Dove abortire a Milano

Condividi su Facebook

L’interruzione di gravidanza è sempre un evento luttuoso e difficile da superare sia fisicamente che psicologicamente; in ogni caso per abortire dopo i primi 90 giorni dalla data del concepimento (calcolata dal primo giorno dell’ultima mestruazione) è necessario ottenere una dichiarazione da parte di un medico specialista che ne attesti la necessità sia per cause patologiche della madre o del nascituro sia per cause psicologiche. L’aborto dopo il terzo mese è definito per legge “terapeutico” e nella maggior parte dei casi è dovuto al rilevamento di gravi malformazioni fetali con pericolo per la salute della donna (art. 6, Legge 194/78). Le minorenni necessitano del consenso di entrambi i genitori o dell’unico genitore che ha la potestà genitoriale, previa visita al consultorio. Bisogna, tuttavia, conoscere i luoghi dove abortire. In Lombardia gli ospedali privati convenzionati non praticano interruzioni volontarie di gravidanza (IVG), anche se la legge lo consente. Una Delibera Regionale (la n. 2954 dell’11 Dicembre 2011) prevede l’obiezione di coscienza di struttura, per cui ospedali come l’Humanitas di Rozzano non praticano aborti perché i medici sono obiettori. E, invece, dove abortire a Milano?, quali sono gli ospedali che praticano l’IVG nel capoluogo lombardo?

1550 ML dove abortire a Milano

Elenco delle strutture dove abortire a Milano

Si riportano i dati relativi agli ospedali che praticano l’interruzione volontaria di gravidanza a Milano, sia farmacologica che chirurgica con gli orari, recapiti, documenti richiesti (elenco aggiornato al 2014 – verificare sempre i dati)

 

1)      BUZZI

Via Castelvetro, 24

tel. 02 57995464

Mercoledì o venerdì alle 7,30 presso il Padiglione Guaita – II° piano

Presentarsi a digiuno, portando un campione di urine del mattino.

Vengono accettate le prime 16 persone che si presentano, e trattenute per l’intera mattinata per visite ed esami.

2) MACEDONIO MELLONI

Via M. Melloni, 52

Tel. 02 63633305

Telefonare per appuntamento martedì, mercoledì o giovedì dalle 11,00 alle 12,00. Prima dell’intervento sono previsti 2 o 3 incontri per analisi, visita anestesiologica ed eventuale ecografia.
3) NIGUARDA

Piazza Ospedale Maggiore, 3

Tel. 02 64442518

Presentarsi martedì e giovedì alle 13.00 all’Area Blocco Sud.

Ritirare il ticket al totem “elimina-code” selezionando PC – pre-ricoveri.

Vengono accettate le prime 10 persone che si presentano.

4) SAN CARLO

Via Pio II°, 3

Tel. 02 4022290 (centralino)

Presentarsi il venerdì alle 7,30 presso l’ ambulatorio di ginecologia – piano rialzato).

In mattinata si effettuano visita anestesiologica, eventuale ecografia e si fissa appuntamento per analisi e intervento. Vengono accettate le prime 20 persone che si presentano.

IVG: il tipo di anestesia viene concordato durante la visita anestesiologica, no controllo ginecologico alla dimissione perché viene effettuata ecografia in sede operatoria

RU 486 entro la 7° settimana o 49° giorno – ricovero di 3 giorni.

5) SAN PAOLO

Via di Rudinì, 8

Tel. 02 81844243

Presentarsi il venerdì alle 13.30, piano 1 ambulatorio 5

Presentarsi a digiuno, vengono effettuate analisi e fissata la data dell’intervento.

Vengono accettate le prime 20 persone che si presentano

IVG: viene effettuato in anestesia generale, su richiesta locale. Controllo ginecologico alla dimissione a discrezione del medico, viene effettuata ecografia in sede operatoria

RU 486 entro la 7° settimana o 49° giorno – ricovero di 3 giorni

6) MANGIAGALLI

Via della Commenda, 12

Tel. 02 55034224

Presentarsi da lunedì a venerdì alle 8.00 presso la scala H – piano terra.

Vengono fissati il giorno delle analisi e il giorno dell’intervento.

Vengono accettate le prime 6 persone che si presentano.

IVG: il tipo di anestesia viene concordato durante la visita anestesiologica, controllo ginecologico alla dimissione .

RU 486 entro la 7° settimana o 49° giorno – ricovero di 3 giorni

7) OSPEDALE LUIGI SACCO

Via G. B. Grassi, 74

Tel. 02 39042034

Presentarsi giovedì alle 8.00 presso l’ambulatorio di ginecologia – Padiglione 5.

È richiesto il digiuno, vengono effettuate le analisi. Si fissa appuntamento per visita anestesiologica e intervento.

Si accettano le prime 10 donne che si presentano. IVG: il tipo di anestesia viene concordato durante la visita anestesiologica. Controllo ginecologico alla dimissione.

Non si effettua interruzione di gravidanza farmacologica con RU 486 entro la 7° settimana o 49° giorno – ricovero di 3 giorni

8) OSPEDALE BASSINI

Via Massimo Gorkij

Cinisello Balsamo

Tel. 0261765295

Presentarsi da lunedì a venerdì dalle 9.00 alle 15.00 presso il Day Hospital ostetrico-ginecologico – 4°piano

Si prenotano esami, ecografia, visita anestesiologica e ginecologica. In sede di visita ginecologica viene stabilita la data dell’intervento.

Vengono accettate tutte le persone che si presentano.

IVG: viene effettuata in anestesia generale. Non viene effettuato controllo ginecologico alle dimissioni.

 

Quali documenti servono per abortire

Per procedere all’interruzione di gravidanza occorre produrre la seguente documentazione:

  • Certificazione IVG;
  • Documento di identità in corso di validità;
  • Tessera sanitaria con codice fiscale;
  • Ecografia;
  • Gruppo sanguigno.

Per ottenere il certificato IVG occorre recarsi da un medico (di base, o specialistico, ginecologo o presso un consultorio) che non sia obiettore di coscienza. Il medico prende atto dello stato di gravidanza e della volontà della donna di abortire e lo scrive su un certificato che permette di accedere all’ospedale e prenotare l’intervento. La legge prevede 7 giorni per poter prendere appuntamento per l’intervento, entro questi giorni è possibile qualsiasi ripensamento.

Per interrompere la gravidanza con metodo chirurgico senza chiedere autorizzazioni né dimostrare che la gravidanza comporta un pericolo per la saluta fisica o psichica della donna occorre farlo entro 90 giorni (i primi tre mesi), se l’interruzione avviene con metodo farmacologico (utilizzo della pillola RU 486) si hanno 49 giorni di tempo per abortire con ricovero di 3 giorni in ospedale per provocare l’espulsione del feto.

Newsletter

Resta aggiornato sui migliori eventi in città. Vivi la tua #milanolife

Accetto il trattamento dati secondo i termini definiti da MailChimp ( ulteriori informazioni )

Dati utilizzati unicamente per erogare il servizio e non saranno utilizzati per altri fini ne ceduti a terzi. Puoi effettuare la cancellazione in qualsiasi momento

Condividi su Facebook

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato


*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.