Connect with us

Notizie

Milano: via alle domande per il reddito di maternità


Pubblicato

il


3333

E’ finalmente partita la raccolta di richieste per il reddito maternità deciso dal Comune di Milano, grazie al quale le famiglie residenti a Milano e con un Isee fino a 17mila euro avranno diritto a un contributo di 1.800 euro (raddoppiato nel caso di gemelli) divisi in quote di 150 euro al mese per un anno. Al provvedimento potranno accedere tutte le famiglie che hanno avuto un bambino a partire dallo scorso aprile. Una volta raccolte tutte le domande all’indirizzo di posta elettronica pss.sostegnoalreddito@comune.mi, sarà pubblicato un elenco con i nomi di chi potrà beneficiare del contributo a partire dal prossimo autunno.

Milano: via alle domande per il reddito di maternità

Advertisements

I soldi previsti saranno erogati su una carta elettronica ogni due mesi a partire da quando sarà accolta la domanda per tutto l’anno successivo. Ma attenzione, non potranno essere indebitamente utilizzati, ma solo per acquistare prodotti per bambini in una rete di rivendite autorizzate e per pagare un servizio di baby sitting accingendo all’elenco pubblicato sul sito www.wemi.milano.it o rivolgendosi allo sportello CuraMi – Wemi presso il Pio Albergo Trivulzio. Secondo le previsioni, con questa misura si potrebbero aiutare fino a 1.700 famiglie in difficoltà.

A chi sarà assegnato il contributo e come sarà erogato

Il contributo di 1800 euro diviso in 12 mensilità sarà assegnato:

  • A tutti i nuovi nati a partire dal mese di aprile (l’importo sarà erogato dal momento in cui la domanda verrà accolta);
    in presenza di ISEE familiare fino a 16.954,95 euro
  • In caso di gemelli sarà assegnato per ciascun bambino

Il reddito:

  • Sarà pari a 1.800 euro in 12 quote mensili da 150 euro
  • Sarà caricato su carta elettronica ogni due mesi
  • Sarà cumulabile con altre misure di sostegno tra cui assegno di maternità INPS
  • Potrà ssere utilizzato per acquistare prodotti per la cura dei bambini in una rete di rivendite autorizzate e servizi, come la tata o la baby-sitter reperibili sul sito www.wemi.milano.it o allo sportello CuraMi – Wemi presso il Pio Albergo Trivulzio.

Arriva anche l’assistenza familiare per pagare una badante/tata/baby sitter

L’Amministrazione ha approvato l’istituzione dei buoni per l’assistenza familiare a sostegno delle spese per l’impiego di una badante, di una tata o di una baby-sitter. I buoni sono in assegnazione dal mese di maggio e saranno destinati ai residenti a Milano con un ISEE fino a 16.954,95 euro. Il contributo è di 1.500 euro liquidati in unica tranche a settembre e a dicembre nell’anno 2017 e a giugno e dicembre nell’anno 2018. Per averne diritto bisognerà:e

  • Documentare che l’assistente familiare ha un contratto in regola per almeno 15 ore settimanali (MAV contributi INPS);
    per le spese di una badante che la persona anziana abbia più di 60 anni e non sia ricoverato in via definitiva in una residenza;
  • Dimostrare per le spese di una tata o baby-sitter che il bambino non abbia più di 8 anni.

La richiesta potrà essere presentata allo Sportello CuraMi-WeMi presso il Pio Albergo Trivulzio, in via Trivulzio 15 (viale Bezzi 10 ingresso con parcheggio per autoveicoli) dal lunedì e venerdì, dalle ore 9:30 alle ore 11:30, il mercoledì dalle ore 15:00 alle ore 17:00. Si consiglia di contattare prima il numero 02 4029 7643 / 7644.

Le parole dell’assessore Majorino

Interrogato su questa nuova ed emozionante misura familiare, l’assessore alle Politiche sociali Pierfrancesco Majorino ha affermato:

Prosegue il nostro impegno a sostegno dei genitori milanesi e dei loro figli dopo l’attivazione del portale We-Mi, l’invio dei pacchi dono per i nuovi nati e l’assegnazione di un contributo per le spese di impiego di una badante o di una baby-sitter, avviamo, con la raccolta delle richieste, anche il reddito di maternità. Si tratta di un ‘piano mamma e papà’ a cui teniamo tantissimo e che intendiamo sviluppare ulteriormente.

Newsletter

Resta aggiornato sui migliori eventi in città. Vivi la tua #milanolife

Accetto il trattamento dati secondo i termini definiti da MailChimp ( ulteriori informazioni )

Dati utilizzati unicamente per erogare il servizio e non saranno utilizzati per altri fini ne ceduti a terzi. Puoi effettuare la cancellazione in qualsiasi momento

Advertisement
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Trasporti

Sciopero Alitalia a Milano: 150 voli cancellati

Pubblicato

il

Uno sciopero Alitalia, a Milano e in Italia, confermato e che lascerà a terra ben 150 voli dagli aeroporti di Linate, Malpensa e Orio Al Serio. La protesta è indetta dai sindacati del personale di Air Italy. Bloccherà piloti, assistenti di volo e personale di terra di Alitalia e Air Italy. Non si limiterà alle sole 24 ore del 13 dicembre 2019. Ci sarà il rispetto delle fasce di garanzia dalle 7 .00 alle 10.00 e dalle 18.00 e alle 21.00.

“La protesta è stata indetta in virtù del perdurare delle crisi Alitalia e Air Italy, per chiedere una riforma del comparto che intervenga nella concorrenza tra imprese del settore, per norme specifiche contro il dumping contrattuale e  il finanziamento strutturale del Fondo di Solidarietà di settore”.

Sciopero Alitalia a Milano: 150 voli cancellati

Advertisements

Cancellati molti voli, collegamenti e tratte nell’intera Italia, diretti in Europa e in alcuni voli intercontinentali. La maggior parte dei voli bloccati sono nella giornata di venerdì 13 dicembre. Alcuni voli cancellati sono anche nelle giornate di giovedì 12 dicembre e sabato 14 dicembre 2019. Molti disagi quindi per i passeggeri coinvolti nelle cancellazioni. L’obiettivo è quello di prenotare per i viaggiatori coinvolti nelle cancellazioni posti sui primi voli disponibili in giornata, grazie all’utilizzo di aerei più capienti. Secondo le previsioni saranno almeno il 50% dei viaggiatori a partire comunque durante il 13 dicembre.

Informazioni, rimborsi e cambi prenotazioni

Gli utenti coinvolti nelle cancellazioni possono controllare su quale volo sono stati riprenotati collegandosi al sito di Alitalia e inserendo, nella sezione ‘I MIEI VOLI’ in home page, il proprio ‘Nome’, ‘Cognome’ e il ‘Codice di Prenotazione’. Possibile chiedere informazioni, chiamando il numero verde 800.65.00.55 (dall’Italia) o il numero +39.06.65649 (dall’estero). Potete anche contattare l’agenzia di viaggio dove hanno acquistato il biglietto. Per i voli del 12 dicembre o nella mattina del 14 dicembre sarà possibile cambiare la prenotazione senza alcuna penale o chiedere il rimborso del biglietto fino al 18 dicembre.

Newsletter

Resta aggiornato sui migliori eventi in città. Vivi la tua #milanolife

Accetto il trattamento dati secondo i termini definiti da MailChimp ( ulteriori informazioni )

Dati utilizzati unicamente per erogare il servizio e non saranno utilizzati per altri fini ne ceduti a terzi. Puoi effettuare la cancellazione in qualsiasi momento

Continua a leggere
Advertisement

Popolari