Boom di visite per Ponte Epifania

Boom di visite per Ponte Epifania alle mostre milanesi. Sono state 27 mila le persone che hanno visitato i musei della città. Tra le preferenze dei visitatori, come spiega in una nota Palazzo Marino, ci sono i Musei civici: le più visitate sono state le collezioni di archeologia, armi e strumenti musicali, del Castello Sforzesco, con 3931 presenze in tre giorni.

Al secondo posto con 2637 visitatori i dinosauri del museo di Storia naturale. A seguire, con 2087 visitatori, i capolavori pittorici e scultorei del museo del Novecento.

Sono stati invece oltre 15 mila i visitatori alle mostre di Palazzo Reale. La mostra più visitata è stata quella di «Hokusai, Hiroshige, Utamaro. Luoghi e volti del Giappone» con 5781 persone, al secondo posto Escher con 5744 persone, una mostra che ricostruisce il percorso dell’incisore la cui cifra stilistica inconfondibile lo rese celebre in tutto il mondo. Al terzo posto, con 2949 appassionati d’arte, “Pietro Paolo Rubens e la nascita del Barocco”, un omaggio al grande maestro fiammingo che indaga i rapporti del pittore con l’Italia e con la tradizione artistica del nostro Paese.

A chiudere, in 796 hanno apprezzato e ammirato le geometrie e le forme di Arnaldo Pomodoro, sempre a Palazzo Reale.

Molto apprezzati, soprattutto dai più piccoli, al quarto posto, i colori e la simpatia dei pesci dell’Acquario civico con 1024 visitatori. Infine, successo anche per il Museo archeologico, Palazzo Morando, il Museo del Risorgimento e la Galleria d’Arte Moderna che insieme contano oltre 1000 presenze.

Leggi anche: Tutte le mostre da non perdere a Milano nel 2017

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato


*