Giornate Fai d’autunno: tutti i luoghi aperti

| |

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Ancora nessuna valutazione)
Loading...
Advertisements

Anche quest’anno è giunto il momento di uno degli appuntamenti annuali più attesi. Si tratta della giornata Fai d’autunno. Domenica 15 ottobre saranno 600 i luoghi sparsi su tutto il territorio italiano aperti al visitatori. Occasione unica per scoprire luoghi altrimenti impossibili da vedere. La giornata Fai di questa stagione aprirà le porte di chiese, castelli, biblioteche, archivi, dimore storiche, teatri, giardini, antichi borghi e ancora tanto altro per soddisfare i curiosi amanti dell’arte, dell’architettura e della natura.

Giornata Fai d’autunno 2017

Advertisements

Grazie all’aiuto di 3.500 volontari sarà possibile visitare 600 luoghi magici della nostra Italia. L’Associazione Fondo Ambiente Italiano ha costruito questa giornata di cultura attorno 180 tematiche differenti. Le tematiche si basano su il concetto che accomuna più luoghi in un determinato territorio.

Il fil rouge di Milano

Il filo conduttore della città di Milano sarà “Anteweb: la conservazione del sapere prima dell’era digitale nelle biblioteche e negli archivi milanesi”. Verranno aperti ai visitatori alcuni archivi storici e biblioteche solitamente chiuse alla scoperta di un sapere nascosto e “superato” dalla tecnologia. Luoghi della memoria in grado di regalarci aspetti e realtà di Milano di cui non eravamo a conoscenza.

Fai

Cosa vedere?

Numerosi luoghi saranno esclusivamente visibili ai soci Fai. Ma durante la giornata sarà possibile iscriversi all’associazione. Per quanto riguarda i luoghi aperti a tutti ci sarà sempre la clausola di offerta. Si parla di somme che vanno dai 2 ai 5. I soldi ricavati dalle offerte andranno a sostenere la causa “Ricordiamoci di salvare l’Italia”. Raccolta fondi cominciata il primo ottobre e che terminerà alla fine del mese che ha l’obiettivo di sostenere economicamente le iniziative legate al fondo storico, artistico e ambientale italiano. Ma ecco cosa potremmo vedere passeggiando per le vie di Milano.

Archivio Capitolare si Sant’Ambrogio

L’archivio storico della Chiesa di Sant’Ambrogio racchiude documenti delle due comunità religiose di questa chiesa: i benedettini e i cistercensi. Nell’archivio sono custoditi antiche pergamene del VIII secolo, codici miniati, lettere di artisti che hanno lavorato per questa chiesa, come il Petrarca e Bramante. Inoltre viene ivi custodito il Messale di Giangalezzao Visconti.

Archivio Luoghi Pii Elemosinieri

Pia Loca era il nome con cui venivano riconosciuti gli enti elemosinieri milanesi dall’epoca medievale in poi. All’interno di questi archivi numerose pergamene, miniature, sigilli, lasciti, che testimoniano le opere di bene da parte di borghesi e benestanti nei confronti dei più umili. Milano offre la possibilità di scoprire un momento storico importante della città fatto di solidarietà e bontà.

Archivio storico del Piccolo Teatro di Milano

Importante rilievo viene dato in questa edizione delle Giornate Fai d’Autunno al Teatro Strelher. Saranno visibili  documenti sulla sua storia e bozzetti riguardanti la sua struttura. Inoltre abiti di scena, foto, manifesti, copioni che ci accompagneranno nella scoperta della storia del Teatro. Da sempre istituzione cittadina il Piccolo Tetro di Milano fu il primo Teatro a cambiare la concezione tradizionale di teatro seguendo le moderne visioni della scuola di Strehler.

Fai

Archivum Fibricae: diario della città e dei milanesi

L’Archivum Fibricae, ossia l’archivio della Veneranda Fabbrica del Duomo custodisce tutti i documenti relativi alla costruzione della Cattedrale dal 1387 ad oggi. Un pezzo di storia della vita dei milanesi raccontata per filo e per segno attraverso manoscritti, atti di donazione e contabilità, committenze e disegni di tutti coloro che hanno lavorato alla sua costruzione.

Biblioteche del Conservatorio di Milano

Il Conservatorio Giuseppe Verdi è da sempre simbolo della musica della città. La visione dei documenti custoditi all’interno della sua biblioteca sarà l’occasione unica e affascinante per scoprire lo studio della musica. Durante la giornata gli studenti del conservatorio si esibiranno in diversi concerti.

Casa della Memoria

La Casa della Memoria raccoglie documenti relativi ai periodi che hanno segnato una svolta nella conquista di diritti e libertà per gli esseri umani. Dal 2015 al suo interno lavorano diverse associazioni. Il loro obiettivo è quello di mantenere viva la memoria di alcuni peridi storici di cruciale importanza. La Resistenza, la liberazione dal periodo nazifascista, gli anni della Repubblica e della lotta contro al terrorismo sono solo alcuni di questi.

Fai

Biblioteca del Museo di Storia Naturale

All’interno del più antico Museo di Milano, il Museo di Storia Naturale, sono custoditi più di 160.000 libri e 3.240 periodici. Inoltre altri documenti specializzati in discipline naturalistiche quali botanica, zoologia, paleontologia, geologia, mineralogia, ed anche astrologia, antropologia, etnologia, storia e filosofia della scienza e museologia. Attraverso questa raccolta sarà possibile scoprire l’evoluzione del libro di tipo naturalistico.

Palazzina Appiani: Tribuna imperiale per gli eroi dello sport

Considerato uno dei monumenti più importanti della città, la Tribuna Imperiale dell’Arena Civica è uno degli esempi meglio conservati di edifici imperiali che riportano ad una tradizione più antica. Inoltre è una testimonianza dell’importanza che lo sport aveva in antichità nella città.

Torre Zaha Hadid

La Torre del famoso architetto Zaha Adid rappresenta il punto di unione tra passato e presente. La torre si trova nel nuovo quartiere City Lif.  Agli inizi del ‘900 questa area fu sede della prima Esposizione Universale ospitata da Milano, successivamente lo spazio venne convertito in fiera Campionaria. Nello stesso quartiere si trova il Velodromo Vigorelli, simbolo della storia dello sport della città.

Fai

Villa Necchi Campiglio

Stupenda dimora degli anni’30, la villa Necchi Campiglio è un affascinate esempio di come viveva la borghesia milanese. Attraverso i suoi sfarzosi arredamenti e con l’aiuto dei volontari sarà possibile appropriarsi di un altro pezzo della storia degli abitanti di Milano.

Fai

Per orari e prenotazioni vi rimando al sito ufficiale del Fai: https://www.giornatefai.it/

 

 

 

Newsletter

Resta aggiornato sui migliori eventi in città. Vivi la tua #milanolife

Accetto il trattamento dati secondo i termini definiti da MailChimp ( ulteriori informazioni )

Dati utilizzati unicamente per erogare il servizio e non saranno utilizzati per altri fini ne ceduti a terzi. Puoi effettuare la cancellazione in qualsiasi momento

Previous

Accordo Trenord-Satispay: i biglietti del treno si pagano con lo smartphone

Smog a Milano: domani blocco delle auto inquinanti

Next

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.