Caricamento Eventi

« Tutti gli eventi

  • Questo evento è passato.

Piano Che Piove: la band in concerto a Milano

Dettagli

Data:
28 novembre
Ora:
21:00 - 23:00
Categorie Evento:
,

I PCP Piano Che Piove – Sabrina Botti alla voce, Claudio Resentini al basso e il chitarrista Ruggero Marazzi – tornano in concerto a Milano Mercoledì 28 Novembre allo Spazio Bistrot “L’impasto” (Viale Monza 54, Milano, ore 21) con il loro “slow-pop”, come a loro piace definirlo.

Slow-pop

“Non è un genere, è un’intenzione.. qualcosa che da sempre esiste. É l’attitudine a scegliere un passo che consenta di osservare i lati della strada, curiosare dietro portoni semi aperti, anche senza sapere se scopriremo tesori o se perderemo tempo. Sono trucioli di legno, parole e suoni che sorridono a sé stessi e a chi li guarda. É un prodotto di lusso perché libero dalla necessità di essere sicuro. É l’elogio della curiosità. Parlami della tua anima, poi deciderò se quello che fai mi piace, ma intanto fammi sentire…” così spiega Ruggero Marazzi.

E suonare in location intimiste, particolari, spesso in accostamento ad altre forme d’arte o prodotti tipici, è il luogo migliore per godere della loro musica, una collezione di brani che fotografa emozioni, sensazioni e frammenti di vita in cui tutti si possono immedesimare. E’ uscito in questo periodo il nuovo singolo e video Acqua, secondo brano tratto dal nuovo album “Il Tram e la Luna”, una canzone d’amore dedicata alla terra e a Milano, la loro città.

Come racconta l’autore “Milano è una città d’acqua. L’immensa opera dei fontanili attraverso la quale, più di mille anni fa, i monaci cistercensi hanno trasformato le paludi in terreno asciutto e fertile; la rete dei navigli e la darsena che per secoli è stata uno dei porti commerciali più importanti d’Italia.Via Laghetto, via Molino delle armi, il canale Vetra, la Vettabia, utilizzata come canale navigabile (vectabilis) fin dai romani. Ogni angolo della cerchia antica di Milano parla di acqua e di lavoro con l’acqua, anche se oggi, purtroppo, non ne parla quasi più nessuno”.

Il concerto

Il concerto, in cui la band propone una miscela di melodia tipica della canzone d’autore e atmosfere latin jazz, è incentrato sul nuovo disco di inediti Il Tram e La Luna, già disponibile in formato CD, in digital download e su tutte le piattaforme di streaming, ma la scaletta prevede anche alcuni brani del disco di debutto e alcune cover, in un percorso musicale coinvolgente.

Album e singoli

L’album è stato anticipato dal singolo Tango Sbagliato nel cui video, diretto da Emilio Pastorino, ricorre il tema del “sogno” che è un po’ il filo conduttore del disco. La vita della protagonista si snoda, tra personaggi reali e fantasticati, in un alternarsi di realtà e sogno… il tram e la luna. Il video è online sul loro canale Youtube. Il Tram e La Luna arriva a circa due anni di distanza dal precedente In viaggio con Alice – apprezzato dalla critica e tra i 50 candidati al Premio Tenco come “opera prima” – e rappresenta una nuova consapevolezza, un punto di svolta nella scrittura dei testi e nella ricerca sonora, creando un elegante mix tra canzone d’autore e atmosfere swing-latin jazz.

La maggior parte delle canzoni contiene riferimenti al tema del sogno, non inteso come meta ideale ma come elemento quotidiano, riempitivo degli spazi che la nostra mente crea fra un pensiero e l’altro. Il disco ha anche una particolarità nella veste grafica: titoli e note sulla copertina e anche sulla serigrafia del cd sono scritti anche in linguaggio “braille”, così da consentire anche ai non vedenti di poterlo leggere.

“Nel disco non c’è un elemento predominante, ci sono un paio di temi più presenti di altri che sono la città e il sogno (il tram e la luna) – racconta Ruggero Marazzi – La città è il luogo dove le cose si svolgono, e quindi sfondo quasi permanente, mentre il sogno (volontario più che involontario) è presenza costante delle nostre vite, ci aiuta a costruire scenari, a smussare spigoli, a comporre e ricomporre.” – e prosegue – “La scelta di una produzione ‘quasi live’ e priva di suoni campionati, è voluta anche per lasciare ai suoni e alle parole il compito di trasmettere emozioni. I testi, infatti, pur trattando diversi temi, sono accomunati proprio dalla volontà di catturare sensazioni, di scattare “fotografie” della realtà, restituire l’idea di un’emozione”.

Newsletter

Resta aggiornato sui migliori eventi in città. Vivi la tua #milanolife

Accetto il trattamento dati secondo i termini definiti da MailChimp ( ulteriori informazioni )

Dati utilizzati unicamente per erogare il servizio e non saranno utilizzati per altri fini ne ceduti a terzi. Puoi effettuare la cancellazione in qualsiasi momento

Luogo

L’impasto
Viale Monza 54
Milano, MI
+ Google Map: