Caricamento Eventi

« Tutti gli eventi

Mostra “Paolo Grassi. Senza un pazzo come me, immodestamente un poeta dell’organizzazione…”: date, biglietti ed info

Dettagli

Inizio:
26 Gennaio
Fine:
24 Marzo
Categoria Evento:

Mostra “Paolo Grassi. Senza un pazzo come me, immodestamente un poeta dell’organizzazione…”: date, biglietti ed info. A cento anni dalla nascita, ecco una mostra dedicata a Paolo Grassi, fino al 24 marzo 2019 a Palazzo Reale a Milano. Il titolo dell’esposizione prende spunto dalle parole con cui lo stesso Grassi definiva se stesso. La Fondazione Paolo Grassi raccoglie così l’intera ricerca sulla sua figura, recuperata da archivi pubblici e privati e svolta nei dodici anni di vita della Fondazione. La mostra, dopo l’esposizione a Milano, sarà itinerante per tutto il 2019 e fino ai primi mesi del 2020.

LEGGI ANCHE: Le mostre da non perdere questo mese a Milano

Paolo Grassi. Senza un pazzo come me, immodestamente un poeta dell’organizzazione…: Paolo Grassi

Quarant’anni di carriera per Paolo Grassi che si è inventato un lavoro, partendo dal suo talento, del tutto visionario, è riuscito a render reale un mestiere, quello dell’organizzatore culturale, che prima di lui non esisteva. Ha anche diretto il primo teatro pubblico in Italia, ovvero il Piccolo Teatro di Milano, dal 1947 al 1967 in codirezione con lo straordinario e indimenticabile Giorgio Strehler. Dopo aver proseguito la direzione da solo, dal 1972 al 1977 è stato sovraintendente del Teatro alla Scala. La sua direzione è stata un’apertura verso l’innovazione. Basti pensare che sotto il suo comando è andata in diretta televisiva, in mondovisione, il 7 dicembre 1976 un’opera lirica, l’Otello di Verdi,  per la regia di Zeffirelli. La sua visione continuò anche alla direzione della Rai. La “terza rete” divenne con lui il canale culturale pubblico. Negli ultimi anni, complice la malattia, fece ritorno all’editoria, il suo primo amore.

Paolo Grassi. Senza un pazzo come me, immodestamente un poeta dell’organizzazione…: la mostra

Un’allestimento scenografico, che utilizza materiali, modalità e linguaggi derivanti dal mondo del palcoscenico, molto più vicini al mondo della scenografia teatrale. La mostra è stata suddivisa in cinque sezioni. Ad anticiparla un Prologo Familiare. Un percorso che affronta la vita privata di Paolo Grassi, attraverso foto, documenti e ritratti.

Le sezioni della mostra

1. Costruzione di un progetto. Paolo Grassi prima di Paolo Grassi (1936 – 1946)
Fondamentalmente documentale con una selezione di libri, lettere, riviste, articoli, locandine, provenienti da archivi pubblici e privati.
Completa il tutto una sezione con quadri e disegni della cerchia di artisti che contribuirono alle riviste: Corrente, Palcoscenico, GUF Forlivesi.
2. Al Piccolo Teatro con Giorgio, Nina e gli altri (1947 – 1967)
2bis. Un teatro fuori le mura. La direzione solitaria (1968 – 1972)
Questa sezione riguarda i due tempi trascorsi da Grassi al Piccolo Teatro. Sarà illustrata, nella prima parte, dagli spettacoli degli esordi e dalla definizione dei rapporti con il pubblico e la politica e dagli autori simbolo come Goldoni, Brecht, Bertolazzi, Pirandello.
Inoltre, sono stati focalizzati estratti da importanti carteggi con Giorgio Strehler, Eduardo De Filippo e altri.
La seconda parte costituisce, in concomitanza con il cinquantennale degli anni della Contestazione giovanile dalla quale il Piccolo non fu esente, una considerazione storica di quell’epoca di passaggio e grandi trasformazioni.
3. L’opera alla prova dei media e della comunicazione. Gli anni al Teatro alla Scala (1972 – 1977)
Questa parte della mostra si appoggia a un’installazione guidata alla visione dell’Otello e a materiale documentale riguardante i cartelloni operistici e di danza della Piccola Scala che contraddistinsero la Sovrintendenza Grassi.
4. Un riformista alla Presidenza della Rai (1977 – 1980)
Interventi e carteggi della Presidenza di Paolo Grassi alla Rai.
5. Una passione trasversale: l’editoria (1942 – 1981)
Sezione trasversale in cui è messo in luce il lavoro editoriale di Grassi: dagli inizi con Le Edizioni di Pattuglia, Poligono, Rosa e Ballo, la collezione teatro Einaudi con Gerardo Guerrieri e il lavoro editoriale con Guazzotti alla Casa Editrice Cappelli e il progetto Electa degli ultimi anni.

Newsletter

Resta aggiornato sui migliori eventi in città. Vivi la tua #milanolife

Accetto il trattamento dati secondo i termini definiti da MailChimp ( ulteriori informazioni )

Dati utilizzati unicamente per erogare il servizio e non saranno utilizzati per altri fini ne ceduti a terzi. Puoi effettuare la cancellazione in qualsiasi momento

Luogo

Palazzo Reale
Piazza Duomo 12
Milano, Italy
+ Google Map:
Telefono:
02 89 29 711