Ricordate i 30 dipendenti sospesi ed indagati dello Store di Corsico. Strani avvenimenti che avevano destato dei sospetti su alcuni dipendenti dell’Ikea. Dei 250 dipendenti totali, 30 erano stati sospesi con l’accusa di truffa, furto e ricettazione. Mobili misteriosamente scomparsi o rubati. Cambiavano i prezzi ai mobili esposti per farli uscire dal negozio a sottocosto. A mettere in atto la maxi truffa sarebbe stato un gruppetto di magazzinieri e cassieri.

Ad accorgersene sono stati i responsabili dello store, attraverso le registrazioni delle telecamere di sicurezza. I dipendenti sfruttavano la loro posizione aziendale per passare inosservati agli occhi di altri colleghi, ignari della truffa in corso. Centinaia e centinaia di prodotti. Pensate di portarvi a casa una libreria e pagarla come un sottobicchiere. Ora che la Procura di Milano sa indagando, Ikea sta prendendo le sue misure. 10 in totale i dipendenti, appartenenti a quelli già sospesi, che si sono visti notificare il licenziamento. Sugli altri Ikea non ha ancora preso una decisione.

Ikea di Corsico: cambiavano i prezzi ai mobili esposti, 10 dipendenti licenziati. La vicenda

I dipendenti ideatori della truffa sono tutti magazzinieri e cassieri. Prezzi falsi e cartellini scambiati, per far uscire la merce a prezzi più che vantaggiosi. Utilizzando la loro posizione nell’azienda, sarebbero così riusciti a far uscire centinaia di prodotti, acquistati sottocosto e con prezzi totalmente falsi. Gli oggetti così acquistati finivano nelle case di amici e parenti. Molti di questi prodotti finivano anche per esser rivenduti sul web. Alcuni prodotti invece finivano direttamente con lo scomparire misteriosamente dal magazzino. Una truffa che conta centinaia e centinaia di prodotti. E così i ladri della truffa hanno finito con l’essere scoperti e sospesi dal lavoro. 10 di loro sono stati licenziati, gli altri sono in attesa di sapere le decisioni di Ikea. Su di loro indaga la procura di Milano, con l’accusa di truffa, furto e ricettazione.

Ikea di Corsico: la nota ufficiale

“Un’indagine interna ha accertato che alcuni co-worker a Corsico hanno avuto gravi comportamenti mirati a danneggiare le risorse aziendali. Ikea sta prendendo i provvedimenti necessari per proteggere i suoi co-worker e il suo brand. Alcuni di questi provvedimenti disciplinari sono stati già emessi, altri saranno definiti nelle prossime settimane. I singoli provvedimenti disciplinari sono stati presi nel rispetto delle norme vigenti e del contratto collettivo di lavoro. Nel rispetto della privacy di ciascun co-worker non forniremo dettagli sulle singole decisioni di natura disciplinare. Tutte le nostre azioni sono state e sono pensate per preservare il rispetto reciproco e la collaborazione tra Ikea e i suoi co-worker”.

Ikea di Corsico: cambiavano i prezzi ai mobili esposti, 10 dipendenti licenziati

”Un’indagine interna ha accertato che alcuni co-worker a Corsico hanno avuto gravi comportamenti mirati a danneggiare le risorse aziendali. Ikea sta prendendo i provvedimenti necessari per proteggere i suoi co-worker e il suo brand». Ikea spiega anche che «alcuni di questi provvedimenti disciplinari sono stati già emessi, altri saranno definiti nelle prossime settimane” si legge in una nota ufficiale di Ikea. I provvedimenti sono stati notificati nei giorni scorsi. Il bilancio è attualmente di 10 dipendenti licenziati. Le decisioni sono giunte dopo un’indagine interna. I dipendenti, alcuni assistiti dai sindacati Filcams Cgil e Sgb, sono stati sentiti uno per uno dai responsabili delle risorse umane dell’azienda. Resta da attendere le decisioni sulle restanti 20 persone sospese. 

Newsletter

Resta aggiornato sui migliori eventi in città. Vivi la tua #milanolife

Accetto il trattamento dati secondo i termini definiti da MailChimp ( ulteriori informazioni )

Dati utilizzati unicamente per erogare il servizio e non saranno utilizzati per altri fini ne ceduti a terzi. Puoi effettuare la cancellazione in qualsiasi momento

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato


*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.