra il 2016 e il 2017. Una proposta di grandissimo livello, una delle migliori in brianza degli ultimi anni. Sul palco si sono esibiti artisti del calibro di Paul Kalkbrenner e Sigur Ros (2016) e Green Day, Justin Bieber, Radiohead e Linkin Park (la scorsa estate).

Le polemiche della scorsa estate

Quella passata è stata un’edizione di grandissimi nomi della musica internazionale ma le polemiche per l’organizzazione dell’evento non sono mancate e sono state certe volte addirittura feroci. Il primo problema è stato rappresentato dai parcheggi. Aree di sosta adibite ad hoc per evitare intasamenti nel centro città erano ovviamente a pagamento (il costo era inevitabilmente alto), anch’esse esaurite e senza più posti disponibili per i ritardatarie serviti da servizi navetta lenti e spesso inadeguati per la mole di pubblico. Una volta raggiunta faticosamente l’area concerti, ecco le interminabili code sia per andare al bagno sia per accaparrarsi acqua e cibo. Il caldo torrido ha messo alla prova anche i fisici più allenati e le scorte d’acqua scarseggiavano rispetto alla richiesta. Al termie delle performances sul palco, ecco l’esodo chilometrico per raggiungere nuovamente i parcheggi tra code (ancora!) e intasamenti vari.

Area Expo Experience

L’Area Expo Experience dove troveranno posto gli i-Days è il nuovo parco di Milano sorto nell’ex area Expo. Oltre a verde e relax, offre intrattenimenti per tutte le età. Nella sua prima stagione ha collezionato la bellezza di 300 mila presenze e il numero è inevitabilmente destinato a  crescere ancora.

 

Newsletter

Resta aggiornato sui migliori eventi in città. Vivi la tua #milanolife

Accetto il trattamento dati secondo i termini definiti da MailChimp ( ulteriori informazioni )

Dati utilizzati unicamente per erogare il servizio e non saranno utilizzati per altri fini ne ceduti a terzi. Puoi effettuare la cancellazione in qualsiasi momento

Condividi su Facebook

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato


*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.