Domenica 5 Giugno a Milano si voterà per le elezioni comunali 2016. Tale votazione deciderà chi prenderà il posto del sindaco uscente Giuliano Pisapia alla guida della nostra città meneghina per i prossimi 5 anni.

Molte sono state in questi mesi le notizie riguardo le amministrative di Milano, le battaglie tra i candidati, la possibilità di anticipare o rimandare le date delle elezioni e via dicendo ma, finalmente, si è giunti alla fine dei giochi: il 5 Giugno tutti i cittadini milanesi potranno recarsi alle urne e scegliere il proprio primo cittadino.

Stessa sorte toccherà anche ai cittadini romani che voteranno il proprio sindaco durante la stessa giornata.

Vediamo perciò quando e dove si vota, quali sono i candidati, le modalità di voto e tutte le altre info utili.


Leggi anche: Come diventare scrutatore Milano elezioni 2016


Quando e Dove si vota a Milano per le Comunali 2016

Il giorno del voto è fissato a Domenica 5 Giugno prossimo e tutti i cittadini potranno recarsi nei seggi della propria circoscrizione dalle 6.00 alle 20.00.

Per votare è necessario presentarsi con un documento di riconoscimento in corso di validità e con la propria tessera elettorale.

Chi dovesse trovarsi sprovvisto di documenti o tessera può recarsi negli Uffici dell’Anagrafe meneghina che, per l’occasione, rimarranno aperti per tutta la giornata di Domenica 5 Giugno.

La votazione durerà solo la Domenica e, nel caso in cui non venga raggiunto il quorum del 50 % + 1 degli aventi diritti al voto, si terrà un ballottaggio Domenica 19 Giugno.


Leggi anche: Come diventare segretario di seggio elettorale 2016


Quali sono i candidati a Milano per le Comunali 2016

Dopo mesi di ripensamenti, indecisioni e passi indietro, la rosa dei candidati sindaci è la seguente:

Il Pd e Sel sostengono Giuseppe Sala, l’ex commissario Expo che ha vinto le primarie contro Francesca Balzani e Piefrancesco Majorino.

Il centrodestra invece schiera in campo Stefano Parisi (leggi qui la sua biografia), uomo dal profilo moderato che sembra piacere molto all’elettorato meneghino.

Il Movimento 5 Stelle, ancora provato dalla scomparsa del leader Casaleggio, candida Gianluca Corrado, aitante avvocato che ha preso il posto della vincitrice delle primarie Patrizia Bedori, reputata troppo “soft” per immergersi tra gli squali suoi avversari.

I Radicali, con l’appoggio della <<Lista Civica Radicale>> mettono in campo Marco Cappato.

Infine, la sinistra anti-Sala, attacca con Basilio Rizzo, Presidente del Consiglio Comunale che si presenta con la <<Lista Milano in Comune>>.


Leggi anche: Come diventare presidente di seggio elettorale 2016


Modalità di Voto elezioni Comunali Milano 2016

I cittadini dovranno votare apponendo una “croce” sulla lista da loro scelta e indicando, se lo desiderano, due nomi di loro preferenza. Naturalmente si può scegliere di votare per una lista e di indicare il nome di due candidati non appartenenti a suddetta lista.

Coloro che non possono recarsi alle urne in quanto detenuti nelle carceri o infermi, avranno la possibilità di esprimere il proprio voto nei “seggi speciali”, ossia nelle sezioni costruite ad hoc nelle carceri e negli ospedali. Gli invalidi che invece risiedono in casa e vogliono votare verranno raggiunti da messi del Comune che ritireranno le schede con le proprie preferenze.

Ribadisco che, per passare, la votazione deve raggiungere il 50 % + 1 di cittadini aventi diritto al voto e, se così non fosse, si procederà a un ballottaggio tra i due candidati che hanno ottenuto più voti nella giornata di Domenica 19 Giugno.

A occuparsi dello spoglio delle schede saranno gli scrutatori e il collegio elettorale si occuperà di fornire il risultato delle votazioni non appena lo spoglio sarà terminato.

Le schede lasciate in bianco o non compilate secondo le norme verranno considerate nulle e il voto espresso non verrà ritenuto valido ai fini del conteggio finale.


Leggi anche: Quanto guadagna presidente di seggio elettorale speciale


Altri capoluoghi in cui si vota per le comunali 2016

Nella giornata di Domenica 5 Giugno saranno 25 i capoluoghi chiamati a votare per il proprio sindaco: Novara, Torino, Milano, Varese, Bolzano, Trieste, Pordenone, Savona, Bologna, Ravenna, Rimini, Grosseto, Latina, Roma, Isernia, Benevento, Caserta, Napoli, Salerno, Cosenza, Crotone, Carbonia, Villacidro, Cagliari e Olbia.


Leggi anche: Quanto guadagnano segretario e scrutatore seggio elettorale


Newsletter

Resta aggiornato sui migliori eventi in città. Vivi la tua #milanolife

Accetto il trattamento dati secondo i termini definiti da MailChimp ( ulteriori informazioni )

Dati utilizzati unicamente per erogare il servizio e non saranno utilizzati per altri fini ne ceduti a terzi. Puoi effettuare la cancellazione in qualsiasi momento

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato


*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.