Connect with us

Notizie

Cosa fare a Milano quando piove: 20 idee

Pubblicato

il

Cosa si può fare a Milano quando piove? Ogni volta che ce lo si chiede fuori ci sono piogge torrenziali. Che sia inverno o estate, se le piogge persistono, non è sempre divertente starsene rintanati in casa, sotto una coperta sul divano. Dopo aver fatto la maratona dell’ultima serie televisiva, aver bevuto litri di cioccolata calda o the freddo (a seconda delle stagioni), riordinato i libri sugli scaffali, che fare? Uscire. Si ma con un tempo meteorologico così avverso bisogna aver già in mente una meta ben precisa dove andare. Nessuna idea all’orizzonte, o nessuna che sia applicabile sotto la pioggia. Non disperate. Date un’occhiata alle nostre idee, siamo sicuri che qualcosa vi verrà in mente. Ecco per voi 20 proposte tra cultura, cibo e divertimento. Scommettiamo che anche sotto la pioggia la noia sarà bandita?

LEGGI ANCHE: Gli eventi in città: mese per mese

20 cose da fare a Milano quando piove

Fare una colazione all’americana in uno dei tanti California Bakery

Cosa c’è di meglio per tirarsi su il morale quando piove, se non iniziare la giornata con un po’ di dolcezza? California Bakery propone indirizzi che sono veri e propri paradisi dei golosi, in cui bere un buon caffè americano accompagnato da un muffin mele, noci e cannella, da un American Scone o da un Chocolate Chip Cookie. Oppure un bagel, degli americanissimi pancake o due uova strapazzate per dare alla giornata una sferzata d’energia! California Bakery è in corso Como 5, corso Garibaldi 89, viale Premuda 42 e 44, via San Vittore 2, piazza Sant’Eustorgio 4, via Larga 19.

 

Organizzare una gita di famiglia all’Acquario Civico

Se vivete a Milano o nei dintorni, non potete non andare almeno una volta nella vita all’Acquario Civico. E quale giornata migliore se non una di pioggia? Tanto più se avete dei bambini: qui impareranno un sacco di cose divertendosi! All’interno di un edificio Liberty, a pochi passi dal Parco Sempione, è possibile ammirare la grande vasca marina con ricciole, branzini, palombi e meduse. L’Acquario Civico è aperto dal martedì alla domenica, dalle 9.00 alle 17.30. Costo dell’ingresso: 5 euro intero, 3 euro ridotto.

 

Visitare l’insolito Museo degli Strumenti Musicali, all’interno del Castello Sforzesco

Siete appassionati di musica? O magari lo sono i vostri figli? In una Milano sotto la pioggia, un’interessante proposta la offre il Castello Sforzesco. Aperto dal martedì alla domenica, dalle 9.00 alle 17.30 (costo biglietto: 5 euro intero, 3 ridotto), il Museo ospita una serie di strumenti musicali donati dalla famiglia Monzino (titolare di un’antica fabbrica di strumenti), strumenti a tastiera, strumenti europei ad arco, a pizzico e a filati, e strumenti provenienti da Africa, Cina, Giappone e Australia.

 

Shopping e relax a La Rinascente

Lo sappiamo, è un grande classico. Ma volete mettere un pomeriggio di shopping (più o meno) sfrenato, mentre fuori Milano è sotto la pioggia? Tra trucchi e profumi, tra abiti, scarpe, borse e oggetti per la casa, in effetti c’è da trascorrerci un’intera giornata.

 

Una lezione pomeridiana al Planetario

Se volete incantare i vostri bambini durante una giornata di pioggia, Milano offre una splendida opportunità. All’interno dei Giardini Pubblici “Indro Montanelli”, il Planetario “Urico Hoepli” offre la possibilità di osservare il cielo, con le sue stelle e la sua magia. Il sabato e la domenica, alle 15.00 e poi alle 16.30, è possibile imparare a conoscere le principali costellazioni e i più importanti fenomeni astronomici. Un appuntamento imperdibile per avvicinarsi all’astronomia, o per ammirare uno spettacolare cielo stellato. Di tanto in tanto, il Planetario organizza inoltre spettacoli per bambini sopra gli 8 anni, con le tecniche narrative del teatro e l’obiettivo di insegnare loro l’astronomia, divertendoli.

 

Una giornata alla scoperta del Monastero di Chiaravalle

Certo il suo meglio lo dà in una giornata di sole, ma anche con la pioggia il Monastero di Chiaravalle ha una bellezza incantevole. In via Sant’Arialdo 102, è possibile visitare l’Abbazia del 1135, con i suoi affreschi e la sua storia, accompagnati da esperte guide che vi racconteranno la vita all’interno di questo monastero cistercense. Potrete anche acquistare prodotti provenienti da Monasteri italiani ed esteri (miele, marmellate, vini, liquori, prodotti cosmetici naturali ecc.) e persino prenotare una camera qualora si volesse trascorrere qualche giorno nella pace e nella preghiera.

 

Scoprire la magia del Castello Sforzesco

É un simbolo di Milano, il Castello Sforzesco. Ma quanti di noi lo conoscono davvero? Approfittate quindi di una giornata di pioggia, per andare alla scoperta di questo magnifico monumento. É possibile prenotare (anche con i bambini, purché dagli 8 anni in su) un tour dei suoi percorsi segreti, una visita ai suoi tanti musei, alla Sezione Egizia o a quella di Preistoria e Protostoria. É persino possibile partecipare – questo per i più piccini – ai Laboratori che si svolgono all’interno del Museo Archeologico.

 

Una giornata di relax alle terme

Il relax e il benessere psico-fisico sono tra i sogni più ambiti di chiunque conduca una vita frenetica in città tra traffico, mezzi pubblici, stress lavorativo, scadenze e urgenze varie. Le città, solitamente, riescono a offrire tutto anche per soddisfare i bisogni di riposo o di rigenerazione: palestre, piscine, spa, centri benessere, terme. Alcune città, grazie alla presenza o alla vicinanza alle acque termali sono più dotate e attrezzate di altre per soddisfare la domanda, altre lo sono meno e, infine, altre – come Milano – sono poco note come mèta del benessere e delle cure termali, eppure esiste una tradizione di terme a Milano e dintorni ancora poco nota, ma molto ricca e interessante.

Per approfondire >> Terme a Milano e dintorni: la top 10

 

Visitare l’archivio storico e il cimitero sotterraneo di Cà Granda

Apertura straordinaria dell’Archivio di Stato ed del Sepolcreto. Le sale del Capitolo affrescate dal Volpino sono magnifiche da visitare. Attualmente sono la sede dove è ospitato l’Archivio storico. Da visitare, e non solo in occasione di Halloween, è il seicentesco cimitero sotterraneo Sepolcreto. Al suo interno sono conservati e custoditi i resti di oltre 150mila persone. Aprono in edizione del tutto straordinaria alla Ca’ Granda.

 

Conoscere l’arte alla Pinacoteca di Brera

Un altro grande classico, ma perfetto da (ri)scoprire in una giornata di pioggia, è la Pinacoteca di Brera. Aperta dal martedì alla domenica, dalle 8.30 alle 19.15 (costo biglietto: 10 euro intero, 7 ridotto), è il tempio milanese dell’arte. La sua collezione proviene prevalentemente dalle chiese e i conventi soppressi in età teresiana e napoleonica, ma si possono ammirare qui anche opere di Leonardo e di Raffaello, di Rubens e di Van Dyck. Senza contare gli importantissimi lasciti e acquisti, su tutti il Cristo Morto di Mantegna. Per godersi un pomeriggio d’arte, mentre fuori piove.

 

Ammirare la bellezza della Chiesa di S. Maria presso San Satiro

Perché non approfittare di una giornata di pioggia per andare alla scoperta di una delle tante chiese della città di Milano? A noi piace molto la Chiesa di Santa Maria presso San Satiro, in via Torino 17/19. Ci piace perché la sua architettura porta la firma di Bramante, autore di quel coro che è una delle più geniali e moderne soluzioni prospettiche del primo Rinascimento. Regalatevi qualche minuto in questa chiesa: ne rimarrete affascinati!

 

Shopping da sogno in Galleria Vittorio Emanuele II

Anche con la pioggia, a Milano ci si può regalare una giornata di shopping. Per esempio, curiosando tra i negozio della Galleria Vittorio Emanuele II. Prada, Louis Vuitton, Gucci, Borsalino, Tod’s, Swarovski: le vetrine, qui, sono all’insegna del lusso! Ma la Galleria è il posto perfetto anche solo per una passeggiata, con quella sua straordinaria architettura, le sculture e le decorazioni. Senza dimenticare la Leggenda del Toro: se passate di qui, non mancate di compiere una rotazione completa a occhi chiusi, con un piede sugli “attributi” del toro!

 

LEGGI ANCHE: Negozi aperti domenica Milano centro

Godersi un film all’Anteo SpazioCinema

Un classico, quando piove, è recarsi al cinema. Una delle possibilità, a Milano, è rappresentata da Anteo SpazioCinema arte che, alla programmazione classica, affianca proiezioni particolari ed eventi. Il mercoledì mattina, a partire dalle 9.30, Colazione all’Anteo permette, con 4.50 euro, di acquistare un biglietto unico valido per la visione di un film e la colazione al bar del cinema, in via Milazzo 9. Oppure, il giovedì, con la rassegna RiVediamoli è possibile vedere film di qualità a soli 2.70 euro.

 

Gustarsi una cioccolata calda da CioccolatItaliani

Quando Milano è sotto la pioggia e il freddo, una cioccolata calda è un imperdibile piacere. Se volete assaggiarne una davvero spettacolare, vi suggeriamo CioccolatItaliani, in via De Amicis 25, in Alzaia Naviglio Grande 44, in via San Raffaele 6 o in via Torino-Piazzetta San Giorgio. Qui potete trovare il cioccolato fuso bigusto: due tipi di cioccolato fuso monorigine, che sgorga direttamente dai “rubinetti”. Ma ci sono anche le cioccolate classiche e quelle aromatizzate: alla menta, alle fragoline, alla cannella e così via.

 

Regalarsi un’esperienza unica con Dialogo nel Buio

Un giorno di pioggia, a Milano, può essere l’ideale per regalarsi un’esperienza unica ed emozionante. Dialogo nel Buio organizza un Percorso al Buio all’Istituto dei Ciechi, in via Vivaio 7. Al costo di 15 euro (12 per under 18, studenti fino ai 26 anni, over 65 e portatori di handicap con accompagnatore, gratuito fino ai 6 anni e per i giornalisti), è possibile compiere un viaggio nella totale oscurità, liberando gli altri sensi e godendosi come mai prima un gesto semplice, come passeggiare in giardino o bere un caffè. Oppure si può organizzare un Aperitivo al Buio, o una Cena, o godersi uno spettacolo teatrale. Sempre, rigorosamente, nell’oscurità.

 

Vivere la magia del tram ristorante ATMosfera

Già di per sé, una cena all’interno del tram ristorante ATMosfera è un’esperienza unica. Ma, in una Milano sotto la pioggia, è ancor più suggestivo. Ci si imbarca a pochi passi dal Castello Sforzesco, su uno dei due tram storici “Milano 1928”, trasformati dalle officine ATM in veri e propri ristoranti dall’atmosfera retrò. Tre i menu a disposizione – carne, pesce e vegetariano – da gustare accomodati ad uno dei tavoli (4 da 4 persone, 4 da 2) circondati da panche in teak. Il ristorante è attivo tutti i giorni, con partenza alle 19.45 da Piazza Castello, angolo via Beltrami. La prenotazione è necessaria.

 

Ammirare da vicino la Basilica di Sant’Ambrogio

La Basilica di Sant’Ambrogio è uno dei luoghi simbolo della città di Milano. Ma perché non approfittare di un giorno di pioggia per scoprire i suoi “segreti”? Ogni giorno, dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 14.30 alle 17.30, è possibile visitare il suo Museo. Oppure, si può semplicemente ammirare la Basilica, e godersi la pace che al suo interno si respira. La Basilica è visitabile dal lunedì al sabato dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 14.30 alle 18.00, la domenica dalle 15.00 alle 17.00.

 

Visitare una delle mostre in città

Chiudersi in un museo durante una giornata di sole, magari non è una scelta da tutti. Ma approfittare di una giornata uggiosa per scoprire le nuove mostre in città, sempre più interattive, è un’ottima scelta. Dai quadri di pittori famosi alle fotografie di tempi passati e presenti, dalle sculture classiche alle rivisitazioni con stile, dai vestiti d’epoca restaurati per l’occasione alle analisi approfondite di periodi storici. Mostre personali e grandi artisti a confronto per un panorama culturale a 360 gradi. Tutte ugualmente belle e tutte ugualmente imperdibili.

Per approfondire >> Le mostre aggiornate mese per mese

 

Concedersi una visita guidata all’interno del Duomo

Una visita guidata all’interno del Duomo di Milano, magari in un giorno di pioggia, è un must. Si può prenotare una visita classica, oppure una a tema (ogni sabato alle 15.00). O, ancora, si può partecipare a uno dei due itinerari esclusivi (I misteri del Duomo e Dalle sorgenti alle vette del Duomo) per scoprire i suoi angoli più segreti e visitare le zone limitrofe al Duomo. Disponibili per gruppi da 5 a 15 persone, questi ultimi sono proposti in italiano, inglese, francese, spagnolo, tedesco, rumeno, ceco, russo, giapponese, cinese, portoghese e LIS.

 

Andare in Piscina

piscina all'aperto milano

Approfittare del brutto tempo per mantenersi in forma e attivi. Perché non decidere di seguire un corso in una piscina riscaldata? Va bene l’esercizio, ma la comodità di una vasca con acqua calda a 27 gradi? E poi spostarsi con i bambini al seguito? Perché non optare per una soluzione adatta a tutta la famiglia. Corsi che vanno da quelli per le gestanti, per i neonati, per i bambini fino ad arrivare agli adulti. Ma anche nuoto libero, scivoli e percorsi riabilitativi. Le piscine di Milano si sono rimodernate, ampliando la rete di servizi offerti con l’aggiunta di spazi dedicati ai bambini, centri estetici, Spa, ristoranti, bar e molto altro. Adatte a tutti e per tutte le tasche.

Per approfondire >> Piscine con acqua calda a Milano: dove trovarle

 

Newsletter

Resta aggiornato sui migliori eventi in città. Vivi la tua #milanolife

Accetto il trattamento dati secondo i termini definiti da MailChimp ( ulteriori informazioni )

Dati utilizzati unicamente per erogare il servizio e non saranno utilizzati per altri fini ne ceduti a terzi. Puoi effettuare la cancellazione in qualsiasi momento

Continua a leggere
Advertisement
1 Commento

1 Commento

  1. Pingback: 20 cose da fare a Milano quando piove

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Trasporti

Metro M5 da Milano a Monza: aggiunte nuove fermate

Pubblicato

il

È stata firmata la convenzione per l’erogazione del finanziamento del Ministero per le Infrastrutture e i Trasporti destinato alla realizzazione del prolungamento della linea metropolitana M5 da Milano a Monza.

“Questa è un’infrastruttura fondamentale – le parole di Marco Granelli, assessore alla mobilità e lavori pubblici –. Siamo contenti che tutto stia procedendo nei tempi definiti e che vi sia su questo progetto totale condivisione fra Governo, Regione Lombardia, Monza, Cinisello Balsamo e Sesto San Giovanni. La nostra sfida è sviluppare reti di trasporto pubblico anche fuori dai confini urbani e dare ai cittadini di tutto il bacino pari opportunità di non avere più bisogno di usare veicoli privati”.

Metro M5 da Milano a Monza: aggiunte nuove fermate

Si raggiungeranno così le 30 stazioni totali, con 11 fermate in più e ben 13 km di prolungamento interrato. Sarà realizzato anche un parcheggio di interscambio, accanto alla Milano-Lecco, con 2500 posti auto. 900 milioni di euro che lo Stato verserà per la realizzazione di questo prolungamento. Altri 283 milioni di euro dalla Regione, 37 milioni di euro dal Comune di Milano, 27,5 milioni di euro dal comune di Monza, 13 milioni di euro dal comune di Cinisello e 4,5 milioni di euro dal comune di Sesto San Giovanni.

“Milano è capofila del progetto di realizzazione dell’opera definita, nella stessa convenzione appena stipulata, come strategica per il territorio di tutta la Regione Lombardia in quanto consentirà il miglioramento e l’efficentamento della connessione tra Milano e Monza, terza città lombarda per popolazione, realizzando fra l’altro due importanti nodi d’interscambio modale con la rete ferroviaria e la rete metropolitana – dicono da palazzo Marino -. Un prolungamento che consente di limitare il trasporto privato su tutto il bacino migliorando la qualità dell’aria e rendendo più agevole la mobilità dei cittadini e delle imprese”.

Tariffe ed orari

“Abbiamo appena varato l’integrazione tariffaria che istituisce un unico e più equo sistema di viaggio anche nell’area Monza Brianza proprio per accorciare le distanze. Il prolungamento della Lilla – ha concluso Granelli – trasporterà in un giorno feriale medio circa 210mila passeggeri che potranno spostarsi lungo un tragitto di 25 chilometri dalla fermata Stadio San Siro fino a Monza Brianza attraverso quattro comuni fra i più grandi della Lombardia con tempi certi e una velocità e comodità che nessuna strada asfaltata potrà mai garantire”.

LEGGI ANCHE: Aumento biglietto Atm Milano: nuove tariffe

“La velocità commerciale dei 32 treni che misureranno 50 metri sarà di 33 km/h – ha chiarito ancora l’amministrazione -. La M5 effettuerà servizio 365 giorni all’anno, con orario ∫e una frequenza nei giorni feriali di 3 minuti in ora di punta e di 4-6 minuti in ora di morbida”.

Newsletter

Resta aggiornato sui migliori eventi in città. Vivi la tua #milanolife

Accetto il trattamento dati secondo i termini definiti da MailChimp ( ulteriori informazioni )

Dati utilizzati unicamente per erogare il servizio e non saranno utilizzati per altri fini ne ceduti a terzi. Puoi effettuare la cancellazione in qualsiasi momento

Continua a leggere

Attualità

Liliana Segre e il suo messaggio contro l’ignoranza e l’indifferenza

Pubblicato

il

“Io non perdono e non dimentico, ma non odio”. Lo ha detto Liliana Segre. Il suo è un messaggio contro l’ignoranza e l’indifferenza. Dopo che le è stata assegnata una scorta per le minacce subite e l’abbraccio di tutta la città di lunedì scorso sotto una pioggia scrosciante, la senatrice a vita e sopravvissuta all’Olocausto, ha partecipato alla conferenza «Science for peace», organizzata all’Università Bocconi di Milano dalla Fondazione Umberto Veronesi. «Mi ci sono voluti 45 anni per riuscire ad andare a parlare davanti agli studenti, bisogna combattere l’ignoranza e l’indifferenza».

LEGGI ANCHE: Marcia dedicata a Liliana Segre a Milano: settantunesimo anniversario della Dichiarazione dei diritti dell’uomo

«Io non perdono e non dimentico, ma non odio. E la trasmissione del non odio e battersi contro l’odio è un ammaestramento utile per i ragazzi e per tutti, perché l’atmosfera dovuta all’ignoranza e all’indifferenza, che è stata la regina del mondo di allora, c’è purtroppo anche oggi».

Liliana Segre si è scontrata con quell’indifferenza e quell’ignoranza fin da subito, fin da quando tornò in città dopo aver visto e vissuto quegli orrori inimmaginabili. Una volta sopravvissuta e uscita dal lager, una volta tornata a casa, si è accorta che intorno a lei nessun era interessato a ciò che le era successo. ” Ho iniziato prestissimo, già nei primi giorni dopo il mio ritorno, a tacere. Mi ci sono voluti 45 anni per riuscire ad andare a parlare davanti agli studenti, senza mai nominare la parola odio e vendetta e fare il mio dovere di testimone”.

LEGGI ANCHE: Milano si stringe intorno a Liliana Segre: tutti in piazza sotto la pioggia

Newsletter

Resta aggiornato sui migliori eventi in città. Vivi la tua #milanolife

Accetto il trattamento dati secondo i termini definiti da MailChimp ( ulteriori informazioni )

Dati utilizzati unicamente per erogare il servizio e non saranno utilizzati per altri fini ne ceduti a terzi. Puoi effettuare la cancellazione in qualsiasi momento

Continua a leggere

Notizie

CityLife e lo skyline di Milano: ecco il progetto

Pubblicato

il

Il progetto dello studio di architettura danese Big Bjarke Ingels Group cambierà nuovamente il quartiere di CityLife e lo skyline di Milano. Sempre più verde, spazi pensati e realizzati per unire e ricongiungere l’uomo ai suoi simili e alla natura. Un nuovo e futuristico accesso alla città che dovrebbe esser consegnato nel 2023, con partenza dei lavori nel 2021.

CityLife e lo skyline di Milano: ecco il progetto

Due edifici verranno uniti da una copertura a portico che incornicerà le tre torri già presenti, ovvero il Dritto, lo Storto e il Curvo. Un’area verde sottolineerà così l’entrata nel quartiere più innovativo e a misura d’uomo, della nostra città. Un quartiere che si espande e si reinventa a scadenza ciclica, cercando sempre nuovi elementi di distinzione. Spazi privati e pubblici vengono uniti da questo portico, vivibile tutto l’anno, con ampie aree e verdi. Il nuovo progetto occuperà una superficie di oltre 53mila metri quadri e sarà altro più di 200 metri. All’interno degli edifici adibiti ad uffici i soffitti arriveranno a toccare i tre metri. Tanta luce naturale filtrerà dalle grandi vetrate e sicuramente sarà da non perdere lo spettacolo in cima alle terrazze, che saranno attrezzate come spazi polifunzionali.

Newsletter

Resta aggiornato sui migliori eventi in città. Vivi la tua #milanolife

Accetto il trattamento dati secondo i termini definiti da MailChimp ( ulteriori informazioni )

Dati utilizzati unicamente per erogare il servizio e non saranno utilizzati per altri fini ne ceduti a terzi. Puoi effettuare la cancellazione in qualsiasi momento

Continua a leggere
Advertisement In genere, la visualizzazione degli annunci sulla pagina richiede pochi minuti. Tuttavia, in alcuni casi potrebbe essere necessaria un'ora. Per ulteriori dettagli, consulta la nostra guida all'implementazione del codice.

Popolari