Ballo delle debuttanti a Milano, come partecipare

Condividi su Facebook

Ballo delle debuttanti a Milano, come partecipare. Il Ballo delle Debuttanti è un evento inserito nella cornice del “Mak π 100” della Scuola Militare Teulié. Il Mak π 100 deve il suo nome all’esclamazione in dialetto piemontese “solo più cento!”. Questo dicevano i giovani cadetti dell’Accademia Militare, che una volta aveva sede a Torino, per indicare che mancavano solo cento giorni alla fine del corso e alla sospirata nomina a Ufficiale. La fine del percorso dei cadetti coincide con il debutto di giovani che ragazze che entrano in società. Due momenti che uniti danno vita al Ballo delle debuttanti, o meglio, al Gran Ballo delle debuttanti. Ogni anno, nel mese di maggio, prende vita questa storica e magica serata, alla presenza di ospiti illustri ed autorità civili e militari. I cadetti si presentano nella tradizionale uniforme. Le ragazze invece indossano un abito bianco. Insieme danzano su note di pezzi classici e senza tempo.

Ballo delle debuttanti a Milano, come partecipare

L’ammissione al ballo è consentita a tutte le ragazze che abbiano un’età compresa tra i 16 ai 23 anni compiuti o da compiere nell’anno 2019. Per partecipare bisogna presentare regolare domanda, compilando attentamente i moduli previsti. Ma questo non è che un passaggio e non dà certo certezza matematica. Il numero di debuttanti ammesse è infatti limitato. Le domande devono essere sottoposte al Comandante della Scuola Militare. Sarà lui a vagliare le domande pervenute e a procedere alla selezione delle suddette. I termini che verranno presi in considerazione ai fini della selezione sono la bella presenza e la capacità di ballo. Per le escluse c’è la possibilità di partecipare al ballo dell’anno successivo, a discrezione del Presidente. Sempre che l’esclusione non sia dipesa da un motivo di demerito.

LEGGI ANCHE: Ballo delle debuttanti Milano: costo e iscrizione

Regole

La partecipazione al ballo è subordinata alla frequentazione delle lezioni di ballo. Queste lezioni non sono solo un suggerimento ma risultano propedeutiche per partecipare all’evento. Sono circa 20 ore di lezioni tecnico pratiche obbligatorie, a cui si aggiungono due prove trucco e una prova generale il giorno prima dell’evento. Se, per qualunque causa, le capacità richieste per la partecipazione al ballo dovessero venire a mancare, potranno essere motivo di esclusione senza diritto a rimborso alcuno.

Ci sono regole molto ferree per quanto riguarda l’abbigliamento, gli accessori ed il trucco. Vanno da un preciso colore, che non ammette sfumature di alcun tipo, alla lunghezza e forma del vestito. Sono stati selezionati attentamente anche la lunghezza dei guanti e la tipologia di scarpe.  Non sono ammessi tatuaggi a vista e variazioni non previste dal regolamento.

Bisogna poi tener conto che la partecipazione ha un costo per debuttante. A cui va poi aggiunta una quota per ogni altro partecipante. Il contributo versato per la debuttante comprende, oltre alla partecipazione al Gran Ballo delle debuttanti, anche una serie di extra, come ad esempio il corso di ballo o il truccatore.

LEGGI ANCHE: Ballo delle debuttanti a Milano: età e requisiti

Newsletter

Resta aggiornato sui migliori eventi in città. Vivi la tua #milanolife

Accetto il trattamento dati secondo i termini definiti da MailChimp ( ulteriori informazioni )

Dati utilizzati unicamente per erogare il servizio e non saranno utilizzati per altri fini ne ceduti a terzi. Puoi effettuare la cancellazione in qualsiasi momento

Condividi su Facebook

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato


*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.