in

Morto clochard a Milano: soldi in banca e titoli

Morto clochard a Milano

Morto clochard a Milano nel pomeriggio di giovedì scorso nell’ex rampa di carico per le automobili alla stazione di Porta Garibaldi a Milano. L’uomo, Umberto Quintino Diaco di 75 anni, era nato a Paludi, ai piedi della Sila.

Quando aveva 17 era fuggito da casa per non farci mai più ritorno. Aveva preso la distanza dalla famiglia, come raccontato dalla sorella Chairina al Corriere della Sera, che lo aveva cercato inutilmente.

Morto clochard a Milano: soldi in banca e titoli

Niente di strano, se non fosse che il clochard morto a Milano aveva soldi in banca e titoli. In tasca aveva 1235 euro in contanti, possedeva più di centomila euro depositati in banca, 19 mila euro in titoli azionari e 750 euro di pensione proveniente da Monaco in Germania. Oltre ai soldi possedeva anche una casa in Calabria e due furgoni intestati, entrambi con assicurazione regolarmente pagata. Lo hanno scoperto gli agenti nella casella postale al Sam, il Servizio di accoglienza milanese della Caritas.

What do you think?

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Loading…

0
ristoratori milanesi coprifuoco

Appello dei ristoratori milanesi: togliete il coprifuoco

Sciopero Atm 8 febbraio: orari e motivazioni