in

Alimenti surgelati: i servizi di trasporto a temperatura controllata di STEF

Secondo lo IIAS (Istituto Italiano Alimenti Surgelati) in collaborazione con BVA Doxa, il 61% degli italiani consuma prodotti surgelati due volte la settimana, arrivando al 70% tra gli under 35.

I surgelati sono quindi diventati parte integrante delle abitudini alimentari di milioni di italiani, grazie ai numerosi vantaggi offerti da questi prodotti in termini di qualità elevata, alti valori nutrizionali e disponibilità durante tutto l’anno.

Si tratta di punti di forza che vengono assicurati dal rispetto della catena del freddo, che garantisce che i prodotti surgelati vengano sempre mantenuti in condizioni ottimali in ogni fase che attraversano, dalla produzione alla vendita.

In particolare, una fase delicata è quella del trasporto a temperatura controllata dei surgelati, durante il quale i prodotti devono sempre rimanere in un range di temperatura compreso tra -18°C e -25°C.

Ad aiutare i produttori nella distribuzione di prodotti surgelati sono aziende altamente specializzate come STEF, vero e proprio punto di riferimento in tutta Europa per la gestione a 360 gradi della supply chain agroalimentare.

Per scoprire come trasportare alimenti surgelati con STEF è sufficiente visitare il sito web ufficiale dell’azienda, dove viene spiegato nel dettaglio come funziona il servizio e vengono riportati anche tutti i numeri chiave che lo caratterizzano.

Come funziona il trasporto di alimenti surgelati a temperatura controllata

Il percorso di un alimento surgelato che parte dal produttore e arriva fino al consumatore deve seguire una serie di passaggi specifici, nei quali devono essere rispettati determinati requisiti per garantire una conservazione ottimale del prodotto.

Tutto inizia con il ritiro dei surgelati presso lo stabilimento produttivo, dove l’azienda che si occupa del trasporto preleva i prodotti dai depositi refrigerati e li carica nei mezzi opportunamente dotati di celle frigorifere a temperatura negativa e sistemi di monitoraggio della temperatura.

A questo punto, gli alimenti surgelati vengono trasportati direttamente verso i punti vendita, oppure, a seconda delle circostanze, compiono un passaggio intermedio presso appositi magazzini refrigerati adibiti allo stoccaggio di alimenti a temperature negativa. I trasporti refrigerati mantengono sotto controllo i prodotti surgelati durante tutto lo spostamento, utilizzando strumenti che rilevano la temperatura in modo automatico ogni 5 minuti per i tragitti che non durano oltre le 24 ore, oppure ogni 20 minuti per quelli più lunghi.

La temperatura viene quindi monitorata dal trasportatore, affinché venga sempre assicurata la perfetta conservazione dei surgelati preservando i prodotti da eventuali alterazioni qualitative e organolettiche causate dagli sbalzi termici. Naturalmente, l’efficienza del servizio di trasporto è un aspetto essenziale per gli operatori della filiera del surgelato, per usufruire di trasporti rapidi, sicuri, in grado di coprire tutto il territorio nazionale e rispondere alle esigenze delle varie tipologie di rivenditori.

In questo campo, STEF mette a disposizione una flotta di veicoli per il trasporto di alimenti surgelati a temperatura controllata con i quali raggiunge tutto il territorio in modo capillare, anche grazie alla presenza dei due magazzini di riferimento a Fidenza e Ascoli Piceno.

La varietà della flotta di mezzi refrigerati di STEF permette di soddisfare ogni necessità legata al trasporto di prodotti agroalimentari surgelati, dai punti vendita della GDO (Grande Distribuzione Organizzata) fino ai negozi di prossimità e alle attività del settore Ho.Re.Ca come ristoranti e strutture alberghiere.

Il ruolo della sostenibilità ambientale nel trasporto dei surgelati

Per garantire i massimi standard di sicurezza il trasporto di prodotti surgelati è caratterizzato da un consumo energetico considerevole, necessario per alimentare le celle frigorifere che mantengono gli alimenti a una temperatura negativa durante tutto lo spostamento. Questo aspetto comporta un notevole impatto ambientale, motivo che ha spinto alcune aziende del settore a realizzare azioni concrete orientate alla sostenibilità.

In questo modo, le realtà dell’agroalimentare possono usufruire di servizi di trasporto di surgelati sempre più green e attenti all’ambiente, requisiti ormai indispensabili per allinearsi ai target europei di riduzione delle emissioni di anidride carbonica.

Ad esempio, STEF ha pianificato una strategia di sostenibilità ambientale di medio/lungo termine, per mettere a disposizione dei suoi clienti la massima efficienza e qualità nel trasporto dei surgelati ma con un impatto minimo sul pianeta.

Nell’ambito del trasporto, STEF utilizza mezzi con bassi livelli emissivi scegliendo modelli ecologici di ultima generazione, attraverso un processo di rinnovamento della flotta con l’inserimento di nuovi veicoli Euro 6, mezzi che garantiscono una maggiore efficienza in termini di consumi ed emissioni per rendere sempre più ecosostenibile il trasporto di surgelati senza comprometterne le performance.

What do you think?

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Loading…

0
Weekend Milano Settembre Ottobre

Weekend Milano Settembre Ottobre: cosa fare dal 30 settembre al 2 ottobre 2022

I più bei casinò di Milano e dintorni: hanno ancora un futuro?