La società francese Kering ha scelto la città meneghina per ampliare le proprie sedi a livello mondiale. Da Parigi a New York, da Firenze a Shangai, senza dimenticare Hong Kong, Tokyo e Seul. Milano diventa così l’ottavo quartier generale di ben 11 mila metri quadrati disposti su 9 piani, in via Mecenate 91, vicino al Gucci Hub. Kering, secondo gruppo mondiale del lusso dopo Lvmh, avrà gli uffici all’interno della torre dove lavoreranno 150 dipendenti. Dal settore finaziario alla comunicazione, dalle risorse umane fino alla consulenza informatica e legale.

“Il forte significato simbolico della nuova sede milanese vuole consolidare l’identità di gruppo mondiale del lusso Kering che, con profonde radici in Italia, nutre un forte senso di rispetto nei confronti del patrimonio, del savoir faire e della cultura manageriale Made in Italy — ha commentato Jean-François Palus, managing director di Kering —. Negli ultimi 20 anni, l’Italia ha giocato un ruolo fondamentale nel gruppo e intendiamo potenziare gli investimenti, attraendo e trattenendo i migliori talenti”.

Kering apre una sede a Milano: la torre ecosostenibile in via Mecenate

La società ha 35 mila dipendenti nel mondo. È anche proprietaria dei marchi Gucci, Saint Laurent e Bottega Veneta, la maison Balenciaga, Alexander McQueen e Brioni, Boucheron, Pomellato, Dodo, Qeelin, Ulysse Nardin e Girard-Perregaux. Un’azienda in crescita, tanto che nel 2018 ha fatturato 13,7 miliardi di euro, un 26,3% in più rispetto al 2017.

Gli interni della torre, disposti su 9 piani, sono scanditi dall’alternarsi di legno e pietra. Non mancano ovviamente gli spazi verdi che richiedono bassi consumi idrici, mantenuti da un sistema di irrigazione che sfrutta sensori di pioggia e monitora il grado di umidità del suolo. Per completare questo progetto è stato installato un impianto di acqua sanitaria a basso consumo, con un risparmio idrico pari a circa il 50% rispetto all’edilizia tradizionale. E non solo, anche un sistema elettrico con Led dimmerabili a elevate prestazioni di gestione e controllo.

«Frutto di un progetto all’insegna della semplicità, la linearità alterna legno e pietra in una sofisticata palette di colori che trascende lo stile, per sottolineare l’impegno che il gruppo dedica alla sostenibilità», spiegano da Kering.

La torre sarà fornita anche di una mensa e una caffetteria aperte ai dipendenti e al pubblico. Da non perdere la terrazza panoramica al nono piano e un’area vetrata di 75 metri quadri destinata ad attività multifunzionali.

“Entro la fine dell’anno l’edificio milanese conseguirà le certificazioni Leed Core&Shell e Platinum Commercial Interior, offrendo spazi di lavoro che promuovono una migliore qualità di vita.” si legge in una nota ufficiale dell’azienda.

 

 

Newsletter

Resta aggiornato sui migliori eventi in città. Vivi la tua #milanolife

Accetto il trattamento dati secondo i termini definiti da MailChimp ( ulteriori informazioni )

Dati utilizzati unicamente per erogare il servizio e non saranno utilizzati per altri fini ne ceduti a terzi. Puoi effettuare la cancellazione in qualsiasi momento

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato


*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.