Scooter sharing nel 2015 a Milano

| |

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Ancora nessuna valutazione)
Loading...
Advertisements

A Milano, dopo le 3.600 biciclette,  le 1.900 auto e i 120 quadricicli elettrici, nel 2015 in città si potranno anche affittare le moto. Il capoluogo lombardo, con lo  scooter sharing, diventerà così la capitale italiana della mobilità condivisa.

Advertisements

Per ora è solo un progetto e Palazzo Marino sta studiando le regole anche per estendere il servizio ai Comuni dell’ hinterland e prevedere una soluzione totalmente verde con scooter ecologici.

A farsi avanti ufficialmente sono stati i tre giovani fratelli che hanno ottenuto il franchising per l’ Italia di Motit, lo scooter sharing di Barcellona. Parteciperanno al bando del Comune presentando un servizio ancora più semplice ed economico rispetto a quello spagnolo mantenendo gli stessi motorini disegnati da Motit per Barcellona: dei modelli elettrici di colore viola. Il sistema sarà molto simile a quello del car sharing, prevede infatti un abbonamento  (19,99 euro) e, tramite un’ app, si trova il motorino si sblocca il mezzo e il casco collocato sotto il manubrio. Il costo sarà di 0,26 centesimi al minuto.

 

 

Newsletter

Resta aggiornato sui migliori eventi in città. Vivi la tua #milanolife

Accetto il trattamento dati secondo i termini definiti da MailChimp ( ulteriori informazioni )

Dati utilizzati unicamente per erogare il servizio e non saranno utilizzati per altri fini ne ceduti a terzi. Puoi effettuare la cancellazione in qualsiasi momento

Previous

Messa per ricordare il cardinale Carlo Maria Martini

Aree di sosta in centro per i bus turistici

Next

Un commento su “Scooter sharing nel 2015 a Milano”

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.