Milano in questo periodo è in vena di cambiamenti, di riqualificazioni, di novità. Ma le innovazioni non si limitano sono alle zone più centrali del comune, ma si estendono a tutta la periferia. Ed è infatti qui che uno dei tunnel più fatiscenti e maleodoranti di Milano sarà rivisitato e dato a nuova vita. Il ponte ferroviario di via Padova 89 diventerà una galleria, a cielo aperto. Questo il progetto pensato ed ideato dalla cooperativa Comin, con le associazioni B-Cam, T12 Lab e ComunicareArte Atelier Spazio Xpò. Un cambiamento profondo che proietterà anche la zona periferica della città nella Milano del nuovo millennio. Un luogo di degrado che assume una totale diversa  connotazione, diventando da luogo pericoloso e malfamato a location di bellezza ed arte.

LEGGI ANCHE: Addio Stadio Meazza, tutto pronto per l’abbattimento: il nuovo progetto

Un tunnel in degrado diventa galleria: il nuovo progetto di Via Padova

Comin illustra l’idea originale come quella di creare un passaggio “fruibile a tutti, una porta d’entrata alla città di Milano, un simbolo identitario del quartiere”.

All’esterno del tunnel dovrebbe essere posizionata la scritta luminosa “Via Padova Mondo”. Non solo una scritta ma un vero e proprio messaggio per quello che è di fatto uno degli accessi periferici della città. Comit vorrebbe che la scritta illuminata enfatizzasse “la dimensione multiculturale del quartiere” rendendola così “un segno di riconoscibilità e di orgoglio”.

LEGGI ANCHE: Milano 2030, arriva il progetto: 20 nuovi parchi, una circle line ferroviaria e case a prezzi bassi

Un’idea assolutamente innovativa quella di trasformare ponte ferroviario in una galleria. “Il progetto – spiega Velardi – è frutto di un lavoro che mette insieme chi lavora da anni sulla coesione sociale del territorio e artisti di fama internazionale come Pao, Tomoko Nagao e Pablo Pinxit”. La riqualificazione pensata costerebbe circa 100 mila euro, secondo le prime stime. Serve ora trovare i finanziamenti necessari nonché arrivare a un accordo col gruppo Rfi (Reti Ferroviarie Italiane) e l’assessorato all’Urbanistica del Comune di Milano per ottenere le autorizzazioni e i permessi necessari.

LEGGI ANCHE: Westfield Milano: la data di apertura del Centro Commerciale

I vantaggi del progetto di riqualificazione

Sicuramente non è solo da tenere in considerazione il lato meramente estetico di questo progetto. Riqualificare la zona, renderebbe il tunnel, ormai totalmente fatiscente e in degrado, un luogo sicuro. Da anni ormai questo luogo è mal visto dai cittadini. Buio e sporco è meta di gente poco raccomandabile ed è innegabile il lato negativo di questo luogo ormai in degrado.

LEGGI ANCHE: Corso Sempione come gli Champs Elysées entro il 2020: parte il progetto di riqualificazione

Il nuovo progetto per questo luogo così in degrado è stato presentato martedì 19 marzo 2019, in via Pimental. Durante un evento si è illustrato chiaramente ai cittadini gli scopi di questa riqualificazione dell’area. Da una parte “una collaborazione tra organizzazioni e mettere insieme competenze e talenti del sociale, dell’arte e delle professioni creative; dall’altra a favorire l’incontro con le realtà del mondo profit, imprese, organizzazioni di categoria, realtà commerciali, istituzionali e filantropiche desiderose di giocare un ruolo da protagoniste in questo cambiamento”.  Così le ha riassunte Comin nella presentazione. Una riqualificazione che sicuramente gioverà alla zona, che fa parte del nuovo quartiere denominato NoLo.  

Newsletter

Resta aggiornato sui migliori eventi in città. Vivi la tua #milanolife

Accetto il trattamento dati secondo i termini definiti da MailChimp ( ulteriori informazioni )

Dati utilizzati unicamente per erogare il servizio e non saranno utilizzati per altri fini ne ceduti a terzi. Puoi effettuare la cancellazione in qualsiasi momento

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato


*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.