Connect with us

Notizie

Vento: la ciclabile più lunga d’Italia, che da Torino porterà a Venezia

Pubblicato

il

Vento, la ciclabile più lunga d’Italia, sarà una superstrada, che da Torino condurrà a Venezia. Un viaggio lungo 679 chilometri per quella che diventerà la ciclabile più lunga d’Italia. Il progetto è stato ideato dal Politecnico e passerà ovviamente anche dalla nostra città, cambiando inevitabilmente l’Alzaia del Naviglio Pavese. Le gare saranno lanciate a settembre, per iniziare i lavori durante l’estate del 2020. Il progetto richiederà circa 18 mesi di lavori e occorreranno circa 2,5 milioni di euro. Un terzo finanziata con fondi europei e per il resto coperta dalle casse di Palazzo Marino.

Vento: la ciclabile più lunga d’Italia, che da Torino porterà a Venezia

VenTo, la ciclabile più lunga d’Italia, è stata battezzata così dall’unione delle due città a cui farà da collante, ovvero Venezia e Torino, sarà davvero maestosa, Il progetto partirà dalla Darsena, che è già stata ristrutturata e pedonalizzata. Ma il progetto è solo agli inizi, perché bisognerà proseguire la riqualificazione fino ai confini della città, con un percorso da fare in bicicletta in entrambi i sensi di marcia. Un intenso studio per trovare il giusto equilibrio tra il percorso ciclo-turistico nazionale e la vita dei residenti delle zone interessate. Il percorso attraverserà tratti in uso esclusivo, dove le bici potranno liberamente circolare. Altri tratti della ciclopedonale saranno in condivisione con le auto.

Come cambierà l’Alzaia

«Si eviterà il traffico di attraversamento in ingresso e uscita dalla città che deve usare viabilità più appropriata come l’autostrada o via Chiesa Rossa — ha spiegato Granelli illustrando il progetto ai cittadini — . Manterremo invece tutti gli accessi per i residenti e le attività, e il passaggio del trasporto pubblico». Ecco quindi il cambiamento che avverrà per l’Alzaia. Non più una porta d’accesso ma una vera e propria strada che attraverserà tutti i  quartieri che si affacciano sul fiume. La velocità sarà ridotta a 30km/h ma sarà comunque una svolta importante. Niente più macchine in sosta. 265 posti irregolari lasceranno spazio a ciclisti e pedoni. Ma, per non creare ulteriori squilibri, i posti verranno recuperati, anche se in numero ridotto lungo l’Alzaia e nelle vie interne. Da via Fra Cristoforo, a via Renzo e Lucia,a via Imperia, a via Bordighera. In totale ci saranno 2.165 spazi. Per i residenti saranno totalmente gratuiti, mentre  sarà a pagamento per chi viene da fuori. «Più sicurezza stradale, più spazio per pedoni e ciclisti, garanzia per la sosta dei residenti, meno auto da fuori, più alberi e verde, più aria pulita», è la sintesi fatta dall’assessore.

Newsletter

Resta aggiornato sui migliori eventi in città. Vivi la tua #milanolife

Accetto il trattamento dati secondo i termini definiti da MailChimp ( ulteriori informazioni )

Dati utilizzati unicamente per erogare il servizio e non saranno utilizzati per altri fini ne ceduti a terzi. Puoi effettuare la cancellazione in qualsiasi momento

Continua a leggere
Advertisement
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Notizie

Un’installazione sorprendente in Galleria a Milano: i cuccioli gialli di Moncler

Pubblicato

il

Un’installazione che non passa inosservata. In Galleria Vittorio Emanuele a Milano hanno fatto la comparsa un branco di cuccioli gialli. Una trovata pubblicitaria per l’apertura del nuovo negozio Moncler. Tanti curiosi, tra cittadini e turisti, si sono soffermati per una foto con questa particolare e sorprendente installazione.

LEGGI ANCHE: Armani si aggiudica l’asta a Milano: un milione e 900mila euro per il negozio in Galleria

Un’installazione sorprendente in Galleria a Milano: i cuccioli gialli di Moncler

Il negozio della Moncler ha sostituito Urban Center. E per celebrare la nuova apertura ecco comparire in Galleria dei cuccioli di gomma tutti gialli. Il collegamento è la recente linea per cappotti per cani, lanciata dal marchio di abbigliamento francese. Gli spazi dove sorge il nuovo negozio sono stati aggiudicati tramite gara pubblica, per un canone annuo di 2,5 milioni di euro.

LEGGI ANCHE: Il negozio dei Fratelli Rossetti arriva in Galleria

Newsletter

Resta aggiornato sui migliori eventi in città. Vivi la tua #milanolife

Accetto il trattamento dati secondo i termini definiti da MailChimp ( ulteriori informazioni )

Dati utilizzati unicamente per erogare il servizio e non saranno utilizzati per altri fini ne ceduti a terzi. Puoi effettuare la cancellazione in qualsiasi momento

Continua a leggere

Trasporti

M3 sospesa tra Maciachini e Centrale a Milano

Pubblicato

il

Atm informa che la circolazione sulla linea gialla M3, tra le fermate di Centrale e Maciachini è momentaneamente sospesa.

M3 sospesa tra Maciachini e Centrale altra mattinata nera a Milano

Newsletter

Resta aggiornato sui migliori eventi in città. Vivi la tua #milanolife

Accetto il trattamento dati secondo i termini definiti da MailChimp ( ulteriori informazioni )

Dati utilizzati unicamente per erogare il servizio e non saranno utilizzati per altri fini ne ceduti a terzi. Puoi effettuare la cancellazione in qualsiasi momento

Continua a leggere

Notizie

Villaggio Sogno del Natale: apertura posticipata e rimborsi

Pubblicato

il

Di qualche giorno fa la notizia che il Villaggio Sogno del Natale era stato posto sotto sequestro. A far scattare l’allarme le impalcature non a norma dei tre edifici più importanti.  Il Villaggio doveva aprire il 22 novembre e sono molte le persone che, avendo già acquistato il biglietto, si chiedevano cosa fare.

Acquista QUI il tuo biglietto

Ecco quindi che la direzione comunica che l’apertura è semplicemente posticipata a venerdì 29 novembre 2019 alle ore 15.00. Questa settimana di ritardo verrà compensata dal prolungamento dell’apertura fino al 6 gennaio 2020.

LEGGI ANCHE: I PM sequestrano il Villaggio Sogno di Natale all’Ippodromo a Milano: apertura a rischio

Villaggio Sogno del Natale: apertura posticipata

Il controllo ha fatto emergere che il Villaggio più atteso, non solo perchè una novità in città ma anche perchè il più grande d’Italia, sia stato realizzato senza rispettare le regole di sicurezza e igiene nei luoghi di lavoro. Sembra che i ventinove operai, facenti parte di cinque  ditte distinte, siano stati trovati a lavorare su ponteggi montati male e con impianti non a norma.

“L’obiettivo è evitare che si verifichino gravi infortuni”, spiegano dalla procura.

LEGGI ANCHE: Sogno del Natale: Il villaggio di Natale più grande d’Italia all’Ippodromo Snai di Milano

Rimborsi

L’organizzazione specifica, in un comunicato ufficiale che «chi avesse acquistato in prevendita i biglietti nei giorni precedenti al 29 novembre, potrà chiedere lo spostamento della visita in un’altra data compresa tra il 29/11/2019 e il 06/01/2020 oppure il rimborso presso la piattaforma di vendita su cui è stato effettuato l’acquisto. Ci scusiamo e confermiamo che presto il sogno diventerà realtà».

Acquista QUI il tuo biglietto

 

Newsletter

Resta aggiornato sui migliori eventi in città. Vivi la tua #milanolife

Accetto il trattamento dati secondo i termini definiti da MailChimp ( ulteriori informazioni )

Dati utilizzati unicamente per erogare il servizio e non saranno utilizzati per altri fini ne ceduti a terzi. Puoi effettuare la cancellazione in qualsiasi momento

Continua a leggere
Advertisement In genere, la visualizzazione degli annunci sulla pagina richiede pochi minuti. Tuttavia, in alcuni casi potrebbe essere necessaria un'ora. Per ulteriori dettagli, consulta la nostra guida all'implementazione del codice.

Popolari