Giornata della Memoria a Milano: tutti gli eventi per non dimenticare

| |

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Ancora nessuna valutazione)
Loading...
Advertisements

Il 27 gennaio è stato scelto come simbolo, come giornata della memoria e Milano, come altre città a livello mondiale, ha attivato numerosi eventi per non dimenticare. Il Giorno della Memoria si ripropone ogni 27 gennaio perché fu proprio in quella giornata del 1945 che le truppe dell’Armata Rossa liberarono il campo di concentramento di Auschwitz.

Advertisements

Una Giornata della Memoria a Milano per non dimenticare gli orrori che sono stati compiuti in quegli anni. Per ricordare tutte le vittime, tutte quelle persone che sono partite e non sono più tornate. Ma la Giornata della Memoria è anche per ricordare tutta quella gente che è rimasta ferma e indifferente di fronte a questo Olocausto. Un genocidio perpetrato dalla Germania nazista e dai suoi alleati nei confronti degli ebrei d’Europa e, per estensione, lo sterminio di tutte le categorie di persone dai nazisti ritenute “indesiderabili” per motivi politici o razziali. Tra il 1933 e il 1945 furono circa 15-17 milioni le vittime, di entrambi i sessi e di tutte le età, tra cui 5-6 milioni di ebrei. La Giornata della Memoria a Milano è una giornata importante che propone moltissimi eventi dedicati a tutti, sia grandi che piccoli, per non dimenticare. Ecco tutti gli eventi per non dimenticare della Giornata della Memoria a Milano.

Giornata della Memoria a Milano 2020: tutti gli eventi per non dimenticare

Memoriale della Shoah per la Giornata della Memoria a Milano

Sotto la stazione Centrale a Milano si nasconde un luogo che fa tristemente parte del nostro passato, ma che in pochi conoscono: il Binario 21. Non è né una replica del binario 21 attualmente attivo in stazione né di un binario “qualsiasi”. Ma è il luogo da cui ebbe inizio l’orrore della Shoah a Milano. Da qui partirono, tra il 1943 e il 1945, i treni pieni di deportati ebrei e oppositori politici diretti ai campi di sterminio nazisti. In tanti partirono, in pochissimi tornarono (tra i superstiti Liliana Segre).

LEGGI ANCHE: Liliana Segre e il suo messaggio contro ignoranza e indifferenza

Ogni anno, in occasione del Giorno della Memoria, il Memoriale della Shoah di Milano apre le porte gratuitamente a tutte le persone che hanno interesse a scoprire questo luogo. Il Memoriale aprirà gratuitamente e per prendere parte alla visita guidata bisogna prenotarsi. A breve tutte le info

 

Binario 21

Il binario era originariamente destinato al trasporto postale, per questo si trova sotto terra. Da lì venivano deportati gli ebrei che venivano rastrellati in tutta la penisola e mandati verso i campi di concentramento in Europa. Anche quest’anno partirà dal Binario 21 il Treno della Memoria, diretto a Cracovia. Il viaggio prevede tappa a Budapest e sarà un viaggio toccante, grazie alla visita dei campi di concentramento di Auschwitz e Birkenau. L’iniziativa si rivolge ai ragazzi di età compresa tra i 16 e i 25 anni. I giovani partecipanti saranno accompagnati in un percorso di cittadinanza attiva e approfondimento, in preparazione al viaggio. Un viaggio per non dimenticare.

 

Teatro degli Arcimboldi

Il 20 gennaio 2020 tutti gli studenti potranno incontrare la senatrice Liliana Segre, che narrerà la sua testimonianza di sopravvissuta agli orrori dell’Olocausto. L’evento è già esaurito ma si potrà ascoltare la Testimonianza in diretta streaming sul sito del Corriere della Sera alle ore 10.30.

 

Corservatorio Giuseppe Verdi

Il 10 gennaio 2020 è prevista la testimonianza di Sami Modiano. L’evento è già esaurito ma si potrà ascoltare la Testimonianza in diretta streaming sul sito del Corriere della Sera alle ore 10.30.
Il 27 gennaio 2020 si potrà assistere ad un’altra testimonianza, quella di Edith Bruck. I posti anche per questo evento riservato agli studenti è esaurito.
Il 27 gennaio 2020 alle ore 20.00 ci sarà una serata commemorativa per il XX Giorno della Memoria

 

Le pietre d’inciampo della Memoria

Prosegue l’impegno “per non dimenticare” del “Comitato per le pietre d’inciampo – Milano”. Anche quest’anno il comitato milanese contribuirà a far crescere il più grande monumento diffuso d’Europa dedicato ai deportati nei lager nazisti. Su ogni pietra d’inciampo è applicata una targa in ottone che riporta nome, anno di nascita, giorno e luogo della deportazione e data di morte della persona cui è intitolata. Il “Comitato per le pietre d’inciampo – Milano” raccoglie tutte le associazioni legate alla memoria della Resistenza, di tutte le deportazioni e dell’antifascismo.

Quest’anno l’appuntamento è dal 15 al 17 gennaio 2020. I nomi saranno comunicati il 13 gennaio 2020 a Palazzo Marino. Tra i ricordati Pio Foà, la cui pietra sarà posata in via Botta al numero 15. Altre pietre saranno posate in via dei Cinquecento 19, per la famiglia Varon. Una pietra posata davanti al carcere di San Vittore, in piazza Filangieri, in memoria del secondino Andrea Schivo. Per l’industriale Roberto Lepetit, la pietra verrà posata in via Benedetto Marcello 8. Antonia Frigerio Conte la cui pietra sarà invece posata in via Sant’Eufemia 19.

Newsletter

Resta aggiornato sui migliori eventi in città. Vivi la tua #milanolife

Accetto il trattamento dati secondo i termini definiti da MailChimp ( ulteriori informazioni )

Dati utilizzati unicamente per erogare il servizio e non saranno utilizzati per altri fini ne ceduti a terzi. Puoi effettuare la cancellazione in qualsiasi momento

Previous

Temperature in calo a Milano: in arrivo la prima neve

Manifestazione per Liliana Segre a Milano: seicento sindaci in marcia

Next

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.