Connect with us

Cronaca

Fuga a Milano: scappa da un posto di blocco e sfonda cancello del cimitero Maggiore


Pubblicato

il


3333

Il fatto è successo nella notte tra lunedì e martedì. Un ragazzo di 25 anni, italiano, ha pensato bene di scappare da un posto di blocco e iniziare una spericolata fuga a Milano. Appena ha capito che stavano per fermarlo, per un normale controllo, ha premuto sull’acceleratore e si è dato alla fuga. Dopo circa sei km di fuga, ha sfondato il cancello del cimitero Maggiore e si è schiantato.

Fuga a Milano: scappa da un posto di blocco e sfonda cancello del cimitero

Una voltante in Corso Sempione, intorno alle 3 del mattino di martedì, ha cercato di bloccare l’auto del ragazzo per un controllo di routine. Alla vista degli agenti, il venticinquenne si è dato alla fuga, ignorando stop, precedenze e semafori rossi. A bordo della sua Jeep Cherookee ha finito con lo sfondare il cancello del cimitero Maggiore, travolto il chiosco del fioraio e infine si è schiantato contro il colonnato. Ha poi iniziato una fuga a piedi ma, alla fine, è stato bloccato ed arrestato con le accuse di resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento aggravato.

Advertisements

 

Newsletter

Resta aggiornato sui migliori eventi in città. Vivi la tua #milanolife

Accetto il trattamento dati secondo i termini definiti da MailChimp ( ulteriori informazioni )

Dati utilizzati unicamente per erogare il servizio e non saranno utilizzati per altri fini ne ceduti a terzi. Puoi effettuare la cancellazione in qualsiasi momento

Advertisement
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Cronaca

Banconote galleggianti sul Naviglio Pavese: chi sarà stato?

Pubblicato

il

Questa mattina, intorno alle 7,30, galleggiavano banconote da 100€ sul Naviglio Pavese, a Milano.

Banconote galleggianti sul Naviglio Pavese: chi sarà stato?

Un mistero che è andato avanti per circa 5 minuti davanti ai pochissimi passanti. C’è persino chi ha provato a raccoglierne qualcuna, tra banconote fluttuanti e fascette che galleggiavano, per controllarne l’autenticità. Le banconote si sono poi rilevate false ma la domanda che tutti si pongono è: chi le avrà buttate lì e per quale motivo? Uno scherzo o qualcosa di più? La domanda resta al momento senza risposta.

Advertisements

Newsletter

Resta aggiornato sui migliori eventi in città. Vivi la tua #milanolife

Accetto il trattamento dati secondo i termini definiti da MailChimp ( ulteriori informazioni )

Dati utilizzati unicamente per erogare il servizio e non saranno utilizzati per altri fini ne ceduti a terzi. Puoi effettuare la cancellazione in qualsiasi momento

Continua a leggere
Advertisement

Popolari