Connect with us

Informazioni utili

Come aprire un Bed and Breakfast a Milano


Pubblicato

il


3333

Investire in un’attività autonoma è sempre una grande opportunità di lavoro, ma richiede preparazione, intraprendenza e un capitale di partenza. Tuttavia, vi sono attività imprenditoriali che si possono intraprendere senza capitali ingenti o addirittura con il 100% di finanziamento. Una di queste attività è il bed & breakfast che trova uno spazio di mercato interessante anche a Milano, chi desidera sapere come aprire un bed and breakfast a Milano deve rivolgersi agli uffici competenti del comune; di seguito si riporta la procedura per avviare un bed and breakfast.

Come aprire un Bed and Breakfast a Milano: definizione e requisiti

Advertisements

Per bed and breakfast si intende l’attività svolta a conduzione familiare in forma non imprenditoriale da chi, in maniera non continuativa, fornisce alloggio e prima colazione in non più di quattro camere con un massimo di dodici posti letto, avvalendosi della normale organizzazione familiare, ivi compresa l’eventuale presenza di collaboratori domestici della famiglia. L’attività è esercitata al numero civico di residenza anagrafica del titolare, comprese le pertinenze. L’esercizio di attività di bed & breakfast non necessita d’iscrizione nel registro delle imprese e di apertura di partita IVA.

come aprire un bed and breakfast a Milano

Quindi, in sintesi, per aprire un bed and breakfast a Milano i requisiti minimi obbligatori richiesti sono:

  • capacità ricettiva: massimo 4 camere per un massimo di 12 posti letto;
  • dimensioni minime obbligatorie: camera singola = 9 m2; camera doppia = 14 m2; camera con più posti letto = 4 m2 per ogni posto letto in più.
  • Dimensioni spazi comuni: locale comune per consumazione prima colazione, lettura, intrattenimento e altri usi polivalenti all’interno della struttura ricettiva = 14 m2.
  • Bagno: in base ai requisiti di abitabilità il bagno deve contenere WC, lavabo, doccia o vasca, bidet. Nel caso di stanze multiple, devono essere garantiti almeno due servizi igienici per unità abitativa.
  • Dotazioni strutturali: riscaldamento per tutta l’unità abitativa e impianto efficiente di acqua calda e fredda.
  • Servizi e standard qualitativi: contrassegno regionale da esporre fuori dall’abitazione, servizio ricevimento e orari, biancheria (lenzuola e federe) da cambiare a ogni cambio di cliente e almeno un volta a settimana, asciugamani in bagno e in camera ad ogni cambio cliente e una volta a settimana.
  • Pulizia dell’unità ricettiva: due volte a settimana e ad ogni cambio cliente.

Come aprire un Bed and Breakfast a Milano: la domanda

Per aprire un Bed and Breakfast a Milano, modificare o cessare l’esercizio dell’attività occorre presentare la domanda per via telematica al SUAP tramite il sito www.impresainungiorno.gov.it e inviare segnalazione certificata di inizio attività con eventuale modulo di autocertificazione sul possesso dei requisiti morali. Da allegare alla domanda anche la planimetria dei locali in scala non inferiore a 1:100 con l’indicazione della destinazione d’uso, superficie e altezza (per le nuove aperture o per le richieste di modifica). Per l’apertura è necessario il versamento degli oneri alla ATS Città metropolitana previa presentazione della SCIA, allegando la relativa documentazione e modulistica.

La SCIA ha validità permanente salvo modifiche sostanziali relative al soggetto titolare, all’attività svolta o ai locali. Gli obblighi da rispettare nell’esercizio dell’attività sono:

  • le tariffe devono essere comunicate alla Città metropolitana di Milano competente;
  • il responsabile è tenuto a registrare le presenze e comunicarle all’autorità di pubblica sicurezza;
  • l’attività deve osservare un periodo di interruzione non inferiore a novanta giorni anche non continuativi. Ogni periodo di interruzione dell’attività deve essere comunicato preventivamente alla Città metropolitana di Milano.
  • esporre apposito contrassegno definito dalla Giunta Regionale, all’esterno della struttura.

I riferimenti normativi sono:

  • Legge Regionale 1 ottobre 2015 n. 27 s.m.i.– Politiche regionali in materia turismo e attrattività del territorio lombardo.
  • Regolamento Regionale 5 agosto 2016, n.7– Definizione dei servizi, degli standard qualitativi e delle dotazioni minime obbligatorie degli ostelli per la gioventù, delle case appartamenti per vacanze, delle foresterie lombarde, delle locande e dei bed and breakfast e requisiti strutturali ed igienico – sanitari dei rifugi alpinistici ed escursionistici in attuazione dell’art. 37 della legge regionale 1° ottobre 2015, n.27.
  • g.r. 16 gennaio 2017 – n. X/6117 – Approvazione contrassegni Identificativi delle strutture ricettive non alberghiere.

come aprire un bed and breakfast a Milano

Come aprire un Bed and Breakfast a Milano: dove andare

Per l’avvio di nuova attività, trasferimento di sede, sub-ingresso, variazione e cessazione dell’attività, l’ufficio competente è l’Unità Licenze Mercati Scoperti, Locali di Pubblico Spettacolo e Attività Ricettive che coordina, gestisce e rilascia le autorizzazioni e le licenze per i locali, le manifestazioni di spettacolo, le attività di somministrazione di alimenti e bevande congiuntamente ad attività di sale da ballo, discoteche, locali notturni. L’ufficio è anche competente per:

  • la programmazione, organizzazione e rilascio di autorizzazioni per parchi divertimento, spettacoli viaggianti;
  • l’attività di coordinamento, gestione e rilascio delle autorizzazioni e licenze per attività funebri, noleggi senza conducente e autorimesse;
  • gestione delle procedure riguardanti le attività ricettive alberghiere ed extralberghiere, agenzie d’affari e agenzie di viaggio e turismo;
  • gestione e rilascio di autorizzazioni temporanee di vendita e somministrazione su aree pubbliche e su area privata e della gestione dei sub-ingressi (compravendita/affitto) dei posteggi nei  mercati settimanali scoperti, sale giochi;
  • la gestione delle dichiarazioni di inizio attività per l’attività di produzione, importazione, distribuzione e gestione relativamente agli apparecchi automatici, semiautomatici ed elettronici.

L’Ufficio si trova in: Via larga, 12 – 3° piano – Ufficio attività ricettive alberghiere ed extra-alberghiere (stanza 382), con orari di apertura al pubblico lunedì e mercoledì dalle 9.00 alle 12.00. (cliccando sul link si accede all’elenco di tutti gli uffici dell’Unità Licenza Milano, con recapiti, riferimenti telefonici e orari).

Come aprire un Bed and Breakfast a Milano: la tassa di soggiorno

come aprire un bed and breakfast a Milano

L’imposta di soggiorno è dovuta da tutti coloro che, non residenti, soggiornano nelle strutture ricettive alberghiere ed extralberghiere presenti sul territorio comunale di Milano. Se hai intenzione di aprire un bed and breakfast a Milano, devi conoscere gli adempimenti e le tariffe della tassa di soggiorno da applicare alla clientela.

Le entrate derivanti dall’imposta di soggiorno – in vigore dal 1° settembre 2012 – sono destinate ad interventi relativi a servizi turistici nonché al recupero e/o manutenzione dei beni culturali e ambientali della città di Milano.

Secondo quanto disposto dalla legge Regionale n. 27 del 1 ottobre 2015, le strutture ricettive si distinguono in alberghiere e non alberghiere.

Le strutture ricettive alberghiere si distinguono a loro volta in:

  • Alberghi o hotel;
  • Residenze turistico-alberghiere;
  • Alberghi diffusi;

Le strutture ricettive non alberghiere si distinguono in:

  • Case per ferie;
  • Ostelli per la gioventù;
  • Foresterie lombarde;
  • Locande;
  • Case e appartamenti per vacanze;
  • Bed & breakfast;
  • Rifugi alpinistici, rifugi escursionistici e bivacchi fissi;
  • Aziende ricettive all’aria aperta.

Newsletter

Resta aggiornato sui migliori eventi in città. Vivi la tua #milanolife

Accetto il trattamento dati secondo i termini definiti da MailChimp ( ulteriori informazioni )

Dati utilizzati unicamente per erogare il servizio e non saranno utilizzati per altri fini ne ceduti a terzi. Puoi effettuare la cancellazione in qualsiasi momento

Advertisement
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Informazioni utili

Come arrivare al Palazzo Reale di Milano: mezzi e parcheggi

Pubblicato

il

Tutte le informazioni utili su come arrivare al Palazzo Reale di Milano, che si trova proprio all’ombra della Madonnina. Per raggiungere il Palazzo Reale di Milano la via più breve, veloce ed economica è sicuramente l’uso della metropolitana. Alternative valide sono anche bus, tram e auto. Vediamo insieme tutte le opzioni per raggiungere il Palazzo Reale in modo veloce e comodo. Per i grandi eventi in piazza Duomo è probabile che la fermata della metro resti chiusa. Vediamo quindi anche qualche alternativa alla fermata della metropolitana sulla linea rossa e gialla Duomo. 

Come arrivare al Palazzo Reale di Milano

Metropolitana

La fermata più vicina al Palazzo Reale è quella del Duomo, che si trova sulla linea M1 rossa e sulla linea M3 gialla. Praticamente al centro della città, proprio accanto al Duomo di Milano, la fermata è facilmente raggiungibile da qualunque parte della città. Se utilizzate la linea M2 verde potrete scendere alla fermata di Caiazzo e prendere la linea gialla in direzione San Donato e scendere alla fermata Duomo. Alternative sono le fermate di Loreto e Cadorna, sempre sulla linea verde, che incrociano la linea rossa. Da Loreto con direzione Rho/Bisceglie e da Cadorna con direzione Sesto 1° Maggio e scendendo sempre alla fermata Duomo. Se invece vi trovate sulla linea M5 lilla dovrete effettuare più cambi. Dovrete scendere alla fermata di Garibaldi e utilizzare la linea M2 verde. Da qui la linea più veloce è prendere la metro in direzione Assago/Abbiategrasso e scendere alla fermata Cadorna. Da qui dovrete ancora cambiare, utilizzando la linea rossa in direzione Sesto 1° Maggio, e scendendo sempre alla fermata di Duomo.

Advertisements

LEGGI ANCHE: Aumento biglietto Atm Milano: nuove tariffe

Alternative alla fermata Duomo, con qualche minuto di strada a piedi possono essere San Babila e Cordusio, sulla linea M1 rossa, e Missori sulla linea M3 gialla.

Mezzi di superficie: bus e tram

Qualche minuto a piedi e anche utilizzando i mezzi di superficie vi sarà facile raggiungere la destinazione. Ecco gli autobus e i tram più vicini che potrete utilizzare.

Tram 2 12 14 16 19 alla fermata Duomo e circa 5 minuti a piedi

Autobus 54, che ferma proprio dietro il Palazzo Reale, sempre fermata Duomo

Autobus 54 73 e tram 12 19 24 con fermata Via Larga

Tram 24 27 con fermata P.za Fontana

Auto

Milano è ora racchiusa in una grande zona a traffico limitato che comprende quasi tutta la città chiamata Area B, e una più piccola e centrale chiamata Area C. Se decidete di utilizzare l’auto dovete prevedere il ticket d’ingresso a queste Aree e anche il costo del parcheggio. Che sia in strada o presso un parcheggio a pagamento, sicuramente sarà difficile trovare posto e il costo non è certo irrisorio.

LEGGI ANCHE: Area C: le nuove regoleArea B: novità dal 1° ottobre 2019

Aeroporti

Dall’aeroporto di Linate, in viale Forlanini Via Circonvallazione, potete prendere l’autobus 73 diretto verso Piazza del Duomo e in circa 30 minuti sarete a destinazione

Dall’aeroporto Malpensa utilizzate il servizio di linea Mi-Malpensa verso Milano Cadorna. Da lì, utilizzando la metropolitana linea rossa M1 in direzione Sesto F.S, raggiungerete in poche fermate il Palazzo Reale.

Newsletter

Resta aggiornato sui migliori eventi in città. Vivi la tua #milanolife

Accetto il trattamento dati secondo i termini definiti da MailChimp ( ulteriori informazioni )

Dati utilizzati unicamente per erogare il servizio e non saranno utilizzati per altri fini ne ceduti a terzi. Puoi effettuare la cancellazione in qualsiasi momento

Continua a leggere
Advertisement

Popolari