La perdita di uno o più denti può rappresentare un serio problema e talvolta può essere vissuto come un vero e proprio trauma, a causa delle conseguenze che comporta sulla masticazione e sull’estetica del sorriso.

Come ormai tutti sanno, grazie all’ Implantologia Dentale, è possibile riavere un bel sorriso e denti fissi, riabilitando le arcate dentarie sia dal punto di vista funzionale che da quello estetico.

Un Impianto Dentale è un dispositivo medico in titanio, a forma di vite, che viene posizionato nell’osso in corrispondenza del dente mancante e utilizzato come radice “artificiale” del dente. Sull’ impianto osteointegrato viene poi ancorato il dente in ceramica che replica nella forma e nel colore quello naturale.

In ambito di Implantologia Dentale si sente sempre più spesso parlare di tecniche minimamente invasive, che permettono di inserire gli impianti senza tagli alle gengive e quindi con interventi sempre più rapidi e meno fastidiosi.

Abbiamo chiesto, in merito a questa tematica, chiarimenti al Dott. Depetro Salvatore Dentista, esperto in Implantologia Dentale a Milano

“La tecnica classica con cui viene inserito un impianto dentale, prevede un’incisione più o meno estesa sulla gengiva, al fine di poterla successivamente discostare dall’osso sottostante. Successivamente con delle frese calibrate si esegue la preparazione del sito implantare nel quale viene avvitato ed alloggiato l’impianto stesso. L’intervento è ultimato riposizionando la gengiva con dei punti di sutura.

La tecnica minimamente invasiva, detta anche Flapless (in inglese: senza lembo), permette, nei casi in cui è possibile eseguirla, di ridurre al minimo l’accesso per la preparazione del sito implantare, evitando estesi tagli alle gengive e scollamenti della stessa. In pratica viene realizzato solo un picco opercolo gengivale per consentire l’accesso alle frese di preparazione.

Questo consente di ridurre notevolmente i tempi dell’inserimento ed i disagi al Paziente durante e dopo l’intervento.

Il vantaggio più evidente dall’utilizzo di questa tecnica è relativo proprio alla riduzione dei fastidi post-operatori, che, nella maggior parte dei casi, risultano quasi inesistenti e facilmente controllabili farmacologicamente.

La tecnica Flapless sta riscuotendo grande successo grazie al miglioramento delle tecnologie a disposizione degli Odontoiatri, che consentono all’operatore di lavorare nella massima sicurezza.

Gli Implantologi, oggi, hanno a disposizione strumentazioni radiografiche 3D e software specifici per uso odontoiatrico che permettono una vera e propria simulazione digitale dell’intervento, valutando nel dettaglio i volumi ossei disponibili e le strutture anatomiche adiacenti ai siti implantari. Inoltre queste analisi consentono la creazione di guide chirurgiche molto precise che aiutano l’operatore nel posizionamento degli impianti.

Va comunque detto che esistono delle situazioni in cui non è possibile eseguire questa tecnica, ma bisognerà optare per una tecnica tradizionale. In particolare, mi riferisco a situazioni anatomiche particolarmente difficili, in cui è necessaria una ampia visibilità del campo operatorio o a situazioni che richiedono incrementi dei livelli ossei (rigenerazione).”

Il Dott. Depetro riceve i suoi Pazienti a Milano.

Potete richiedere un consulto direttamente da suo sito internet www.milanodentista.net

Newsletter

Resta aggiornato sui migliori eventi in città. Vivi la tua #milanolife

Accetto il trattamento dati secondo i termini definiti da MailChimp ( ulteriori informazioni )

Dati utilizzati unicamente per erogare il servizio e non saranno utilizzati per altri fini ne ceduti a terzi. Puoi effettuare la cancellazione in qualsiasi momento

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato


*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.