Il metodo Montessori a casa

Condividi su Facebook

Il Metodo Montessori : che cos’è

Aiutiamoli a fare da soli. (Maria Montessori)

Maria Montessori, prima donna medico in Italia, nasce nel 1870 e sviluppa i propri studi verso la pedagogia scientifica, arrivando a formulare il metodo montessoriano, ancor’oggi riconosciuto in tutto il mondo.

Esso si basa sull’indipendenza del bambino e sulla libertà di scelta come spontaneità nel fare .

Il metodo viene applicato in un “ambiente educativo” preparato dall’adulto su misura, per permettere al bambino di sviluppare la propria autonomia.

Il Metodo Montessori a casa : come lo abbiamo applicato

In quest’ottica abbiamo strutturato alcuni elementi degli spazi casalinghi, cercando online diversi spunti.

La cameretta

In primis ci siamo occupati della cameretta di Luca ed abbiamo optato, per la nanna, per un lettino montessoriano, adattando un lettino con le sbarrette.

La caratteristica principale di tale letto è l’altezza ridotta a pochi cm da terra, in modo da rendere il bambino autonomo nello scendere e salire.

-Immagine tratta dal web-

Sempre con lo stesso principio abbiamo realizzato delle mensole basse da affiancare alle spalle dei mobili della cameretta; su questi appoggi a misura di bambino abbiamo riposto i giochi che Luca poteva facilmente prendere e riordinare.

Uguale modalità per l‘appendiabiti messo ad altezza bimbo, con lo scopo di renderlo autonomo nel prendere e riporre felpe, giacche o zainetto.

Appendiabiti montessoriano

Una libreria facilmente fruibile anche per bambini piccoli?

Prendendo spunto dai famosi portaspezie Ikea li abbiamo montati ai piedi del letto e disposto i libri preferiti di Luca.

Libreria montessoriana

La cucina

Anche in cucina abbiamo trovato un ripiano basso che fosse idoneo per lasciarci un bicchiere ed una bottiglietta con l’acqua pronti all’uso.

Ripiano basso in cucina

Invece per renderlo partecipe delle attività in cucina abbiamo realizzato la “learning tower” , cioè una torretta che faccia stare in piedi in sicurezza i bambini arrivando comodamente al piano della cucina.

Su di essa Luca ha imparato a sciacquare tazze e bicchieri nel lavello, a maneggiare il coltello tagliando verdure, a sgusciare le uova sode ecc…

-Immagine tratta da Amazon-

Il bagno

In bagno abbiamo predisposto , accanto al bidet, un bicchiere contente spazzolino e dentifricio ed un appendino con una piccola salvietta.

Cura degli animali

Sempre seguendo il metodo Montessori abbiamo assegnato a Luca il compito di preparare il cibo (sia fresco che secco) per la nostra pelosetta di casa, ponendo gli alimenti in un mobile basso o nel ripiano inferiore del frigorifero.

Per aiutare un bambino, dobbiamo fornirgli un ambiente che gli consenta di svilupparsi liberamente (Maria Montessori).

 

Se vi piacciono i nostri articoli seguiteci su www.ingiroconluchino.it

 

Newsletter

Resta aggiornato sui migliori eventi in città. Vivi la tua #milanolife

Accetto il trattamento dati secondo i termini definiti da MailChimp ( ulteriori informazioni )

Dati utilizzati unicamente per erogare il servizio e non saranno utilizzati per altri fini ne ceduti a terzi. Puoi effettuare la cancellazione in qualsiasi momento

Condividi su Facebook

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato


*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.