Garage Italia: apre il nuovo ristorante di Cracco e Lapo Elkann

Si chiamerà Garage Italia e aprirà i battenti giovedì: è il nuovo ristorante di Carlo Cracco e Lapo Elkann

La nuova opera, tra cucina e motori, si chiamerà Garage Italia e aprirà le sue porte giovedì con la regia del famoso Chef Cracco e di Lapo Elkann. Un ristorante all’avanguardia dove trovare un’ottima cucina ma non solo.

Cibo e motori, connubio vincente

Il famoso Chef e l’imprenditore di casa Elkann tornano a lavorare insieme dopo aver ridato vita al vecchio distributore Eni di Via Accursio. Un ristorante di tendenza che, come spesso capita al giorno d’oggi, è un vero e proprio connubio di due passioni ben distinte: la cucina e il cibo per Chef Cracco e i motori, grande passione di Lapo.

Fuoco ai fornelli a partire da giovedì

L’apertura ufficiale di Garage Italia, questo il nome scelto dai due amici e soci in affari, si terrà giovedì 9 Novembre ma ormai è già tutto pronto per accogliere i tanti curiosi che in questi giorni cercano online tutte le curiosità possibili sul nuovo locale.

I clienti verranno accolti in un’area bar e successivamente, al piano superiore, troveranno un ristorante stellato gestito da uno degli Chef più amati in Italia ma non solo, Carlo Cracco. Nei 1.700 metri quadrati disposti su tre piani, anche una Materioteca dove alcuni esperti disegneranno e creeranno sotto gli occhi degli ospiti.

La struttura di Garage Italia

All’ingresso della struttura, che ha mantenuto la vetratura originale all’ingresso, campeggia un’enorme nuvola composta da 1.100 modellini sospesi esattamente sopra l’area bar.

Quindi, spazio alla zona forse più originale di tutto il locale, la già citata Materioteca. Tra auto, aerei e barche una fucina di progetti per la personalizzazione di tutti i veicoli che sarà possibile toccare con mano nel vero senso della parola. Alle spalle di tutto questo, una grande libreria mostra la varietà delle lamiere, dei tessuti e delle pelli disponibili. Per tutti i veri appassionati di motori, al piano terra grazie ad un simulatore (e alle preziose indicazioni di un istruttore)ci sarà la possibilità di guidare una vera Ferrari.

Il nuovo ristorante di Cracco

Salendo al piano superiore ecco materializzarsi il nuovo ristorane di Carlo Cracco a Milano.

Al centro dell’area ad accogliere gli avventori campeggia la carrozzeria di una Ferrari 250 Gto. Alzando gli occhi al cielo, o meglio al soffitto, ecco una vera pista elettrica giocattolo con 22 mini modellini di Formula 1: ovviamente le Ferrari guidano i gruppo. Tutto intorno, alcuni sedili Ferrari sono diventate delle vere e proprie poltrone mentre il divano è una vera opera d’arte, creato ispirandosi alla Ferrari di Gianni Agnelli.

Il Riva Privèe come un Acquarama

All’esterno, ecco un’ampia terrazza recintata da sola vegetazione e il vero gioiello del locale: il Riva Privèe allestito come il famoso motoscafo Acquarama.

Pavimento in legno e divani rivestiti da materiali nautici con colori iconici del mitico brand nautico italiano. Il tutto, aperto tutti i giorni dalle 9 alle 2.30.

La soddisfazione di Carlo Cracco e Lapo Elkann

Carlo Cracco non sta più nella pelle e non vede l’ora di partire con questa nuova avventura: “È stato bellissimo e stimolante lavorare su questo progetto. Garage Italia è un contenitore magico in cui convivono il divertimento, la creatività, la buona cucina, la passione, il sogno.

La cucina che proponiamo è all’insegna del Made in Italy, con piatti semplici e accessibili a tutti, con l’assoluta qualità e ricerca delle materie prime, che parte dalla grande ricchezza delle ricette italiane e regionali, presentate al pubblico in un’ottica più innovativa e creativa dallo Chef Gabriele Faggionato con la mia diretta supervisione. Nel menu abbiamo inserito per i nomi dei piatti dei richiami al mondo delle auto e dei motori, per creare – ha concluso lo chef – un fil rouge con l’ambiente circostante e con il mondo Garage Italia“.

Identico anche l’entusiasmo di Lapo Elkann: “Milano ha l’onere e l’onore di rappresentare l’ammiraglia del rinascimento italiano nel panorama globale, relazionandosi attivamente con gli altri centri culturali e imprenditoriali nel mondo . Ed è per questo motivo che ho voluto realizzare uno spazio per condividere, creare e assaporare il meglio del nostro paese, riunendo sotto lo stesso tetto le eccellenze italiane nel settore della creatività, del design, del motion e del food“.

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato


*