In un’economia globale imprevedibile e quasi allo sbaraglio c’è una certezza inaspettata. Piazza Affari è stata tra le migliori borse europee nel 2018. Nonostante i rating dati dalle grandi banche ed enti finanziari che continuano a pesare sul groppone davvero tanto, ci sono alcuni istituti di analisi come Fitch che remano contro corrente e dicono che l’Italia resta salda sul suo rating. Probabilmente il dato deriva proprio dalle performance di borsa italiana nel 2018.

Anche questa settimana le performance di borsa sono rimaste interessanti e si è fatto registrare un dato davvero molto incoraggiante, ovvero un progresso del + 2,13%. Si tratta di una delle migliori performance di tutta Europa, pur dovendo notare che ultimamente i mercati della zona Euro non brillano per freschezza e positività.

Le sfide per la borsa italiana nel 2019

Il dato recente ben si abbina con quanto accaduto durante tutto il 2018 che ha fatto registrare una media in rialzo del 13% per la nostra borsa che si dimostra così in ottima salute e questo nonostante i recenti problemi registrati a causa dello spread. Ci sono tuttavia diverse minacce alla situazione attuale. Eccone alcune:

  • Rapporto governo/Europa: a destare preoccupazione come sempre è la situazione che vede un forte tira e molla tra il governo gialloverde e l’Europa. Salvini e Di Maio si presentano come due figure forti che intendono contrapporsi a quelli che vengono giudicati come atteggiamenti intimidatori da parte della Commissione. Le manovre italiane non sono piaciute e questo ha contribuito ad alzare la tensione.
  • Guerra dei Dazi: a influire negativamente su Borsa Italiana potrebbero mettercisi anche i dazi di Trum. Il presidente americano a causa delle sue controverse politiche economiche verso la Cina sta causando non pochi grattacapi ai mercati che stanno scontando pesantemente le sue mosse avventate che osteggiano il rivale cinese. La nostra borsa potrebbe subire cali se non si dovesse arrivare a segnali di distensione.
  • La Brexit: su borsa italiana potrebbe pesare anche il fardello della Brexit. L’Unione resta salda sulle sue posizioni e la May sta cercando di salvare la faccia con il suo Paese, di conseguenza non si intravede una soluzione e diventa sempre più probabile il “no deal” ovvero l’uscita senza accordo dall’Unione Europea. Tuttavia questo è il tipo di scenario che nessuno vorrebbe perché è quello che causa maggiore instabilità.

Questi sono i 3 fattori principali cui fare attenzione e sono confermati anche dagli esperti di Osservatoriofinanza. A prescindere da quello che potrebbe accadere quest’anno intanto il listino milanese nell’ultimo periodo ha visto trionfare soprattutto il settore bancario che ha riportato una crescita del +6,66%, ma le sorti del settore sono sempre legate a quelle dei BTp “risparmiati” dall’agenzia di rating recentemente.

Guardando ai dati sulla crescita per il 2019, restano tutt’ora poco incoraggianti e questo alla fine andrà a impattare il mercato nostrano portando a una perdita di fiducia da parte degli investitori. Per Moody’s la crescita italiana dovrebbe essere dello 0,4% quest’anno e dello 0,8% per il 2020. Questo soprattutto dopo che l’UE è intervenuta ancora una volta sulla situazione dei conti pubblici bacchettando il Bel Paese. Per la Commissione Europea non ci sono misure capaci di impattare la crescita a lungo termine per l’Italia.

Le manovre italiane come Quota 100 e il Reddito di Cittadinanza non sembrano essere le soluzioni giuste che l’Europa si attendeva per proseguire con un cammino positivo per le stime riguardanti la crescita in Italia. Per il momento sono i dati sull’occupazione a trainare in avanti con sicurezza la nostra economia. C’è stato infatti un consistente aumento dei contratti a tempo indeterminato.

Newsletter

Resta aggiornato sui migliori eventi in città. Vivi la tua #milanolife

Accetto il trattamento dati secondo i termini definiti da MailChimp ( ulteriori informazioni )

Dati utilizzati unicamente per erogare il servizio e non saranno utilizzati per altri fini ne ceduti a terzi. Puoi effettuare la cancellazione in qualsiasi momento

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato


*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.