autovelox

Gli autovelox di Viale Fulvio Testi a Milano stanno mietendo parecchie vittime tra i pendolari che devono percorrere la strada per recarsi al lavoro. E’ del 19 febbraio 2019 l’ultima sentenza con cui il Giudice di Pace , dopo la presentazione da parte di un automobilista di un ricorso per ben 8 multe per eccesso di velocità, lo ha accolto.

Autovelox non omologati in Via Fulvio Testi

Innanzi tutto, sembra proprio vero che gli autovelox situati in Via Fulvio Testi a Milano non siano adeguati alle norme in proposito. “Mancata omologazione dell’apparecchiatura utilizzata” è il motivo per cui il Giudice di Pace ha accolto il ricorso dell’automobilista multato 8 volte per eccesso di velocità.

Non è questo il primo caso, probabilmente non sarà l’ultimo, se le varie proteste da parte di chi transita nel Viale suddetto non verranno verificate dagli enti preposti dal Comune di Milano. In questo caso l’automobilista graziato per le otto multe aveva come difensori i rappresentanti dell’associazione Globoconsumatori.

Dove sono situati gli autovelox incriminati?

autovelox

Sono due gli autovelox incriminati, situati tra la via Ca Granda e piazzale Istria. La loro installazione è su due pali di luce consecutivi: il n.10 e l’11, la cui posizione è all’interno dello spartitraffico. In questo tratto di Viale Fulvio Testi la carreggiata stradale si compone di 2 corsie per entrambi i sensi di marcia

Uno spartitraffico con piante e siepi divide i due sensi di marcia. Il limite si velocità è di 50 km all’ora in questo tratto stradale. Gli autovelox sono utilizzati automaticamente e non si possono contestare le loro rilevazioni immediatamente.

Autovelox pericolosi, sette

Sono sette in totale gli autovelox nuovi a Milano. Due sono collocati nelle direzioni verso il centro e periferia di Viale Fulvio Testi, due si trovano in via Ferrari, via Palmanova, via Parri e via Missaglia.

Gli autovelox sono annunciati da segnaletiche sia orizzontali che verticali, con immagini della Polizia locale. I dispositivi in discussione di Viale Fulvio Testi, sono pericolosi, posizionati in un tratto rettilineo, dove si trovano doppie corsie per ogni verso di marcia.

La zona dedicata allo spartitraffico non si può percorrere. Le apparecchiature sono del tipo T-Expeed V 2.0, senza alcuna omologazione del ministero dello Sviluppo Economico. Autovelox e multe in aumento vanno  di pari passo a Milano.

PER APPROFONDIRE:

Nuovi autovelox in città: ecco le novità >>

Tutti gli autovelox a Milano (aggiornato) >>

Multa autovelox, costi e modalità

La multa autovelox e il suo costo sono regolamentati dall’articolo 142 del codice della strada. Si tratta infatti di una sanzione amministrativa che l’automobilista è obbligato a pagare per non aver osservato il limite di velocità.

Il costo multe autovelox si basa su due variabili:
–  di quanti km/h si è superato il limite massimo di velocità;
–  quale è la fascia oraria in cui è stata commessa l’infrazione (dalle 7 alle 22; dalle 22 alle7).

Entro 90 giorni l’infrazione rilevata e la relativa sanzione viene comunicata all’automobilista, con l’eventuale decurtazione dei punti sulla patente. Dopo avere ricevuta la notifica della multa, possiamo pagarla subito o valutare se è il caso di fare ricorso, nei tempi debiti.

Ricorso per multa autovelox, come compilarlo e come inviarlo

Trascorsi i 90 giorni dalla rilevazione dell’infrazione, si può presentare ricorso per multa autovelox. La domanda va presentata al Giudice di Pace o al Prefetto, non a entrambi nello stesso momento. Il ricorso al Giudice di Pace, lo si deve fare  entro 30 giorni dalla ricezione della notifica.

La spesa da sostenere va da tra 40 € e 100 € e varia a seconda dell’importo della sanzione. In caso si ricorra al Prefetto, il ricorso va inoltrato entro 60 giorni ed è completamente gratuito. In caso la domanda non venga accettata, potrebbe essere richiesta una multa ancora maggiore.

Il ricorso va inviato tramite un documento scritto su cui è indicato in modo preciso il motivo per cui la multa viene ritenuta non corretta. Ad esso si allegherà la documentazione dell’infrazione, il verbale notificato ed eventuali  fotografie o testimonianze.

PER APPROFONDIRE: Multe autovelox Milano: come fare e quando si può chiedere il ricorso >>

Newsletter

Resta aggiornato sui migliori eventi in città. Vivi la tua #milanolife

Accetto il trattamento dati secondo i termini definiti da MailChimp ( ulteriori informazioni )

Dati utilizzati unicamente per erogare il servizio e non saranno utilizzati per altri fini ne ceduti a terzi. Puoi effettuare la cancellazione in qualsiasi momento

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato


*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.