in

I calciatori del Milan che hanno segnato più gol nella storia

Milano è tante cose: è confusione, è opportunità, è la città in cui non mancano mai cose da fare e nuovi luoghi da scoprire. Ma Milano è anche una città famosa per la sua storia calcistica, dove lo sport è un argomento molto sentito capace di unire – e, in alcuni casi, anche far discutere – moltissime persone. In questa guida vogliamo ripercorrere la storia della società calcistica del Milan e vogliamo stilare una classifica dei giocatori del Milan più amati e dei calciatori, invece, che vengono ricordati – anche ad anni di distanza – per il numero di gol segnati. Ti sei mai chiesto chi sono i calciatori del Milan che hanno segnato più gol nella storia? Seguici, lo scoprirai presto.

La storia del Milan: quando nasce la squadra rossonera

Approfondiamo

Quando nasce la squadra del Milan? Qual è la sua storia? L’Associazione Calcio Milan viene fondata nel 1899 ed entra immediatamente nella Serie A, dove ha continuato a competere in maniera stabile e ha collezionato ben 88 campionati su 90. Non ci sono dubbi sul fatto che il Milan rappresenti una delle squadre più forti nel panorama calcistico, aggiudicandosi la terza posizione per il numero di titoli portati a casa e la prima posizione in Italia: è anche la prima squadra italiana ad aver vinto la Coppa dei Campioni, titolo ottenuto negli anni ‘60, e ad essersi classificata alle finali della Champions League. Insomma, il Milan è sinonimo di successo, e – come leggiamo sul blog di Misterscommessa.com – non è un caso che gli operatori di gioco online dedichino nel loro palinsesto moltissimo spazio ad eventi che vedono come protagonista proprio il Milan, che nel corso della sua storia ha vinto scudetti, Coppe Italia e Supercoppe italiane, rendendo i calciatori del Milan delle vere e proprie celebrità.

I calciatori del Milan più amati

Chi sono i calciatori del Milan più amati dai tifosi rossoneri? Da centrocampisti diventati allenatori, da portieri che hanno difeso la loro porta dagli attacchi più feroci: Giovanni Trapattoni, Daniele Massaro, Nelson Dida, Kakà, Inzaghi, Shevchenko, Pirlo, Donnarumma e altri ancora. Vorremmo ripercorrere la storia di tutti per infonderti un po’ di nostalgia, ma non finiremmo più: ci limitiamo ad alcuni.

Giovanni Trapattoni

Veniva chiamato “Trap”, ed è diventato un giocatore di riferimento nel panorama italiano dopo la Seconda Guerra Mondiale. Trascorse la maggior parte dei suoi anni proprio nel Milan, dove ricoprì il ruolo di centrocampista e contribuì a guidare la squadra verso la vittoria per circa quindici anni. La sua carriera da calciatore si concluse nella squadra del Varese, e poi iniziò quella da allenatore della Juventus. Nonostante i cambi di rotta, Trap non ha mai avuto dubbi: il suo sangue è rimasto rossonero, e i tifosi lo ricordano tuttora come un punto di riferimento.

Daniele Massaro

Abbiamo poi Daniele Massaro, giocatore del Milan amatissimo dai tifosi. Arriva nel Milan nel 1986, quando viene acquistato per ben 6,7 miliardi di lire. La sua carriera nel Milan non è iniziata con il botto: agli esordi sembrava sottotono, spesso colpa di ripetuti infortuni. Dopo la vittoria dello scudetto, però, la carriera di Massaro iniziò a decollare: come giocatore del Milan vinse 4 scudetti e 2 Champions League.

Nelson Dida

Il suo nome è Nelson de Jesus Silva, conosciuto però come “Dida”. É stato acquistato dal Milan nel 1999 per 3 milioni di lire e, nonostante fosse stato “preso in prestito” da altre squadre, l’acquisto del giocatore da parte del Milan si è rivelato vincente.

Dida, infatti, è considerato il portiere più forte della sua generazione, e anche lui ha fatto carriera, passando da portiere del Milan ad allenatore e preparatore di altri portieri del Milan che, dopo di lui, hanno difeso la porta dei rossoneri. Nel 2002 è diventato campione del mondo con la nazionale brasiliana, e negli anni 2003-2005 si è sempre classificato ai primi posti per il premio come miglior portiere dell’anno, fino a vincere il titolo nel 2005.

Ricardo Izecson dos Santos Leite

Il suo nome è quasi impronunciabile, ma il soprannome Kakà lo ricordano tutti. Il giocatore brasiliano è stato acquistato dal Milan nel 2003, per una somma di 8.5 milioni di euro. Fu un caso o fu merito di quel nuovo acquisto? Lasciamo a te la risposta, ma pochi giorni dopo dall’ingresso in squadra di Kakà, i rossoneri portarono a casa la Supercoppa europea. Kakà non ha bisogno di molte presentazioni: con il suo sorriso da bambino lo abbiamo visto crescere e collezionare vittorie sotto il segno del numero 22.

Gianluigi Donnarumma

Ha soli 16 anni quando entra nel Milan, la squadra del suo cuore, con il viso di un adolescente pronto a realizzare i suoi sogni e il fisico possente di chi sembra aver in serbo una grossa sorpresa. E Gigio Donnarumma sorprese ne ha rivelate moltissime: fedelissimo al Milan, si è sempre saputo distinguere, collezionando moltissimi record. Quali? Il più giovane esordiente nella storia della nazionale italiana Under 21, il più giovane portiere ad aver esordito nella nazionale italiana, il più giovane calciatore ad aver superato le 200 partite in Serie A. Ma di titoli ne ha vinti ancora, tra cui il portiere più amato dai giovanissimi.

 

I giocatori del Milan che hanno segnato più gol nella storia

Quali sono i 10 calciatori del Milan che, nel corso di 123 anni di storia, hanno segnato più gol? Ci sono giocatori che, nel corso della loro carriera, hanno quasi segnato tanti gol quante sono le partite che hanno giocato: ne è un esempio Nordhal, il terzo miglior marcatore della Serie A. Abbiamo poi giocatori che hanno segnato un notevole numero di gol in percentuale

What do you think?

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Loading…

0
Mostra Gianni Sassi Milano

Mostra Gianni Sassi Milano alla Fabbrica del Vapore: date, orari e biglietti

Mostra Roberto Crippa Milano

Mostra Roberto Crippa Milano a Casa Museo Boschi Di Stefano: date, orari e biglietti