in

Come ottenere un rimborso per malasanità a Milano

La malasanità, a Milano come in ogni altra città o angolo del mondo, detta anche negligenza medica, si verifica quando un operatore sanitario o un fornitore trascura di fornire un trattamento appropriato, omette di intraprendere un’azione appropriata o fornisce un trattamento scadente che causa danni, lesioni o addirittura la morte di un paziente.

La negligenza comporta normalmente un errore medico. Questo potrebbe essere nella diagnosi, nel dosaggio dei farmaci, nella gestione della salute, nel trattamento o nell’assistenza post-terapia.

La legge sulla negligenza medica consente ai pazienti di recuperare un risarcimento da eventuali danni derivanti da un trattamento inferiore agli standard. É bene ricordare che standard e normative per la negligenza medica differiscono tra paesi e stati.

Che cos’è quindi la malasanità o la negligenza medica?

Un errore, una negligenza o un’omissione possono portare a una causa per negligenza.

Ci si aspetta che un ospedale, un medico o un altro operatore sanitario fornisca un certo standard di cura.

Il professionista non è responsabile per tutti i danni subiti da un paziente.

Tuttavia, sono legalmente responsabili se il paziente subisce danni o lesioni perché l’operatore sanitario ha deviato dalla qualità dell’assistenza normalmente prevista in situazioni simili.

Per prendere in considerazione la negligenza medica, devono essere coinvolti una serie di fattori.

Mancata fornitura di un adeguato standard di assistenza: la legge richiede che gli operatori sanitari aderiscano a determinati standard o che siano potenzialmente accusati di negligenza.

Un infortunio derivato da negligenza: se un paziente ritiene che il fornitore sia stato negligente, ma non si verifica alcun danno o lesione, non ci può essere reclamo. Il paziente deve provare che la negligenza ha causato lesioni o danni e che, senza la negligenza, non sarebbe accaduto.

La lesione deve avere conseguenze dannose: Il paziente deve dimostrare che la lesione o il danno causato dalla negligenza medica ha provocato danni considerevoli.

Il paziente ferito deve dimostrare che il medico ha agito con negligenza nel prestare cure e che tale negligenza ha provocato lesioni.

Per fare ciò, devono essere provati quattro elementi legali: un dovere professionale dovuto al paziente; violazione di tale obbligo; danno causato dalla violazione; e infine danni risultanti. Ciò include non fare nulla quando avrebbero dovuto fare qualcosa. Questo può essere considerato un atto di omissione o negligenza.

L’insoddisfazione per l’esito del trattamento non implica negligenza.

Tipi di errori e negligenza

Esempi di casi in cui un errore o una negligenza potrebbero portare a un’azione legale includono:

  • diagnosi errata o mancata diagnosi
  • intervento chirurgico non necessario o scorretto
  • dimissione prematura
  • mancata ordinazione di prove adeguate o mancato intervento sui risultati
  • non seguendo
  • prescrivendo il dosaggio sbagliato o il farmaco sbagliato
  • lasciando le cose all’interno del corpo del paziente dopo l’intervento chirurgico
  • operando sulla parte sbagliata del corpo
  • il paziente ha dolore persistente dopo l’intervento chirurgico
  • infezioni potenzialmente fatali acquisite in ospedale
  • ulcere da pressione o piaghe da decubito
  • Altri gravi incidenti in passato hanno incluso incendi negli ospedali e pazienti che si sono suicidati mentre si prendevano cura del personale sanitario.

Consenso informato

Se il paziente non dà il consenso informato a una procedura medica, il medico o l’operatore sanitario può essere ritenuto responsabile se la procedura provoca danni o lesioni, anche se è stata eseguita perfettamente.

Se un chirurgo non informa il paziente che una procedura comporta un rischio del 30 per cento di perdere un arto e il paziente perde un arto, il medico sarà responsabile, anche se l’operazione è stata eseguita perfettamente. Questo perché il paziente potrebbe aver scelto di non andare avanti se fosse stato informato dei rischi.

Come ottenere un rimborso per malasanità a Milano

Per affrontare un’azione legale e richiedere un risarcimento per danni, derivanti da un caso palese di negligenza medica, è bene rivolgersi a delle figure specializzate, che possano analizzare l’accaduto, attraverso un avvocato specializzato in casi di malasanità e medici, e fornirvi il supporto giusto per intraprendere una causa per negligenza.

What do you think?

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Loading…

0
Weekend Milano Agosto

Weekend Milano Agosto: cosa fare dal 5 al 7 agosto 2022

Weekend Milano Agosto

Weekend Milano Agosto: cosa fare dal 12 al 14 agosto 2022