Connect with us

Informazioni utili

Dispositivo anti abbandono: dove comprarli a Milano

Pubblicato

il

Dal 7 novembre 2019 il dispositivo anti abbandono è diventato obbligatorio, e sui giornali e sui social rimbalza la notizia. Al momento arrivano idee molto confuse su quali siano realmente a norma con la legge entrata in vigore e quale tipo sia da preferire. Ma in mezzo a questo caos di notizie ed idee contrastanti, rimane il fatto che le multe sono reali e davvero molto salate. Dopotutto c’è in ballo la vita dei nostri figli, e non poteva che essere così. C’è anche qualcuno che sostiene che la legge entrerà in vigore tra 120 giorni, quindi non prima di marzo 2020. Altri sostengono che invece la legge sia applicabile da subito. Mentre chiariscono le idee vediamo insieme le caratteristiche che dovrebbero possedere i dispositivi anti abbandono e quelli che sono attualmente in commercio.

Dispositivo anti abbandono

Secondo l’attuale legge il dispositivo anti abbandono deve poter attivarsi automaticamente ad ogni utilizzo e senza ulteriori azioni da parte del conducente. La maggior parte dei dispositivi attualmente reperibili sul mercato richiede tuttavia il Bluetooth. Sembra una cosa da niente, visto che ormai gli smartphone attualmente in commercio lo possiedono di base. Giustissimo, ma non tutti possiedono uno smart di ultima generazione e non sembra giusto aggiungere al costo del dispositivo, anche il costo di un cambio cellulare per chi non lo ritiene necessario. Ci sono poi quelli che devono esser attivati fisicamente e quelli che richiedono l’attacco all’accendisigari. Tutto questo in realtà è contro quello dichiarato dalla norma entrata in vigore. Infatti, che sia attivarlo manualmente, collegarlo all’accendi sigari o controllare l’attivazione del Bluetooth, tutti questi dispositivi necessitano delle azioni del conducente. E ovviamente non esiste il “mi sono dimenticato di attivarlo”.

Tutte le caratteristiche richieste dal dispositivo anti abbandono

Il dispositivo anti abbandono è stato confermato il 7 novembre 2019 e dovrebbe diventare obbligatorio il 6 Marzo 2020. Sembra che a breve saranno disponibili degli incentivi per chi acquista il dispositivo anti abbandono. In ogni caso, chi trasporta bambini al di sotto dei 4 anni deve tassativamente avere un sistema anti-abbandono a bordo della propria autovettura.

Il dispositivo deve possedere le seguenti caratteristiche:

  • si deve attivare in modo automatico, senza l’intervento umano
  • deve segnalare l’attivazione del dispositivo e avere un sistema di allarme, visivo e acustico o con vibrazione, percepibile sia dentro che fuori l’abitacolo della vettura
  • è necessario che sia conforme alle norme UE e possedere la marcatura CE
  • il sistema elettronico e sensori deve possedere anche un allarme che indichi la batteria scarica e deve poter in autonomia inviare segnalazioni di allarme via messaggi e/o chiamate a 3 numero di telefono distinti.

Dispositivi anti abbandono in commercio

Alcuni hanno invece la necessità di esser attivati a mano, come ad esempio Chicco Easy-Tech e Tata, o via Bluetooth, come Cybex Sensorsafe. Quindi già in partenza non vanno bene. O hanno bisogno di accendisigari, come Baby Bell o Remmy. Oltre ai sopracitati dispositivi anti abbandono attualmente in commercio, ne troviamo davvero moltissimi che richiedono il Bluetooth come base. Bebé confort, Foppapedretti babyguard, Inglesina e Typpy, l’unico a possedere una certificazione di conformità. Rimane poi Chicco BebèCare che sembra possa essere l’unico veramente automatico.

 

Newsletter

Resta aggiornato sui migliori eventi in città. Vivi la tua #milanolife

Accetto il trattamento dati secondo i termini definiti da MailChimp ( ulteriori informazioni )

Dati utilizzati unicamente per erogare il servizio e non saranno utilizzati per altri fini ne ceduti a terzi. Puoi effettuare la cancellazione in qualsiasi momento

Continua a leggere
Advertisement
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Informazioni utili

Don Papa

Pubblicato

il

Il rum è uno dei distillati più graditi anche a chi non si intende molto di questi prodotti, grazie all’aroma molto gradevole e al gusto piuttosto dolce, considerando che la materia prima utilizzata per ottenere questo prodotto è costituita dal succo o dalla melassa di canna da zucchero.

Avere sempre una bottiglia di rum di ottima qualità nell’angolo bar di casa è praticamente indispensabile per chiunque abbia la passione per i distillati, perfetto da gustare la sera dopo cena e da offrire agli ospiti.

Naturalmente, è importante scegliere un prodotto di comprovata qualità e affidabilità: le offerte rum Don Papa disponibili sull’e-shop Sapori dei Sassi, lo store dedicato ai migliori prodotti di enogastronomia, rappresentano l’occasione ideale per provare un eccellente rum invecchiato, ideale anche da offrire in regalo.

Come avviene la produzione del rum

Il rum, in generale, è un distillato alcolico ottenuto dal succo di canna da zucchero o dalla melassa, con un procedimento che prevede dapprima la fermentazione e successivamente la distillazione della materia prima tramite la tradizionale procedura con alambicco.

Il prodotto ottenuto al termine della distillazione è già da considerarsi rum a tutti gli effetti: è a questo punto che inizia il processo di invecchiamento, di solito in botti di quercia o di rovere. L’invecchiamento del rum può proseguire anche per diversi anni, anzi, si può dire che più a lungo si protrae questo periodo e migliore sarà la qualità del distillato ottenuto.

Nel corso dell’invecchiamento, il rum assume un gusto morbido e delicato, impreziosito dagli aromi speziati caratteristici del legno. I principali elementi che differenziano le varietà di rum sono infatti il periodo di invecchiamento e il tipo di legno delle botti in cui il distillato trascorre questo tempo.

Le caratteristiche del rum Don Papa

Il Rum Don Papa, il cui luogo di origine sono le Filippine, è un rum molto invecchiato e di qualità elevata. Per ottenerlo, si utilizzano le canne da zucchero provenienti dalle piantagioni locali, in grado di fornire una melassa particolarmente densa e molto dolce.

Infatti, il territorio delle Filippine è piuttosto favorevole alla coltivazione della canna da zucchero grazie ad un terreno di origine vulcanica, ricco di elementi nutritivi, e ad un microclima ideale per questo tipo di produzione agricola.

La melassa ottenuta dalle migliori canne da zucchero viene fatta fermentare per un certo tempo, e successivamente distillata a media temperatura, utilizzando acqua pura proveniente dalle sorgenti locali. Il distillato così ricavato dovrà invecchiare per sette anni all’interno di botti di quercia usate in precedenza per il Bourbon whisky americano.

É una caratteristica della procedura di invecchiamento del rum quella di utilizzare botti riempite in precedenza con whisky bourbon o sherry. I barili utilizzati per il Rum Don Papa sono costruiti con legno di rovere selezionato dalle foreste americane e leggermente affumicato: questo materiale conferisce al distillato un caratteristico aroma fruttato e dolce, oltre ad un colore leggermente scuro.

Un’altra particolarità di questo rum è il luogo in cui viene collocato nel periodo dell’invecchiamento: si tratta di un avvallamento situato ai piedi del monte Kanlaon, dove il particolare clima umido e caldo favorisce la maturazione del distillato, prima di essere trasferito nelle bottiglie.

Un rum dolce, gradevole e delicato

Il risultato di questo lavoro è un distillato dal gusto morbido, delicato ma al contempo deciso e molto piacevole, in cui si notano elementi aromatici che ricordano il miele, la vaniglia, le spezie, la frutta e le nocciole. La gradazione alcolica del Rum Don Papa è del 40%.

Il Don Papa può essere acquistato direttamente sullo store Sapori dei Sassi e, oltre alla caratteristica bottiglia, si presenta in una bellissima confezione, perfetta da offrire in regalo.

Newsletter

Resta aggiornato sui migliori eventi in città. Vivi la tua #milanolife

Accetto il trattamento dati secondo i termini definiti da MailChimp ( ulteriori informazioni )

Dati utilizzati unicamente per erogare il servizio e non saranno utilizzati per altri fini ne ceduti a terzi. Puoi effettuare la cancellazione in qualsiasi momento

Continua a leggere

Informazioni utili

Moulinex amplia l’offerta di robot da cucina professionali

Pubblicato

il

Alleati degli amanti dell’arte culinaria e anche di chi ha bisogno di ottimizzare tempi e risorse, i robot da cucina sono un aiuto non da poco: consentono di fare molte cose, riunendo in un unico macchinario le funzioni di più dispostivi, avvicinano i nostri risultati a un livello professionale. Se tutto questo sembra troppo bello per essere vero e si potrebbe credere che la spesa possa essere ingente, non è così: esistono robot compresi in fasce di prezzo accessibili. Dal gelato alla sfoglia, dalla pasta e le sue trafile fino all’impasto per pizza e dolci, dalla passata di pomodoro alla spremuta di arancia passando per la panna montata, guadagnerete in tempo, praticità ed efficienza.

Perché l’innovazione è importante?

Il nostro mondo è in continua evoluzione e tutto ciò che è legato alla tecnologia non è esente da questo principio, anzi, lo incarna pienamente. Anche le macchine per cucinare e preparare cibi seguono inevitabilmente questa tendenza: per essere al passo coi tempi, il settore dei robot da cucina si rinnova e propone cose nuove. È un fattore inevitabile, oggi molti di noi non vogliono rimanere indietro, molti di noi sanno che il progresso ci semplifica la vita e sempre di più e sempre più efficacemente. Star dietro a tutto questo ci agevola e, tendenzialmente, se dobbiamo comprare un prodotto mai utilizzato prima, o cambiare il modello che ci si è rotto, dare un’occhiata alle ultime uscite è senza dubbio una buona idea.

Perché scegliere Moulinex?

Uno dei marchi di riferimento per quanto riguarda la produzione di robot da cucina e altri prodotti all’avanguardia è Moulinex, che si pone come obiettivo quello di soddisfare costantemente le aspettative di efficienza e innovazione dei propri clienti.

Per farsi un’idea della qualità degli articoli proposti dalla nota azienda francese, è sufficiente consultare approfondimenti in rete, proposti da portali esperti in materia. Sul sito di Peccati di Dolcezze, per esempio, è possibile trovare non soltanto una recensione del robot da cucina Moulinex ma anche un elenco dei modelli più richiesti del marchio dai consumatori, così da poter avere un’idea chiara delle caratteristiche del prodotto e delle ultime tendenze del mercato.

In questo modo si può notare come, nei vari modelli, innovazione e praticità vengano conciliati con le esigenze del consumatore. A tutto ciò si aggiungono facilità nell’utilizzo di questi macchinari e un design elegante e gradevole.

Chi ama cucinare può davvero sbizzarrirsi: avete a disposizione diversi accessori che possono alternarsi, dipende da cosa dovete preparare. Degli esempi sono la lama per impastare, il coltello, la frusta o i dischi che potete usare per grattugiare alimenti. La tecnologia che è davvero di aiuto all’uomo è, forse, quella che non si sostituisce alle sue capacità ma quella che le potenzia. I robot Moulinex durano a lungo e non soffocano la vostra creatività, non compromettono o alterano più di tanto i risultati che possono venire dalla vostra fantasia o, almeno, non in maniera eccessiva. Sono più che altro un aiuto per realizzare le fasi più meccaniche della preparazione di cibi. Senza contare che ormai utilizziamo comunque dei dispositivi, pensiamo al frullatore o allo spremiagrumi. A questo punto, allora, conviene avere tutti i nostri accessori tecnologici in una macchina sola, con risparmio di spazio e guadagno in termini estetici.

Le novità Moulinex

Tra le novità proposte dall’azienda nel 2019, troviamo Moulinex Double-Force, che con la sua potenza di 1000 watt è una vera forza nel centrifugare. Oltre a impastare e grattugiare, può tritare persino spezie e ghiaccio. È un prodotto stabile, anche a velocità elevate; è semplice da utilizzare, pure per chi non è molto tecnologico, con un design classico che accontenta un po’ i gusti di tutti. Presenta una capacità di 3 litri e una doppia uscita motore.

Moulinex Masterchef, invece, riesce a lavorare anche i cibi più duri, perché è in grado di raggiungere velocità sostenute. Lo si può lavare in lavastoviglie. Se parliamo di innovazione, poi, non si può non citare il modello Moulinex Companion. Definirlo robot è riduttivo e annovera tra le sue funzioni anche la cottura a vapore, venendo incontro alle esigenze di chi ama mangiar sano e ne comprende l’importanza. Ottimo pure per la preparazione di pane e pizza, presenta un prezzo maggiore rispetto agli altri modelli, ma la sua notevole versatilità ripaga pienamente la spesa.

Newsletter

Resta aggiornato sui migliori eventi in città. Vivi la tua #milanolife

Accetto il trattamento dati secondo i termini definiti da MailChimp ( ulteriori informazioni )

Dati utilizzati unicamente per erogare il servizio e non saranno utilizzati per altri fini ne ceduti a terzi. Puoi effettuare la cancellazione in qualsiasi momento

Continua a leggere

Informazioni utili

Prestiti Compass: requisiti e come si effettua il calcolo rata

Pubblicato

il

Capita quasi a tutti, presto o tardi, di avere bisogno di una piccola/grande forma di aiuto: aiuto per realizzare i propri progetti, aiuto per portare avanti la propria formazione, aiuto per superare un momento di crisi, o magari aiuto proprio per affrontare al meglio un momento felice (pensate ad esempio a dei lavori di ristrutturazione in vista di un matrimonio, o all’acquisto di una nuova casa in vista dell’arrivo di un figlio). Per fortuna al giorno d’oggi i prestiti sono molto più facili da ottenere rispetto ad un tempo e, soprattutto, per fortuna oggi esistono tantissime realtà più che affidabili: aziende di comprovata esperienza, capaci di offrire un prestito a condizioni più che vantaggiose. Ebbene, nell’articolo di oggi ci occuperemo da vicino proprio di una di queste realtà, visto che proveremo a raccontarvi tutto quello che c’è da sapere sui prestiti Compass: vi presenteremo le principali offerte dell’istituto del gruppo Mediobanca, vi mostreremo i requisiti necessari per potere richiedere un prestito e vi spiegheremo come effettuare il calcolo della rata comodamente da casa propria, utilizzando esclusivamente un computer, un tablet o addirittura un semplice smartphone.

CHE COSA È COMPASS E DI COSA SI OCCUPA

Iniziamo raccontandovi che cosa sia Compass e di cosa si occupi questa particolare società per azioni fondata nel 1960 a Milano. Ebbene, Compass è una società finanziaria specializzata nel credito al consumo, quindi in prestiti personali e finalizzati, in carte di credito e nella cosiddetta cessione del quinto: una forma di prestito particolare che prevede la cessione di quote dello stipendio o del salario per l’appunto fino ad un quinto dell’ammontare dello stesso. Una società finanziaria che appartiene a Mediobanca Banca di Credito Finanziario, ovvero uno degli istituti di credito più importanti del nostro paese, oggi presente in diversi mercati internazionali con diverse sedi tra Pagiri, Madrid, Londra, Mosca, New York, Istanbul e tanto altro ancora.

IN COSA CONSISTONO I PRESTITI COMPASS

Il prestito online erogato da Compass è una comoda soluzione per realizzare i progetti più disparati: il suo ammontare può andare dai 3.000 ai 30.000 euro, e la somma può venire restituita in un lasso di tempo che può venire stabilito tra i 24 ed i 96 mesi (il superamento delle 84 mensilità è possibile solo per importi richiesti che siano superiori ad i 15.000 euro). Un aspetto particolarmente interessante dei prestiti Compass è che possono venire rapidamente richiesti online: per richiedere informazioni preliminari infatti è sufficiente recarsi sul sito di riferimento compass.it ed indicare informazioni basilari quali importo del prestito e numero di rate di restituzione, per calcolare rapidamente l’ammontare della cifra che dovremo restituire mensilmente. Inoltre è possibile sfruttare il sito di cui sopra anche per prenotare degli appuntamenti e venire seguiti in maniera più che personalizzata, in modo da cucire il prestito sulle proprie esigenze. Compass infatti si occupa anche di prestiti finalizzati e, come già detto, di Cessione del Quinto: per altro quest’ultima formula consente di richiedere anche importi più elevati (addirittura oltre i 75.000 euro), garantiti dalla busta paga del richiedente.

ALTRI SERVIZI COMPASS

Con Compass è inoltre possibile richiedere servizi ulteriori rispetto al prestito o alla Cessione del quinto: con l’istituto è infatti possibile accedere a soluzioni assicurative tanto facili da ottenere quanto innovative nella loro formula, in modo da proteggere al meglio la propria casa o, più in generale, i propri investimenti. Inoltre è possibile richiedere carte di credito e/o aprire conti: da questo punto di vista vi consigliamo nuovamente di recarvi su compass.it e di osservare da vicino la sezione dedicata a CompassPay, il nuovo Conto&Carta con tanti servizi online.

Newsletter

Resta aggiornato sui migliori eventi in città. Vivi la tua #milanolife

Accetto il trattamento dati secondo i termini definiti da MailChimp ( ulteriori informazioni )

Dati utilizzati unicamente per erogare il servizio e non saranno utilizzati per altri fini ne ceduti a terzi. Puoi effettuare la cancellazione in qualsiasi momento

Continua a leggere
Advertisement In genere, la visualizzazione degli annunci sulla pagina richiede pochi minuti. Tuttavia, in alcuni casi potrebbe essere necessaria un'ora. Per ulteriori dettagli, consulta la nostra guida all'implementazione del codice.

Popolari