Un derby nel segno di Mauro Icardi. Il Capitano nerazzurro decide la stracittadina con un calcio di rigore al 90’. Inutili le reti rossonere firmate Suso e Bonaventura (con la complicità di Handanovic). La squadra di Spalletti si porta a -2 dal Napoli capolista, per il Milan è il terzo ko di fila.

Le formazioni

Per il suo primo derby milanese Spalletti sceglie l’ormai collaudato 4-2-3-1 con Borja Valero che prende il posto dell’infortunato Brozovic alle spalle di Icardi. Davanti ad Handanovic, la difesa a 4 non cambia con D’Ambrosio e Nagatomo (preferito a Dalbert) sugli esterni e l’ormai collaudata coppia Miranda-Skriniar  in mezzo. Davanti alla difesa tandem Gagliardini-Vecino con Borja Valero avanzato a sorpresa a supporto di Capitan Icardi. Candreva e Perisic incursori laterali. Sul fronte Milan, Montella deve rinunciare a Kalinic e davanti sceglie la coppia Silva-Suso. Confermata la difesa a 3 Romagnoli-Bonucci-Musacchio (ancora out Conti), Biglia in cabina di regia con Bonaventura e Kessie interni. Rodriguez laterale a sinistra, sorpresa-Borini a destra.

Primo Tempo

Parte decisamente meglio l’Inter che nei primi 45 minuti prende in mano il pallino del gioco e occupa il campo in tutta la sua ampiezza non lasciando possibilità di manovra ai cugini. Il primo squillo arriva dopo un quarto d’ora con Candreva che dal limite scheggia la traversa. Alla mezz’ora il meritato vantaggio nerazzurro: volata sulla destra di Candreva (galvanizzato dal gol in Nazionale) e preciso cross in mezzo, Icardi brucia Bonucci e firma l’1-0. A fine primo tempo si fa vedere anche il  Milan con un destro di Borini respinto a terra da Handanovic.

Secondo Tempo

Al rientro in campo dopo l’intervallo è subito un altro Milan. Montella sceglie il giovane Cutrone al posto di uno spento Kessie e i rossoneri mostrano un altro piglio e costringono l’Inter alle barricate. Le 5 occasioni nei primi 10 minuti (anche un gol annullato per fuorigioco a Musacchio dopo il palo di Andrè Silva) portano inevitabilmente al meritato pareggio: lo firma Suso con un mancino velenoso dal limite imparabile per Handanovic. Non passano neanche 10 minuti e l’Inter è di nuovo in vantaggio. Icardi recupera palla su Biglia e serve Perisic sulla sinistra, doppio passo del croato e palla in mezzo per il Capitano che con una sforbiciata al volo fulmina per la seconda volta Donnarumma. Il Milan non ci sta e a 9 dal termine trova il pari grazie ad un impreciso Handanovic che trascina in porta una palla calciata debolmente da Bonaventura. Sembra l’epilogo finale ma al 90’ succede l’impensabile. Su azione d’angolo, fallo ingenuo di Rodriguez su D’Ambrosio e massima punizione concessa all’Inter: sul dischetto si presenta ancora Icardi che spiazza Donnarumma, firma la tripletta personale e regala all’Inter il derby numero 167.

Incasso record

Il derby numero 167 è stato anche il primo completamente cinese dopo l’arrivo in città delle due nuove proprietà. I nuovi cicli rossoneri-nerazzurri hanno portato nuovo entusiasmo in un ambiente che sembrava un po’ spento dopo le ultime annate un po’ sottotono. San Siro ha infatti fatto registrare il tutto esaurito con 80.018 spettatori paganti per un incasso totale di 4,6 milioni.

Newsletter

Resta aggiornato sui migliori eventi in città. Vivi la tua #milanolife

Accetto il trattamento dati secondo i termini definiti da MailChimp ( ulteriori informazioni )

Dati utilizzati unicamente per erogare il servizio e non saranno utilizzati per altri fini ne ceduti a terzi. Puoi effettuare la cancellazione in qualsiasi momento

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato


*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.