Connect with us

Gite

Campi di zucche a Milano e dintorni

Pubblicato

il

Campi di zucche a Milano e dintorni. Da quando Halloween ha raggiunto ormai ogni angolo del pianeta, la produzione di zucche per questa festività sono aumentate esponenzialmente. Una ormai famosissima festività che pone le sue radici in Irlanda, quando era ancora dominata dai Celti. Essi festeggiavano la fine della stagione estiva e l’inizio di quella invernale con una grande festa. Il loro anno nuovo infatti iniziava l’1 novembre 2018. Il tema principale era la morte, in sintonia con ciò che stava avvenendo in natura. I Celti credevano che il Samhain chiamasse a sé tutti gli spiriti, riunendoli ai vivi.

Verso la metà del XIX secolo, l’Irlanda fu colpita da una terribile carestia. Come risultato ci fu una enorme migrazione verso altri Paesi, come gli Stati Uniti d’America. Lì le tradizionali rapa e cipolla, utilizzate dai Celti per richiamare le anime dei defunti, furono rimpiazzate dalla zucca. Un ortaggio più comune in quei luoghi e che si prestava meglio alla lavorazione.

La produzione della zucca in Italia

In Italia, negli ultimi anni,  si è registrato un importante aumento dei consumi di zucca. L’incremento maggiore è stato ovviamente l’uso legato alla festività di Halloween rispetto all’uso culinario. Tutto questo ha portato ad un aumento delle produzioni. Nel 2017 sono stati prodotti circa 40 milioni di chili, +13% rispetto al 2016, su duemila ettari di terreno. “Il settore di questa cucurbitacea è in crescita – spiegava nel 2017 Assosementi  – Basti pensare che le superfici coltivate per la produzione di semente sono cresciute negli ultimi 10 anni del 58%, passando da 17 ai 27 ettari di oggi. Nel 2016 la produzione di sementi di zucca è stata di circa 100 quintali. La Lombardia e l’Emilia Romagna sono le regioni leader”.

La produzione di zucche è per il 25% della quantità nazionale ottenuta in Lombardia. Il resto della produzione è diffusa in Emilia-Romagna, Veneto, Campania, Lazio, Liguria, Sicilia e Toscana. Cresce di anno in anno anche l’esportazione. Da un’indagine di Coldiretti le zucche qui prodotte, esportate principalmente in Inghilterra, hanno fatto registrare un aumento record del 16%. Negli ultimi dieci anni la Lombardia ha più che raddoppiato le superfici destinate alla coltivazione della zucca. Secondo il Coldiretti si è passati dai 260 ettari del 2006 agli oltre 700 ettari del 2017. La classifica delle province lombarde è guidata da Mantova con quasi 396 ettari, raddoppiati in questi dieci anni, seguita da Cremona con 92 ettari.

Dove trovare i campi di zucche

Sono davvero tanti in Lombardia, ve ne consigliamo alcuni tra i più gettonati.

Campo dei Fiori

Si trova in frazione Sala al Barro di Galbiate, sulla provinciale per Oggiono, protesa sul lago. Una delle caratteristiche dell’azienda è il sistema del pick your own, ovvero “cogliere da soli” i prodotti da acquistare. Qui potrete trovare dalle tradizionali zucche di Halloween,  anche quelle di varietà “mini”, quella che può essere tenuta anche tra le mani dai più piccini.

Azienda agricola Corte Bevilacqua

Si trova a San Rocco di Quistello. Tra le varianti di zucca, la specialità di questa azienda è la Zucca di Quistello De.Co., perfetta per il ripieno dei tortelli.

Longhi Dino e Andrea

Si trova ad Ostiglia, in provincia di Mantova. Un’azienda a conduzione familiare con vendita diretta dei propri prodotti. Situata nelle vicinanze del Santuario della Madonna della Comuna.

Quinta Stagione

Si trova a Sermide, in provincia di Mantova. Azienda specializzata da oltre 20 anni specializzata nella produzione di zucche.

Newsletter

Resta aggiornato sui migliori eventi in città. Vivi la tua #milanolife

Accetto il trattamento dati secondo i termini definiti da MailChimp ( ulteriori informazioni )

Dati utilizzati unicamente per erogare il servizio e non saranno utilizzati per altri fini ne ceduti a terzi. Puoi effettuare la cancellazione in qualsiasi momento

Continua a leggere
Advertisement
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Gite

Luoghi freschi a Milano e nelle vicinanze: 10 idee

Pubblicato

il

Quando arriva l’estate Milano si trasforma in un girone infernale. Caldo, afa e nemmeno un’alito di vento. Quando di pioggia non ne cade da un po’ e i temporali sembrano soltanto un lontano ricordo, la città diventa una fornace. Le temperature diventano desertiche e le persone tendono a rinchiudersi, con ventilatori ed aria condizionata, per non morire di caldo. Se siete rimasti in città e le temperature superano, giorno dopo giorno, i 30 gradi, ecco qualche dritta. I luoghi freschi a Milano e nelle vicinanze, 10 idee da considerare se si sta boccheggiando e si contano i giorni che ci separano da Natale.

LEGGI ANCHE: Fuochi di Ferragosto a Milano e Lombardia: dove vederli

Luoghi freschi a Milano e nelle vicinanze: 10 idee

Parchi

Un classico da non sottovalutare, perché a Milano di polmoni verdi ce ne sono, a dispetto della nomea della città. Non solo grigio quindi, ma anche tanto verde tra cui perdersi. Non solo in città ma anche nelle vicinanze. Oasi di pace e tranquillità immerse nella natura incontaminata, per sfuggire dal caldo e dal caos cittadino.

Per approfondire >> Parchi e Oasi vicino a Milano 

 

Fiumi

Vicino alla città ci sono dei fiumi balneabili, che meritano una gita. Per sfuggire al caldo cittadino niente di meglio che immergersi nell’acqua fresca. Il refrigerio in questo caso è dato anche dalla location incontaminata, per un’atmosfera rilassata a contatto con la natura. 

Per approfondire >> I fiumi balneabili più belli della Lombardia: la top 10

 

Montagne

La classica gita, che ogni milanese ha in calendario. Qualunque sia il mese dell’anno, la montagna è sempre gettonata. Oltre al periodo invernale, quando la neve chiama, l’estate è un altro periodo dove non sottovalutarla. Perdersi tra le cime, tra passeggiate ed abbuffate di cibi tradizionali, è sempre un’ottima scelta per sfuggire al caldo della città.

Per approfondire >> Gita in montagna vicino a Milano

 

Piscine

Per chi non può allontanarsi dalla city, la piscina è un’ottima via di fuga dal caldo milanese. Super gettonate e super amate, d’estate sono un must, che va dalla mattina fino tarda sera.

Per approfondire >> Piscine all’aperto Milano: la top 20

 

Musei

Estate. Città semideserta e che comunque non smette di intrattenere i suoi cittadini. Perché non approfittare del momento e dell’aria condizionata, per godere di un momento di pace e relax, all’insegna della cultura? 

Per approfondire >> Le mostre da non perdere

 

Terme

Unire la piscina ad un momento di profondo relax e cura di se stessi. L’estate è il momento per pensare un po’ a se stessi, riprendo ritmi più lenti e rilassanti. Ecco perché concedersi una giornata di relax alle terme potrebbe esser la migliore idea dell’estate.

Per approfondire >> Terme a Milano e dintorni: la top 10

 

Cinema

Non il solito cinema, ma un calendario densissimo di appuntamenti con i migliori cinema all’aperto dell’estate milanese. Tante scelte e tanti film, per un’estate senza fine.

Per approfondire >> Migliori cinema all’aperto Milano

 

Laghi

Un altro must che sostituisce la voglia di mare. Acqua e scorci mozzafiato, paesini di pescatori e vere e proprie città che si affacciano su acque limpide.

Per approfondire >> Dove andare vicino a Milano: le gite fuori porta al lago

 

Concerti

Non sottovalutate l’idea di una serata all’aperto ascoltando buona musica e sorseggiando un cocktail. Tante proposte adatte a tutti i gusti, per una serata rinfrescante, anche per lo spirito. 

Per approfondire >> Carroponte: eventi e concertiCircolo Magnolia: il programma dell’estate

 

Aperitivi

Ultimo ma non ultimo, un appuntamento del milanese doc, l’ape. Se fatto in una location con cortile o dehor, è perfetto per l’estate torrida di Milano.

Per approfondire >> Aperitivi all’aperto a Milano: la top 10

 

Newsletter

Resta aggiornato sui migliori eventi in città. Vivi la tua #milanolife

Accetto il trattamento dati secondo i termini definiti da MailChimp ( ulteriori informazioni )

Dati utilizzati unicamente per erogare il servizio e non saranno utilizzati per altri fini ne ceduti a terzi. Puoi effettuare la cancellazione in qualsiasi momento

Continua a leggere

Gite

Donne: ecco gli orologi di moda nel 2019

Pubblicato

il

Sono tra gli oggetti più utilizzati dalle donne, non soltanto per la loro utilità, ma soprattutto come veri e propri accessori da abbinare in base alla particolarità di ogni singolo outfit. Possono essere preziosi o più economici, ma ognuno è importante a modo suo. Stiamo parlando degli orologi, tornati molto di moda come accessori, da qualche tempo. Le donne sono sempre più alla ricerca delle nuove tendenze, in modo da essere sempre al passo con la moda del momento. Poter sfoggiare un bell’orologio riesce senza dubbio a rendere più affascinante ogni donna, soprattutto quando si tratta di un bell’accessorio di tendenza.

Sicuramente ti starai chiedendo come poter avere degli orologi interessanti ad un buon prezzo. Non è poi così complicato, in quanto le possibilità sono davvero tante. Se vuoi acquistare un orologio di valore ma non hai disponibilità, puoi valutare di rivenderne uno già in tuo possesso. Ad esempio, se vivi a Milano puoi chiedere una veloce consulenza a professionisti del settore come mpreziosi.it, che nella sezione compro orologi milano del suo sito web offre proprio questo tipo di servizio. Avrai così la possibilità di poter accedere ad una vasta gamma di proposte tra le quali potrai scegliere quella più adatta a te, ai tuoi gusti e alle tue esigenze. Avere a disposizione il parere e il consiglio di veri esperti potrà sicuramente guidarti nella scelta più indicata, in base anche alle tendenze che nel 2019 sembrano aver preso piede.

Abbiamo analizzato quello che sembra essere il trend dominante della primavera – estate 2019. Te lo descriviamo in queste righe, selezionando due orologi di lusso e uno più accessibile a tutti, sperando possa esserti d’aiuto per comprendere al meglio qual è la tendenza da seguire per restare in linea con la moda del momento: tipo di quadrante, cinturino, forme, colori e dimensioni. Ecco tutto quello che devi sapere sulla tendenza primavera 2019.

Audemars Piguet – MILLENARY

Si tratta dell’orologio che ogni donna vorrebbe avere, sicuramente un orologio di lusso quindi non accessibile ad ogni tasca, ma sicuramente una buona scelta in termini di investimento. È la vera rappresentazione della femminilità, grazie alla sua particolare forma armoniosa, al suo cinturino in oro rosa e al quadrante decentrato in madreperla. Sulle anse e sulla casa sono presenti alcuni diamanti. Il prezzo richiesto per questo orologio è sicuramente alto, ma è rapportato alla qualità e ai materiali che lo caratterizzano. Non solo un orologio, ma un vero e proprio alleato della bellezza femminile.

Bulgari – LVCEA

Bulgari resta senza dubbio uno dei marchi più richiesti per quanto riguarda gli orologi di lusso. Questo particolare modello è un giusto mix di acciaio e oro. Il suo nome ha un significato particolare: risplendere. Ed è proprio ciò che fa quest’orologio. Risplende e rende il polso di ogni donna meraviglioso. Al posto dei numeri, sul quadrante, sono posti dei diamanti, che rendono questo orologio unico nel suo genere.

Daniel Wellington – CLASSIC OXFORD

Sembra essere il marchio del 2019 e senza dubbio il più amato e scelto dalle donne a livello europeo. Si tratta di un prodotto di ottima qualità e dal prezzo accessibile a tutti. Probabilmente è proprio grazie al suo prezzo che questo marchio sta spopolando tra le teenagers. Ma nonostante il prezzo sia molto basso rispetto ad orologi di lusso, questo accessorio è l’ideale per tutte le donne che abbiano voglia di seguire la moda e sentirsi trendy senza però dover spendere una cifra esorbitante. La vera dimostrazione che si può essere fashion anche spendendo poco. Il cinturino colorato ricorda i colori della primavera e mette sicuramente allegria.

Newsletter

Resta aggiornato sui migliori eventi in città. Vivi la tua #milanolife

Accetto il trattamento dati secondo i termini definiti da MailChimp ( ulteriori informazioni )

Dati utilizzati unicamente per erogare il servizio e non saranno utilizzati per altri fini ne ceduti a terzi. Puoi effettuare la cancellazione in qualsiasi momento

Continua a leggere

Gite

Lo spettacolo dell’Hanami a Milano: ecco dove potete ammirare i ciliegi in fiore

Pubblicato

il

Lo spettacolo dell’Hanami a Milano. Anche in città arriva la prima ed ecco dove potete ammirare i ciliegi in fiore. Da detriti e materiale da cantiere, dieci anni fa, in viale Sarca venne realizzato un parco. Trentamila metri quadrati, in zona Bicocca, che verso fine marzo sbocciano e rendono il paesaggio davvero suggestivo. Ottocento arbusti di varietà di ciliegi da fiore, come il Prunus serrulata “Kanzan”, Prunus serrulata avium e il Prunus subhirtella. La magia si crea su di una collinetta artificiale. Alta venticinque metri e ricavata dai detriti di scavo della ristrutturazione di quello che adesso è l’Hangar Bicocca della Pirelli.

Non solo ciliegi, ma anche magnolie e stupendi prati in fiore

È primavera e con il suo arrivo anche Milano si riempie di colori e afumature. Date un’occhiata anche alla biblioteca degli alberi di Porta Nuova. Oltre 90mila piante, con circa 45mila bulbi. Prati in fiore che meritano comunque di esser ammirati. A CityLife al giardinetto della chiesa Beata Vergine Addolorata di San Siro, a Sant’Eustorgio alla corte di Santa Maria delle Grazie potrete ammirare alberi in fiore. Da non perdere anche i giardini di Porta Venezia e il Bosco Verticale.

Cosa significa la parola Hanami

Il significato della parola Hanami ha un fascino tutto giapponese. Letteralmente significa “osservare i fiori”. In giapponese, “hana” infatti vuol dire fiori, mentre il “mi” è usato come guardare, o meglio ancora osservare. In Giappone il fiore per eccellenza che viene ammirato è quello del ciliegio, che in giapponese è chiamato sakura. Quando si parla Hanami si sottintende appunto i fiori di ciliegio. Le date dell’Hanami variano a seconda del clima della zona considerata. In Giappone, ad esempio, la fioritura dei ciliegi cade nel periodo compreso tra fine marzo e metà aprile. Una tradizione millenaria, che racchiude in sé molto simbolismo e lo spirito giapponese. Nel corso dei secoli è stato celebrato in diversi campi artistici, dalla poesia alla pittura.

Le leggende sull’Hanami

Ma qual è la vera origine dell’Hanami? Si racconta che la tradizione non sia iniziata in Giappone, ma in Cina, durante l’epoca della dinastia Tang. Sembra che inizialmente, intorno alla meta 700 dopo Cristo, il fiore osservato non fosse quello del ciliegio, ma bensì quello degli “ume” ovvero gli alberi di prugne. Fu sotto la successiva dinastia, quella degli Heian, che i sakura soppiantarono, grazie alla loro splendida bellezza, gli ume.

La parola Hanami comparve per la prima volta nel racconto Genji Monogatari, scritto dalla dama di corte Murasaki Shekibu. All’epoca, intorno all’anno mille, era un rito elitario, riservato a nobili, dignitari di corte, samurai e poeti. Si trattava di una cerimonia in cui si beveva sakè e si leggevano poesie, dedicate appunto alla bellezza dei fiori di ciliegio. Fu solo dopo il 1600 che l’Hanami diventò accessibile anche ai ceti minori, diventando in breve tempo una tradizione popolare.

Lo spettacolo dell’Hanami a Milano, non è l’unico in Italia

Milano non è l’unica città in Italia ad avere il suo Hanami. Sono tante le manifestazioni ed iniziative legate alla fioritura degli alberi di ciliegio nel nostro paese, ecco dove potrete trovare lo spettacolo dell’Hanami in Italia.

Laghetto dell’EUR, Roma
Museo Orto Botanico di Roma
Centro di Ricerca per la Frutticoltura, Ciampino (RM)
Feste dei Ciliegi in Fiore, Vignola (MO) – Dal 23 marzo al 14 aprile 2019
Contea dei Ciliegi, Pedaso (FM)
Strada del vino Soave, colline in provincia di Verona
Via dei Ciliegi, Scandicci (FI)
Marcia del Ciliegio in Fiore, Mason Vicentino (VI) – il 2 aprile 2018, giorno di Pasquetta, con partenza dalla scuola media in via Nogaredo a Mason Vicentino VI dalle ore 7 e 30 alle ore 10 mentre per i 20 km fino alle ore 9 e 30.
Camminata tra i Ciliegi in Fiore, Pecetto Torinese (TO) – il 7 aprile 2019

Newsletter

Resta aggiornato sui migliori eventi in città. Vivi la tua #milanolife

Accetto il trattamento dati secondo i termini definiti da MailChimp ( ulteriori informazioni )

Dati utilizzati unicamente per erogare il servizio e non saranno utilizzati per altri fini ne ceduti a terzi. Puoi effettuare la cancellazione in qualsiasi momento

Continua a leggere

Popolari