in

Tornano le lucciole al Parco delle Cave a Milano: date, orari ed info

Tornano le lucciole al Parco delle Cave a Milano

Tornano le lucciole al Parco delle Cave a Milano. Per dare a tutti la possibilità di ammirare la Magica “Danza Nuziale” delle Lucciole nel loro ambiente naturale e nel periodo di massima luminescenza, anche per quest’anno organizzano le tradizionali Lusiroeule Linternine del Parco delle Cave, su percorso adatto a tutti, facilmente percorribile e su tragitto ad “anello”, con partenza ed arrivo in Cascina dalle Ore 21:15 per registrazione partecipanti e spiegazione
delle poche ma basilari regole per la corretta frequentazione in tutta sicurezza e rispetto del
delicato ecosistema notturno (ed anche diurno) del Parco delle Cave.

LEGGI ANCHE: Guida al weekend a Milano

Inizio Escursione alle Ore 21:45 – Ritorno previsto alle 23:15 circa

Al fine di evitare problemi alla viabilità, invitiamo a raggiungere Cascina Linterno a piedi o con i mezzi pubblici e, se proprio si ritiene indispensabile l’uso dell’autovettura, chiediamo di parcheggiarla presso le aree di sosta di Via Olivieri (ingresso Centro Sportivo Kennedy) e di Via Cardinale Tosi (A fianco dell’Ospedale San Carlo).

Prenotazione obbligatoria esclusivamente con mail a: prenolucciolatalinterno@gmail.com

L’iniziativa si svolgerà con qualsiasi condizione meteo

Tornano le lucciole al Parco delle Cave a Milano: date, orari ed info

Date ed orari

Otto serate per osservare le lucciole, nel breve e magico periodo della loro Danza Nuziale

MAGGIO 2022
Venerdi 20
Martedi 24
Venerdi27
Martedi 31

GIUGNO 2022
Venerdi3
Martedi7
Venerdi 10
Martedi 14

Appuntamento Ore 21:15
Cascina Linterno – Via F.lli Zoia, 194 al Parco delle Cave – Milano

Costi

Per la partecipazione è richiesto un piccolo contributo per ogni adulto (gratuito per i bimbi fino ai 12 anni) per recuperare almeno le spese organizzative e la polizza assicurativa.

CONOSCIAMO LE LUCCIOLE – A cura di Isabella Regazzi

CHI SONO

Le lucciole appartengono all’ordine dei Coleotteri e alla famiglia dei Lampiridi, con circa 2000 specie in tutto il mondo. In Italia esistono 20 specie di lucciole, la più diffusa e comune è senza dubbio la Luciola italica a cui mi riferisco.

COME SI RICONOSCONO

La Luciola italica è lunga 5-9 mm, aspetto poco appariscente, occhi sviluppati, capo incassato nel pronoto, elitre morbide e organo della bioluminescenza sotto l’estremità addominale.
Il maschio è quello che si vede volare, mentre la femmina non è in grado di farlo ed aspetta il maschio sugli steli delle piante rispondendo ai richiami luminosi.

DOVE VIVONO

Dal momento che la dieta è costituita da lumache, la Luciola italica vive in zone umide e calcaree.
Inoltre, per la sua sopravvivenza, necessita di oscurità: la luce fosforescente dei telefoni, i “flash” delle macchine fotografiche, i lampioni a LED e l’inquinamento luminoso in genere, ostacolano o addirittura impediscono l’incontro tra i due sessi.

PERCHÉ EMETTONO LUCE

La finalità è il proseguimento della specie. Per poter incontrare i partner della propria specie gli insetti usano diverse strategie, i grilli il suono, farfalle e coleotteri gli odori (feromoni) mentre le lucciole la luce. Ogni lucciola usa ritmi e intensità caratteristiche della propria specie. Sia il maschio che la femmina di Luciola italica emettono luce intermittente durante la loro attività crepuscolare e notturna: questo spettacolo si può ammirare soprattutto nel periodo tra la fine di maggio e giugno (alle nostre latitudini).

COME EMETTONO LUCE

La parte finale dell’addome è trasparente, dietro c’è uno strato costituito da una proteina, la luciferina, in questo strato sono immerse numerose diramazioni delle trachee, organi addetti al trasporto dell’ossigeno in tutto il corpo dell’insetto; in questo strato vi sono anche numerosi cristalli che hanno un’azione riflettente per intensificare la luce. È attraverso una semplice reazione chimica, un’ossidazione, che le lucciole producono luce, per “accendersi” devono solo fare arrivare più ossigeno alletrachee addominali. La presenza di acqua è importante perché avvenga la reazione ed è anche per questo che le lucciole vivono in ambienti umidi. La resa della luce è la più alta che si conosca, circa 92-98%, poiché si tratta di una luce fredda. Infatti confrontandola con una lampadina (a luce calda) veniamo a sapere che questa ha una resa solo del 4% dato che la maggior parte dell’energia viene dispersa sottoforma di calore.

CURIOSITA’

Esiste una specie di lucciola esotica predatrice che per nutrirsi ha escogitato uno stratagemma “geniale”: utilizza il segnale luminoso tipico di altre specie per attirarle solo che ai maschi che credevano di aver finalmente trovato una compagna per accoppiarsi aspetta invece una fine ben diversa.

What do you think?

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Loading…

0
Braci di Barù a Milano

Braci di Barù a Milano: menù, orari e indirizzo

Dove comprare i biglietti per il Salone del Mobile

Dove comprare i biglietti per il Salone del Mobile 2022?