Sciopero Autoguidovie previsto per il 22 febbraio: ecco gli orari garantiti. Un nuovo venerdì nero in arrivo per tutti i pendolari. È stato scelto il giorno dai sindacati per lo sciopero dei dipendenti di Autoguidovie. I dipendenti della società di autobus, che gestisce le linee extraurbane nelle aree Sud Est e Sud Ovest di Milano, nei comuni di Melzo, San Donato e Paderno Dugnano e si occupa dei collegamenti tra Monza, Sesto San Giovanni e Cologno Monzese, incroceranno le braccia il 22 febbraio 2019.

Sciopero Autoguidovie previsto per il 22 febbraio: ecco gli orari garantiti

Lo sciopero è stata proclamato dalle sigle Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Faisa Cisal e Ugl Fna e durerà ben 24 ore. Il 22 febbraio quindi i mezzi di Autoguidovie rischiano lo stop completo. Ecco gli orari, pubblicati dall’azienda, sul proprio profilo Facebook, delle fasce di garanzia.

“Il giorno 22 febbraio 2019, a causa di uno sciopero di 24 ore, saranno garantite le corse in partenza dai capolinea e indicate negli orari pubblicati: da inizio servizio sino alle ore 8:29, dalle ore 15:01 alle ore 18:00 – si legge nella nota -. Pertanto potrebbero non essere garantite le corse in partenza nella fascia oraria: dalle ore 8:30 alle ore 15:00, dalle ore 18:01 a fine servizio”.

Sono garantiti quindi, in servizio regolare, i mezzi di Autoguidovie dall’inizio del servizio alle 8.30 e dalle 15.00 alle 18.00.

Sciopero Autoguidovie previsto per il 22 febbraio: il motivo dello sciopero

A provocare lo sciopero indetto dai sindacati è “la riduzione del personale” che “rende impossibile garantire le corse”.
“Siamo in una situazione di stallo: dall’azienda non è arrivata alcuna apertura, ma i problemi ci sono e vanno risolti”, hanno dichiarato i sindacati. “La mancata assunzione dei 500 lavoratori necessari a garantire il servizio” e “i turni stabiliti”. Una mancata assunzione che – stando alla loro denuncia – sarebbe una “violazione al contratto collettivo di lavoro” che “inficia il diritto al riposo”.

Il prossimo venerdì nero: già previsto il nuovo sciopero

Confermato lo sciopero generale dei lavoratori e donne. A rischio i trasporti. In piazza quest’anno troveremo le maggiori bandiere sindacali accompagnate dalle donne che rivendicano diritti e uguaglianza.  Ha proclamato il gruppo “Non una di meno” e i gruppi di sindacati quali Usb, Usi Ait, Cub, Sgb e Usi. Uno sciopero che porterà non pochi problemi e disagi nel campo dei trasporti. Previsti infatti numerosi disagi dovuti allo sciopero di numerosi lavoratori. Ecco i maggiori disagi dovuti allo sciopero per i trasporti milanesi e i perchè dello sciopero indetto. “Se le nostre vite non valgono, noi scioperiamo!” uno degli slogan del gruppo “Non una di meno”.

“Uno sciopero dalle attività produttive e dai consumi, dal lavoro domestico e di cura, che ancora troppo spesso grava in via esclusiva sulle donne, siano esse native o migranti, che fungono da ammortizzatore sociale di un welfare sempre più privatizzato. Uno sciopero per dire basta alla violenza sulle donne, ai femminicidi, alle discriminazioni di genere e alle molestie nei luoghi di lavoro. Per il riconoscimento ed il finanziamento dei Centri Antiviolenza ed il sostegno economico per le donne che denunciano le violenze”.

LEGGI ANCHE: Milano, sciopero generale 8 marzo: caos trasporti, orari e fasce garantite

Newsletter

Resta aggiornato sui migliori eventi in città. Vivi la tua #milanolife

Accetto il trattamento dati secondo i termini definiti da MailChimp ( ulteriori informazioni )

Dati utilizzati unicamente per erogare il servizio e non saranno utilizzati per altri fini ne ceduti a terzi. Puoi effettuare la cancellazione in qualsiasi momento

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato


*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.