Babylife è il nuovo asilo nido ecosostenibile del City Life District

A Milano inaugura uno spazio interamente dedicato ai bambini. Babylife è il nuovo asilo costruito nel parco interno al distretto di City Life. Si tratta del primo asilo comunale costruito per aiutare il bambino durante la crescita. Tutto al suo interno, ed anche all’esterno mira ad agevolare le capacità cognitive dei piccoli in quelle che sono le prime fasi di sviluppo.

BabyLife

Babylife è stato inaugurato lo scorso 8 giugno e aprirà a settembre, con l’inizio del nuovo anno scolastico. Ospiterà 72 bambini dai 0 ai 36 mesi. Uno spazio di 1000 metri quadrati inserito in 3000 di giardino. La struttura è costituita da più casette sparse in modo irregolare attorno ad un patio centrale. La gestione degli spazi mira al dialogo tra edifici e parco urbano e lascia spazio alla possibilità di modifiche future del progetto.ù

Il progetto di Studio 02 arch

I lavori sono iniziati lo scorso luglio. Il progetto è stato affidato al neonato studio 02 arch fondato da Ettore Bergamasco e Andrea Starr Stabile. Nel 2004 City Life e il comune di Milano indissero un bando, rivolto agli over 35, volto alla realizzazione dell’asilo nido. La commissione scelse di premiare lo studio 02 arch poiché il loro progetto risultò particolarmente attento “alle esigenze dei bambini e dell’ambiente, alla pedagogia e all’ecosostenibilità”.

Focus sulla pedagogia

L’asilo è stato pensato per agevolare le percezioni sensoriali dei  bambini. Al suo interno materiali, colori e luci mettono in risalto la polisensorialità dell’ambiente. Ne risulta uno spazio ricco e articolato in grado di supportare ed incentivare le capacità cognitive dei bambini. Gli ambienti chiusi sono in continuità con lo spazio esterno grazie alle numerose vetrate. Il bambino cresce in armonia con l’ambiente che lo circonda.

Focus sull’ecosostenibilità

Il progetto di Babylife mira al riconoscimento Leed Platinum. Il più alto riconoscimento in tema di ecosostenibilità e risparmio energetico per gli edifici. Babylife è costruito interamente in legno. Gli elementi orizzontali e verticali sono pannelli di x – lam. All’esterno si alternano pareti bianche, realizzati con l’utilizzo di pannelli compositi in alluminio, a parenti color legno costruite con listoni di ecolegno. Grazie all’utilizzo di questi materiali sono stati raggiunti ottimi risultati nella coibentazioni degli spazi che favoriranno il risparmio energetico delle strutture. Al raggiungimento di questo obiettivo rispondono anche le scelte fatte per quanto riguarda le tecnologie solari e quelle volte al risparmio dell’acqua, con sistemi di recupero e valorizzazione delle acque meteoriche e di scarico. Inoltre un sistema garantirà l’ottimizzazione del calore grazie alla climatizzazione naturale e all’efficientissimo impianto di coibentazione. Le numerose pareti trasparenti permetteranno un illuminazione naturale riducendo i consumi di illuminazione artificiale.

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato


*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.