in

I migliori detti in milanese, come mandare “a quel paese”

Come per tutti i dialetti anche il milanese non si fa mancare un ricco e variegato vocabolario fatto di  tanti modi di dire, proverbi e filastrocche.

Per mandare a “quel paese” qualcuno, il milanese si è inventato una infinità di modi, da quello innocuo e gentile fino ad arrivare a quelli decisamente più coloriti!

Abbiamo scelto per voi i più utilizzati e divertenti:

1. Và scuà l mar cun vert l’umbrela  = Vai a spazzare il mare con l’ombrello aperto

2. Và da via i ciap = Vai a dare via le chiappe

3. Và a ciapà i ratt = Vai ad acchiappare i topi

4. Va a scuà in duè che l’è nett 0=Vai a scopare dove è pulito

5. Và a fas dì in gesa = va a farti benedire in chiesa 

6. Và scuà l mar cun la furchèta = Vai a spazzare il mare con la forchetta

7. Và a Bagg a sonà l’organ  = vai a Baggio a suonare l’organo ( a Baggio c’è, in una piccola cappella votiva, un dipinto che rappresenta un organo, quindi si invita “gentilmente” a fare una cosa impossibile!)

8. Và a onges = Vai a ungerti (che equivale a dire”va a beccarti la peste”)

9. Va da via il cù = questo è un vero e proprio vaffa!

10. Va a petinà i bambul = Va a pettinare le bambole Ora sapete come mandare a quel paese un milanese!

What do you think?

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

For security, use of Google's reCAPTCHA service is required which is subject to the Google Privacy Policy and Terms of Use.

I agree to these terms.

GIPHY App Key not set. Please check settings

Loading…

0

Modulo per risarcimento danni esondazione Seveso

Un menù estivo per chi resta in città