La truffa dei diamanti: tra i clienti vip anche Vasco Rossi. Tanti i clienti colpiti dalla truffa, tra cui molti vip. L’imprenditrice milanese Diana Bracco, le star televisive Simona Tagli e Federica Panicucci e anche il cantante Vasco Rossi. I finanzieri che si stanno occupando di questa truffa, hanno sequestrato ben 700 milioni di euro a istituti bancari e alle due società coinvolte nella vendita dei diamanti. L’accusa è di aver gonfiato i prezzi tra il 2012 e il 2016. L’inchiesta coinvolge una settantina di indagati e cinque banche: Bpm, Aletti, Unicredit, Intesa e Montepaschi.

LEGGI ANCHE: Vasco Rossi e la prova generale del VascoNonStop 2019

La truffa dei diamanti: le indagini

Le indagini sono partite nel 2017. Ad avviarle l’Autorità Antitrust messa in allarme dalle proteste di alcuni risparmiatori. Gli acquirenti si lamentavano di non riuscire a rivendere i diamanti regolarmente acquistati, neanche al prezzo d’acquisto. Avevano quindi scoperto di aver pagato quei diamanti ben più del loro valore di mercato. Ecco quindi scattare le indagini sulla truffa dei diamanti. Tra i tanti truffati, vittime di questo raggiro, Vasco Rossi che avrebbe acquistato diamanti, a prezzi maggiorati, per oltre 2 milioni e mezzo di euro. Tra i nomi spicca anche Federica Panicucci per 54 mila euro e Simona Tagli per 29 mila euro.

LEGGI ANCHEScaletta concerto Vasco San Siro 2019

La truffa dei diamanti: gli indagati

Tanti i clienti vip e tanti anche gli indagati. Cinque le banche indagate. Tra di loro la situazione peggiore la troviamo in Bpm. Il direttore generale Maurizio Faroni risulta tra gli indagati per concorso in truffa, autoriciclaggio e ostacolo all’esercizio della vigilanza. Alla banca, per questo caso, sono stati sequestrati quasi 84 milioni di euro. Alla Banca Montepaschi sono stati sequestrati 35 milioni e mezzo, alla Unicredit 32 milioni e ad Intesa soltanto 11 milioni. Incluse nei sequestri anche la Diamond Private Investment per un totale di 253 milioni e la Intermarket Diamond Business per 328 milioni. Queste società, di cui la Intermarket Diamond Business è recentemente fallita, sono specializzate in compravendita di diamanti e sono loro che hanno finalizzato le vendite per più di un miliardo di euro. Di questi soldi circa 600 milioni sono riconducibili a Bpm e Aletti, utilizzate come intermediari,  per un totale di circa 40 mila clienti.

LEGGI ANCHE: La Verità: testo e curiosità del nuovo singolo di Vasco

 

Newsletter

Resta aggiornato sui migliori eventi in città. Vivi la tua #milanolife

Accetto il trattamento dati secondo i termini definiti da MailChimp ( ulteriori informazioni )

Dati utilizzati unicamente per erogare il servizio e non saranno utilizzati per altri fini ne ceduti a terzi. Puoi effettuare la cancellazione in qualsiasi momento

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato


*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.