in

Tinta per capelli: come farla in casa

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Per avere capelli sempre al top bisogna prendersene cura tutti i giorni. E quando questi perdono colore e brillantezza si può fare ricorso alla tinta da fare in casa. Ovviamente per farlo occorre sempre optare per prodotti dei migliori marchi, come ad esempio L’Oréal. Ovviamente nella scelta non occorre sottovalutare il rischio di allergie: applicate in una parte nascosta della cute una piccola percentuale di tinta e attendete. Se non insorgono allergie potete procedere con la tinta capelli, in caso contrario abbandonate l’idea.

Tempi di posa

Il primo passo è quello di proteggere la pelle della fronte e del resto del viso dalla tinta. Molto importante anche rispettare scrupolosamente i tempi di posa indicati sulla confezione della tinta casalinga: esagerare non migliora la resa del colore, ma rischia semplicemente di appesantire e danneggiare la chioma.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Ovviamente le tinte da fare in casa offrono una resa eccezionale in quanto le più recenti tecnologie offrono ottimi risultati anche senza l’utilizzo di ammoniaca nella formula – un ingrediente utile ad “alzare” le squame del capello facendo penetrare più a fondo il colore per un effetto più intenso e duraturo nel tempo – e addirittura anche in tinte a base di ingredienti naturali – uniti comunque ad altri chimici. Per questo motivo oggi fare la tinta a casa è una buona alternativa anche per chi ha una cute sensibile o capelli sottili e stressati.

Occhio alle migliori tinte

Tra i migliori prodotti presenti sul mercato per la tinta a casa c’è Colorista Permanent. Si tratta di una colorazione permanente d’ispirazione professionale. Grazie alla formula crema-gel con pigmenti puri, garantisce un colore affascinante e ricco di riflessi con un’applicazione ultra facile. Il kit contiene un pennello DIY, concepito per consentire ampia presa di colore e soprattutto un’applicazione personalizzata. Crea il tuo look con un’applicazione sull’intera capigliatura, “undone” oppure realizzando un effetto sfumato o colpi di sole. Disponibile in 6 colori classici reinventati nelle più moderne tonalità fumè, rose-fold e metalliche. 

Applicazione del colore

Il colore si applica sui capelli appena puliti o già più sporchi. Meglio scegliere un capello non proprio pulitissimo in modo da manovrare meglio le ciocche. Cominciate a spazzolare anche la testa: i nodi sono nemici della buona tinta. Una volta separate le ciocche – idealmente la testa andrà divisa in 4 zone – mescolate il colore nella ciotola secondo le istruzioni riportate sulla confezione. Applicate la maschera barriera sui punti dove la tinta tocca la cute (sulla riga della testa e intorno alle orecchie). Poi cominciate ad applicare il colore. Iniziate frontalmente – gli esperti consigliano di partire dalle radici per poi arrivare alla testa – e poi considerate che dovrete fare lo stesso sul retro.

Le piccole attenzioni post tinta

Dopo la tinta, però, bisogna prendersi cura dei capelli in maniera attenta visto che dopo questa fase la struttura dei capelli è molto cambiata e necessita di maggiori attenzioni.

Prendetevene cura con shampoo e maschere capelli specifici, senza sottovalutare l’azione di maschere e – ancora una volta – impacchi di olio e sieri rinforzanti e lucidanti per ottenere una chioma splendente. Abbiate cura anche quando spazzolate i capelli tinti: scegliete una spazzola delicata – meglio se in setole naturali o con dentini di legno – e districate i capelli dolcemente per evitare di spezzarli.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Caricando...

0
Milano e Lombardia zona rossa dal 15 gennaio

Milano e Lombardia zona rossa dal 15 gennaio: è una seria possibilità

Furti in abitazione: Milano è tra le province meno sicure d’Italia