Dispositivo anti abbandono: dove comprarli a Milano

| |

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Ancora nessuna valutazione)
Loading...
Advertisements

Dal 7 novembre 2019 il dispositivo anti abbandono è diventato obbligatorio, e sui giornali e sui social rimbalza la notizia. Al momento arrivano idee molto confuse su quali siano realmente a norma con la legge entrata in vigore e quale tipo sia da preferire. Ma in mezzo a questo caos di notizie ed idee contrastanti, rimane il fatto che le multe sono reali e davvero molto salate. Dopotutto c’è in ballo la vita dei nostri figli, e non poteva che essere così. C’è anche qualcuno che sostiene che la legge entrerà in vigore tra 120 giorni, quindi non prima di marzo 2020. Altri sostengono che invece la legge sia applicabile da subito. Mentre chiariscono le idee vediamo insieme le caratteristiche che dovrebbero possedere i dispositivi anti abbandono e quelli che sono attualmente in commercio.

Dispositivo anti abbandono

Advertisements

Secondo l’attuale legge il dispositivo anti abbandono deve poter attivarsi automaticamente ad ogni utilizzo e senza ulteriori azioni da parte del conducente. La maggior parte dei dispositivi attualmente reperibili sul mercato richiede tuttavia il Bluetooth. Sembra una cosa da niente, visto che ormai gli smartphone attualmente in commercio lo possiedono di base. Giustissimo, ma non tutti possiedono uno smart di ultima generazione e non sembra giusto aggiungere al costo del dispositivo, anche il costo di un cambio cellulare per chi non lo ritiene necessario. Ci sono poi quelli che devono esser attivati fisicamente e quelli che richiedono l’attacco all’accendisigari. Tutto questo in realtà è contro quello dichiarato dalla norma entrata in vigore. Infatti, che sia attivarlo manualmente, collegarlo all’accendi sigari o controllare l’attivazione del Bluetooth, tutti questi dispositivi necessitano delle azioni del conducente. E ovviamente non esiste il “mi sono dimenticato di attivarlo”.

Tutte le caratteristiche richieste dal dispositivo anti abbandono

Il dispositivo anti abbandono è stato confermato il 7 novembre 2019 e dovrebbe diventare obbligatorio il 6 Marzo 2020. Sembra che a breve saranno disponibili degli incentivi per chi acquista il dispositivo anti abbandono. In ogni caso, chi trasporta bambini al di sotto dei 4 anni deve tassativamente avere un sistema anti-abbandono a bordo della propria autovettura.

Il dispositivo deve possedere le seguenti caratteristiche:

  • si deve attivare in modo automatico, senza l’intervento umano
  • deve segnalare l’attivazione del dispositivo e avere un sistema di allarme, visivo e acustico o con vibrazione, percepibile sia dentro che fuori l’abitacolo della vettura
  • è necessario che sia conforme alle norme UE e possedere la marcatura CE
  • il sistema elettronico e sensori deve possedere anche un allarme che indichi la batteria scarica e deve poter in autonomia inviare segnalazioni di allarme via messaggi e/o chiamate a 3 numero di telefono distinti.

Dispositivi anti abbandono in commercio

Alcuni hanno invece la necessità di esser attivati a mano, come ad esempio Chicco Easy-Tech e Tata, o via Bluetooth, come Cybex Sensorsafe. Quindi già in partenza non vanno bene. O hanno bisogno di accendisigari, come Baby Bell o Remmy. Oltre ai sopracitati dispositivi anti abbandono attualmente in commercio, ne troviamo davvero moltissimi che richiedono il Bluetooth come base. Bebé confort, Foppapedretti babyguard, Inglesina e Typpy, l’unico a possedere una certificazione di conformità. Rimane poi Chicco BebèCare che sembra possa essere l’unico veramente automatico.

 

Newsletter

Resta aggiornato sui migliori eventi in città. Vivi la tua #milanolife

Accetto il trattamento dati secondo i termini definiti da MailChimp ( ulteriori informazioni )

Dati utilizzati unicamente per erogare il servizio e non saranno utilizzati per altri fini ne ceduti a terzi. Puoi effettuare la cancellazione in qualsiasi momento

Previous

3 stelle Michelin a Milano, con il ristorante di Enrico Bartolini al Mudec

Un Pikachu gigante a Milano: lancio di Pokémon Spada e Scudo per Nintendo Switch

Next

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.