Teatro a San Valentino a Milano: la top 5

Condividi su Facebook

Teatro a San Valentino a Milano. Un modo diverso di festeggiare la ricorrenza di San Valentino potrebbe essere una serata a teatro. Quando arriva la festa più romantica dell’anno, tutti gli innamorati iniziano a progettare. Dall’abbigliamento ai regali, dall’aperitivo alla cena, dall’hotel 5 stelle con vista mozzafiato sulla città di Milano all’alberghetto di provincia arroccato chissà dove. Di scelte ce ne sono milioni. E ognuno ha diritto di inseguire i propri gusti e quelli del proprio partner. Per esser originali si può optare per una serata a Teatro a San Valentino a Milano. Ecco cosa propone la città per il 14 febbraio 2019.

LEGGI ANCHE: San Valentino alle terme Milano: come prenotare e prezzi

Teatro a San Valentino a Milano

Teatro Franco Parenti

Qohélet – Colui che prende la parola

E ad ascoltarlo con attenzione ce lo si porta poi dietro per sempre. La voce di Elia Schilton, accompagnata da musica e danza, racconta il mondo, l’essere umano, la sua fragilità, la disperazione, la gioia, il rapporto con il presente e con l’infinito. E in tempi in cui sembrano ritornare le oscurità di ieri, una riflessione sull’uomo è ancora più necessaria.

Nel 1912 George A. Barton scriveva, Chiunque si accosti al Qohélet non può rinunciarvi né ignorarlo, e non gli occorre, eccetto qualche buon dizionario, altro; la sua completezza ammirevole è unica.

In scena le pagine acuminate e illuminanti della versione di Guido Ceronetti, intellettuale, scrittore, giornalista, uomo di teatro e studioso che dal 1955, ha continuato instancabilmente a confrontarsi con il «tumulto verbale» e la «disperata lucidità» di questo «libro assoluto», di questo grande «poema ebraico». Grazie a lui la parola risuona nelle nostre orecchie in tutta la sua imperiosa, dolorosa violenza.

giovedì 14 Febbraio h 20:30 – Sala Tre

 

Giocando con Orlando – Assolo

Tracce, memorie, letture da Orlando furioso di Ludovico Ariosto secondo Marco Baliani

Trasferire Orlando furioso in una figura teatrale è impresa degna di cavalieri erranti, anzi narranti.  Stefano Accorsi veste i panni del cavaliere e si cimenta con l’opera di Ariosto e il tema oneroso dell’amore e delle sue declinazioni.

In una scena dominata dalla sola presenza dei colossali cavalli di Mimmo Paladino, l’attore scorrazza in rima tra feroci saraceni, ippogrifi alati, giovani donzelle e paladini cristiani, alternando alle ottave originali  quelle un po’ più prosaiche di Baliani.

Nel poema cinquecentesco donne, cavalieri, armi, e soprattutto l’ amore: l’amore perso, sfortunato, vincente, doloroso, sofferente, sacrificale, gioioso e di certo anche furioso.

giovedì 14 Febbraio h 21:00 – Sala Grande

 

La Monaca di Monza

Valter Malosti e Federica Fracassi, entrambi pluripremiati dalla critica italiana, tornano a lavorare insieme portando in scena la feroce confessione di Marianna De Leyva, la Monaca di Monza.

Nella versione di Testori come in soggettiva cinematografica la protagonista, da morta, rivive la vicenda fin dal suo proprio concepimento avvenuto con atto brutale del padre su una delicata figura di madre, per poi passare a rievocare il disperato amore per Gian Paolo Osio, vero e proprio eroe nero e sanguinario che finisce i suoi giorni barbaramente trucidato.

Malosti dirige la Fracassi, interprete sensibile alle nuove drammaturgie, votata alle scritture più visionarie, feroci, poetiche degli ultimi anni e già intensa interprete dell’universo femminile testoriano (nei panni di Erodiàs, Cleopatràs e Mater Strangosciàs).

giovedì 14 Febbraio h 20:00 – Sala AcomeA

 

INDIRIZZO: Via Pier Lombardo, 14 Milano

LEGGI ANCHE: Migliori pasticcerie per San Valentino a Milano

 

Teatro Manzoni

Tempi nuovi

Tempi nuovi mette in scena un nucleo familiare investito dai cambiamenti veloci e sorprendenti della nostra epoca: elettronica, mutamento dei mestieri e dei saperi, nuove relazioni. Un terremoto che sconvolge comicamente la vita dei quattro personaggi: Giuseppe, uno storico che vive circondato da migliaia di libri; la moglie Sabina, una giornalista che cerca di stare al passo coi tempi; il figlio Antonio che vola leggero nella sua epoca fatta di collegamenti veloci e senza legami col passato, e la figlia Clementina che ha in serbo una notizia che metterà a dura prova la modernità della madre. Cristina Comencini, da sempre sensibile ai grandi temi del nostro tempo, orchestra questa vicenda in cui Maurizio Micheli e Iaia Forte ci accompagneranno con il loro estro verso il colpo di scena finale ponendoci di fronte alle contraddizioni di un tempo in cui siamo costretti a immergerci e a navigare a vista.

giovedì 14 Febbraio h 20.45

INDIRIZZO: Via Alessandro Manzoni, 42

LEGGI ANCHE: San Valentino a Milano, i migliori ristoranti

 

Teatro Nazionale Che Banca!

A Chorus Line

A Chorus Line racconta il dietro le quinte di uno spettacolo teatrale, mostrando l’impegno, la fatica, i sogni e il sacrificio di chi vuole disperatamente farcela. La genialità della trama sta tutta nella sua semplicità, un’opera di teatro nel teatro: sul palco un gruppo di ballerini pieni di speranza si presenta a un provino. Sono tutti pronti a farsi giudicare dal regista Zach per aggiudicarsi un ruolo di linea nello spettacolo di prossima produzione, raccontandosi e condividendo con lui le loro storie.

giovedì 14 Febbraio h 20.45

INDIRIZZO: Via Giordano Rota, 1

LEGGI ANCHE: Aperitivo di San Valentino a Milano: la top 5

Newsletter

Resta aggiornato sui migliori eventi in città. Vivi la tua #milanolife

Accetto il trattamento dati secondo i termini definiti da MailChimp ( ulteriori informazioni )

Dati utilizzati unicamente per erogare il servizio e non saranno utilizzati per altri fini ne ceduti a terzi. Puoi effettuare la cancellazione in qualsiasi momento

Condividi su Facebook

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato


*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.