Connect with us

Notizie

Baracchini di Street Food a Milano: le novità


Pubblicato

il


Baracchini di Street Food a Milano, le novità 3333

La cultura del cibo di strada (street food) sta prendendo sempre più piede a Milano, complice anche l’Expo dello scorso anno che lo ha sponsorizzato e pubblicizzato alla perfezione.

Arancini, pizzette, hamburger, hot dog, panelle, patatine fritte, onion rings e via dicendo sono solo alcuni dei cibi street food che tutti, almeno una volta nella vita, hanno deciso di acquistare  e di gustare camminando o sdraiandosi in un triangolo di verde della nostra città.

Advertisements

Ecco allora che, sulla cresta dell’onda mangereccia, il Comune di Milano ha aperto un bando che prevede di popolare tutto il territorio milanese con 50 baracchini atti alla venditi di cibo da strada.

Street food Milano

Il provvedimento emanato da Palazzo Marino prevede di rilasciare 50 autorizzazioni a coloro che vogliono aprire un food truck itinerante; ogni autorizzazione ha la durata di 3 anni e, il primo punto oggetto di questo esperimento sarà il Centro Città .

I baracchini itineranti potranno vendere non solo il tipico american food (patate fritte, hot dog, hamburgher, cookies…) ma potranno anche vendere prodotti italiani con marchi DOP, IGP, STG e PAT per cercare di far conoscere ai molti turisti che affollano sempre la nostra bella Milano il nostro buonissimo cibo nostrano.

Requisiti food truck 

Il Comune rilascerà l’autorizzazione alla vendita di cibo a tutti quei mezzi itineranti che:

  • saranno eco friendly, ossia dovranno avere una trazione a pedali o assistita con un motore elettrico
  • avranno una dimensione massima di 3,60 x 1,70 metri
  • avranno una grafica riconducibile all’assegnatario

Permessi e Zone di circolazione

Essendo i food truck itineranti, non sarà necessario pagare al Comune le tasse relative all’occupazione del suolo pubblico ne servirà autorizzazione alcuna autorizzazione per occuparlo.

I baracchini inizieranno a circolare in Centro Città ma alcune zone saranno off limits: l’asse commerciale tra San Babila e il Castello Sforzesco, Piazza Santa Maria delle Grazie e l’intera area adiacente lo Stadio di San Siro non potranno essere sfruttati dai cuochi di strada.

Il resto di Milano è invece assolutamente sfruttabile.

Newsletter

Resta aggiornato sui migliori eventi in città. Vivi la tua #milanolife

Accetto il trattamento dati secondo i termini definiti da MailChimp ( ulteriori informazioni )

Dati utilizzati unicamente per erogare il servizio e non saranno utilizzati per altri fini ne ceduti a terzi. Puoi effettuare la cancellazione in qualsiasi momento

Advertisement
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Trasporti

Sciopero Alitalia a Milano: 150 voli cancellati

Pubblicato

il

Uno sciopero Alitalia, a Milano e in Italia, confermato e che lascerà a terra ben 150 voli dagli aeroporti di Linate, Malpensa e Orio Al Serio. La protesta è indetta dai sindacati del personale di Air Italy. Bloccherà piloti, assistenti di volo e personale di terra di Alitalia e Air Italy. Non si limiterà alle sole 24 ore del 13 dicembre 2019. Ci sarà il rispetto delle fasce di garanzia dalle 7 .00 alle 10.00 e dalle 18.00 e alle 21.00.

“La protesta è stata indetta in virtù del perdurare delle crisi Alitalia e Air Italy, per chiedere una riforma del comparto che intervenga nella concorrenza tra imprese del settore, per norme specifiche contro il dumping contrattuale e  il finanziamento strutturale del Fondo di Solidarietà di settore”.

Sciopero Alitalia a Milano: 150 voli cancellati

Advertisements

Cancellati molti voli, collegamenti e tratte nell’intera Italia, diretti in Europa e in alcuni voli intercontinentali. La maggior parte dei voli bloccati sono nella giornata di venerdì 13 dicembre. Alcuni voli cancellati sono anche nelle giornate di giovedì 12 dicembre e sabato 14 dicembre 2019. Molti disagi quindi per i passeggeri coinvolti nelle cancellazioni. L’obiettivo è quello di prenotare per i viaggiatori coinvolti nelle cancellazioni posti sui primi voli disponibili in giornata, grazie all’utilizzo di aerei più capienti. Secondo le previsioni saranno almeno il 50% dei viaggiatori a partire comunque durante il 13 dicembre.

Informazioni, rimborsi e cambi prenotazioni

Gli utenti coinvolti nelle cancellazioni possono controllare su quale volo sono stati riprenotati collegandosi al sito di Alitalia e inserendo, nella sezione ‘I MIEI VOLI’ in home page, il proprio ‘Nome’, ‘Cognome’ e il ‘Codice di Prenotazione’. Possibile chiedere informazioni, chiamando il numero verde 800.65.00.55 (dall’Italia) o il numero +39.06.65649 (dall’estero). Potete anche contattare l’agenzia di viaggio dove hanno acquistato il biglietto. Per i voli del 12 dicembre o nella mattina del 14 dicembre sarà possibile cambiare la prenotazione senza alcuna penale o chiedere il rimborso del biglietto fino al 18 dicembre.

Newsletter

Resta aggiornato sui migliori eventi in città. Vivi la tua #milanolife

Accetto il trattamento dati secondo i termini definiti da MailChimp ( ulteriori informazioni )

Dati utilizzati unicamente per erogare il servizio e non saranno utilizzati per altri fini ne ceduti a terzi. Puoi effettuare la cancellazione in qualsiasi momento

Continua a leggere
Advertisement

Popolari